Pensioni di cittadinanza 2019 per aumento pensioni minime emendamenti tra oggi lunedì e domani

Attesi tra oggi e domani emendamenti alle novità pensioni approvate: cosa è previsto per modifiche alla pensione di cittadinanza

Pensioni di cittadinanza 2019 per aument

Pensioni cittadinanza 2019 aumento minime emendamenti


La scadenza per la presentazione degli emendamenti in Commissione Lavoro è fissata per domani, martedì 12 febbraio. Tra oggi e domani, dunque, arrivano le proposte di modifica elative alle ultime novità pensioni approvate dal governo e poi i lavori della Commissione andranno avanti per tutta la settimana. ll decreto pensioni è atteso in Aula a Palazzo Madama dal 19 febbraio ma, stando alle ultime notizie, ci sarebbe anche la possibilità che il passaggio in Aula slitti alla settimana successiva (via libera entro il 28 febbraio) per poi trasmettere il testo alla Camera. Quali sono gli emendamenti previsti per la pensione di cittadinanza 2019?

Pensioni di cittadinanza 2019: emendamenti attesi in Senato

La pensione di cittadinanza 2019 prevede un aumento per tutti delle pensioni minime ma non si tratta, come era stato annunciato, di un aumento per tutti di 780 euro ma una integrazione alla somma che già si percepisce. Chi, per esempio, percepisce una pensione di 500 euro avrà una integrazione di 280 euro per arrivare alla soglia, appunto, dei 780 euro. Al momento, stando a quanto riportano le ultime notizie, non sarebbero previsti specifici emendamenti relativi alle pensioni di cittadinanza e qualche modifica potrebbe interessare solo le pensioni di cittadinanza agli invalidi.

Stando, infatti, a quanto previsto dal governo, per l’accesso alla pensione di cittadinanza a invalidi e disabili sono richiesti gli stessi requisiti richiesti a tutti gli altri cittadini e per questo l’ANMIC (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili) in audizione al Senato ha chiesto, insieme ad aumenti e maggiori tutele per le persone con disabilità e per le loro famiglie, modifiche e miglioramenti per favorire della pensione di cittadinanza a queste categorie di persone e la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) ha chiesto di estendere anche ai nuclei composti da anziani over 67 e disabili la possibilità di richiedere la pensione di cittadinanza.

Emendamenti pensioni: cosa ci si aspetta

Stando a quanto riportano le ultime notizie, ulteriori emendamenti attesi per le discussioni parlamentare dovrebbero interessare: proroga dell’opzione per tre anni e non per uno e aumento di un anno del requisito richiesto (M5S), taglio delle pensioni d’oro agli ex sindacalisti (M5S), revoca dell’erogazione della pensione ai latitanti (Lega), revisione dell’ape social e rendere strutturale ape social e ape volontaria (Pd), aumento del Tfs agevolato agli statali da 30mila a 40-50mila euro per chi decide di andare in pensione prima con la novità pensioni di quota 100, modifiche per il meccanismo del riscatto di laurea da far valere anche a chi ha iniziato a lavorare prima del 1996, blocco delle aspettative di vita anche per le pensioni di vecchiaia.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: