Pensioni di cittadinanza aumenti non ci saranno per le pensioni minime 2019 e assegno sociale. Calcolo e motivi

di Marianna Quatraro pubblicato il
Pensioni di cittadinanza aumenti non ci

Pensioni cittadinanza nessun aumento pensioni minime motivi

Come funziona la pensione di cittadinanza e chi può richiederla: requisiti per averla e calcolo reali di quanto effettivamente si avrà

Sono tanti i pensionati italiani costretti a vivere con poco al mese che aspettano il via ufficiale all’erogazione della pensione di cittadinanza per avere di più. Ma la delusione è dietro l’angolo: non solo, infatti, per la pensione di cittadinanza non è previsto alcun aumento e nulla di specifico per invalidi e disabili, ma non si prospettano aumenti anche per tutti gli altri cittadini. Vediamo cosa cambierà effettivamente.

Pensione di cittadinanza: aumenti mancati, calcoli e motivi

La pensione di cittadinanza da 780 euro come detto dall’inizio non sarà per tutti: la pensione di cittadinanza non è, infatti, un assegno dei 780 euro corrisposti a tutti coloro che rispondono ai requisiti richiesti ma rappresenta una integrazione del reddito del nucleo familiare, per cui non prevede aumenti nè della pensione minima, di 513 euro al mese, nè dell'assegno sociale, di 458 euro al mese, nè delle pensioni di invalidità, di 280 euro al mese. E l’integrazione viene erogata in base a composizione del nucleo familiare e relativa scala di equivalenza. Inoltre, è bene precisare che se il nucleo risiede in una abitazione in locazione con la pensione di cittadinanza si può avere un contributo per il canone di locazione di 150 euro mensili.

Per citare alcuni esempi, come riportati da pensionioggi, un pensionato da solo dovrebbe percepire un'integrazione di 630 euro al mese per 12 mesi (più i 150 euro di contributo in caso di locazione) che diventano 882 se il pensionato è coniugato; un over 67 nel 2019 percepisce solo un assegno sociale di 458 euro mensili, per 5.954 euro l'anno, con la pensione di cittadinanza avrà una integrazione di 1.606 euro annui; chi, invece, percepisce una pensione minima di 513 euro al mese con la pensione di cittadinanza avrà circa 900 euro annui.

Pensione di cittadinanza: requisiti per averla

I requisiti per avere la pensione di cittadinanza sono: essere cittadini italiani, europei o extracomunitari con regolare permesso di soggiorno di lungo periodo ed essere residenti in Italia da almeno 10 anni; aver superato il 67esimo anno di età o nel caso di una coppia di pensionati almeno uno dei due coniugi sia over 67; avere un Isee di 9.360 euro; avere un valore immobiliare non superiore ai 30mila euro in più oltre una eventuale casa di proprietà; avere un patrimonio mobiliare al massimo di 6mila euro, che aumentano di 2mila euro per ogni componente del nucleo familiare successivo al primo, fino ad un massimo di 10 mila euro, e di 5mila euro nel caso in cui in famiglia vi sia un disabile.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Puoi Approfondire