Pensioni di cittadinanza legge ufficiale approvata in Senato. A chi spetta, requisiti, aumento pensioni minime 2019

Cosa cambia per le pensioni di cittadinanza dopo approvazione ufficiale in Senato del decreto pensioni 2019: requisiti richiesti e ultime novità

Pensioni di cittadinanza legge ufficiale

Pensioni cittadinanza ufficiale Senato requisiti aumento

Le pensioni cittadinanza diventano ufficiali con l’approvazione del decreto pensioni 2019 in Senato e in Parlamento ieri mercoledì 27 marzo e pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Diverse le novità previste rispetto alla prima stesura del provvedimento. Vediamo le misure ufficiali per le pensioni di cittadinanza, come cambiano i requisiti, gli importi (l'aumento a chi spetta e di quanto) e come fare domanda se si soddisfano tutti i requisiti richiesti.

Pensione di cittadinanza: requisiti e ultime novità approvate

La pensione di cittadinanza spetta a coloro che soddisfano i requisiti stabiliti, considerando poi le ultime notizie sull’aumento delle pensioni di invalidità. Vediamo quali sono i requisiti richiesti e cosa cambia dopo l’approvazione del decreto pensioni 2019 ufficiale in Senato.
Per poter richiedere la pensione di cittadinanza bisogna:

  1. essere cittadini italiani, europei o extracomunitari con regolare permesso di soggiorno di lungo periodo ed essere residenti in Italia da almeno 10 anni;
  2. aver superato il 67esimo anno di età o nel caso di una coppia di pensionati almeno uno dei due coniugi sia over 67;
  3. avere un Isee di 9.360 euro;
  4. avere un valore immobiliare non superiore ai 30mila euro oltre una eventuale casa di proprietà;
  5. avere un patrimonio mobiliare al massimo di 6mila euro, che aumentano di 2mila euro per ogni componente del nucleo familiare successivo al primo, fino ad un massimo di 10 mila euro, e di 5mila euro nel caso in cui in famiglia vi sia un disabile.

Alla luce delle ultime notizie, in relazione al patrimonio mobiliare, per invalidi e disabili è stata aumentata da 5mila a 7.500 euro in più la soglia di patrimonio mobiliare per ogni componente disabile che intenda presentare domanda di pensione di cittadinanza. Altra novità approvata riguarda l’erogazione della pensione di cittadinanza anche agli over 67 che vivono con persone più giovani in condizioni di disabilità grave o di non autosufficienza.

Via libera anche all’aumento di 50 euro per pensioni di cittadinanza per invalidi e disabili, che spetta però solo a nuclei familiari composti almeno da quattro persone di cui uno disabile. Non si tratta, dunque, di un aumento valido per tutti.

Pensioni di invalidità 2019: come fare richiesta

Le domande per le pensioni di invalidità 2019 e disabilità legate alle pensioni di cittadinanza possono essere presentate o direttamente sull’apposito sito web ufficiale www.redditodicittadinanza.gov.it inserendo le proprie credenziali Spid; o recandosi presso gli uffici di Poste Italiane; o rivolgendosi ai Caf. Stessa procedura per la richiesta del reddito di cittadinanza.

Una presentata la domanda, l’Inps nel giro di qualche giorno verifica i requisiti del richiedente e in caso di esito positivo comunica il via all’erogazione della prestazione che, come confermano le ultime notizie, sarà accreditata sulla specifica card. Per quanto riguarda la pensione di invalidità legata alla pensione di cittadinanza, è stato confermato che si potrà riscuotere anche in contanti presso banche e Poste.

Pensioni di cittadinanza: come fare domanda

Le pensioni di cittadinanza che prevedono aumenti per le pensioni minime 2019 rappresentano una integrazione all’importo che si percepisce, fino a 780 euro, e sono diverse le modalità con cui si può presentare domanda.

La richiesta per avere la pensione di cittadinanza si può presentare, infatti, o tramite sito web ufficiale, o recandosi presso gli uffici di Poste Italiane, o rivolgendosi ai Caf. Per inviare la domanda direttamente online bisogna accedere al portale ufficiale www.redditodicittadinanza.gov.it ed è necessario essere in possesso dello Spid, un codice che permette di entrare in diversi servizi della P.A. e che deve essere richiesto da chi non ne è in possesso direttamente sul sito www.spid.gov.it/richiedi-spid.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: