Pensioni, contributi volontari quanto si paga ad INPS. Calcolo, esempi, come si versano

di Marianna Quatraro pubblicato il
Pensioni, contributi volontari quanto si

Pensioni contributi volontari INPS Calcolo simulazione versamenti

Cosa sono e chi pu˛ versare i contributi volontari Inps: regole e procedure da seguire per calcolo e versamenti

Quando un lavoratore non raggiunge la pensione finale con il solo versamento dei contributi obbligatori Inps o vuole aumentarne il valore può integrare i periodi contributivi mancanti con i cosiddetti contributi volontari. Cosa sono i contributi volontari Inps? Come si calcolano e si versano?

Contributi volontari Inps: cosa sono e chi può versarli

I contributi volontari che i lavoratori versano all'Inps sono versamenti che permettono al lavoratore di maturare la pensione finale nel caso in cui non ci arrivi con i contributi obbligatori ma permettono anche a chi matura la pensione con i contributi obbligatori di aumentare l'importo del trattamento pensionistico finale. Entrando più nel dettaglio, il versamento dei contributi volontari Inps risulta importante quando non si è occupati o si ha un lavoro con contratto part time; o quando si è in un periodo di aspettativa non retribuita.

Non tutti però possono versare quando vogliono i contributi volontari. Per poter presentare domanda per i contributi volontari Inps, infatti, bisogna aver maturato o almeno 5 anni di contributi in generale, o 3 anni di contributi negli ultimi 5 anni prima della presentazione di richiesta di versamento dei contributi volontari.

Contributi volontari Inps: regole calcolo e pagamento

Il calcolo dei contributi volontari da versare all’Inps varia in base alla tipologia di lavoratore che intende versali:

  1. per i lavoratori dipendenti , il calcolo è settimanale e si basa sulle ultime 52 settimane di contribuzione obbligatoria;
  2. per i coltivatori diretti, il calcolo è settimanale e si basa sulla media dei redditi degli ultimi 3 anni di lavoro;
  3. per i lavoratori autonomi (artigiani e commercianti), il calcolo è mensile e si basa sulla media dei redditi d’impresa dichiarati ai fini Irpef negli ultimi 3 anni di contribuzione precedenti alla data di presentazione della richiesta per il versamento dei contributi volontari.

Per il versamento dei contributi volontari Inps sono diverse le modalità previste. Il pagamento può, infatti, avvenire o direttamente sul sito dell’Inps con carta di credito tramite la modalità pagoPA; o con un avviso di pagamento pagoPA per versare i contributi previsti presso qualsiasi PSP (Prestatore di Servizi di Pagamento) aderente al circuito pagoPA; o con bollettino MAV (Pagamento mediante avviso, disponibile sul sito dell’INPS alla voce Portale Pagamenti – Versamenti Volontari) presso qualsiasi banca.

Il pagamento dei contributi volontari si può anche effettuare rivolgendosi ad una tabaccheria che espone il logo Servizi Inps, aderente al circuito Reti Amiche, presentando il proprio Codice Fiscale e il codice autorizzazione/prosecutore.

Calcolo contributi volontari Inps. Simulazione

Per fare un esempio concreto di calcolo dei contributi volontari Inps da versare simuliamo il caso di Andrea, lavoratore che nell’ultimo anno di lavoro ha registrato un imponibile Inps di 30mila euro e che decide di dimettersi dal lavoro a sei mesi dal raggiungimento dei requisiti per la pensione. In tal caso deve pagare i contributi volontari e per calcolarli bisogna partire dall’imponibile mensile previdenziale, che sarebbe 30mila diviso 12 mesi= 2500.

Poi bisogna calcolare i contributi volontari mensili (2500 x 33%= 825) e moltiplicare infine i contributi mensili per il numero di mesi mancanti alla pensione da coprire, cioè 825 per sei mesi mancanti alla pensione. Il risultato che si ottiene, 4.950, rappresenta la cifra da contributi volontari da versare.

Come versare i contributi volontari Inps: procedura

Per il versamento dei contributi volontari Inps la procedura prevede la presentazione della domanda allo stesso Inps esclusivamente in modalità telematica o accedendo direttamente al sito dell’Istituto di Previdenza tramite il proprio Pin e seguendo la procedura dedicata, o contattando il contact center 803164 gratuito da rete fissa o 06164164 da rete mobile a pagamento, o rivolgendosi a patronati e intermediari dello stesso Inps.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: