Pensioni e Legge di Bilancio 2019-2020, i nuovi tempi previsti e le novità possibili ancora

di Marianna Quatraro pubblicato il
Pensioni e Legge di Bilancio 2019-2020,

Pensioni Legge Bilancio tempi previsti possibili cambiamenti

Cosa potrebbe ancora cambiare per le pensioni con maxiemendamento governo: si va verso l’approvazione finale della Legge di Bilancio 2020

Si va verso l’approvazione della Legge di Bilancio 2020 il cui iter, come confermano le ultime notizie, sembra essere decisamente in ritardo sulla tabella di marcia a causa del contestuale lavoro del governo sul Decreto Fiscale. La speranza è che entro metà della settimana ci sia l’analisi degli ultimi emendamenti per capire se possano passare o meno. Vediamo quali sono i tempi previsti per l’approvazione della Legge di Bilancio e cosa potrebbe ancora cambiare per le pensioni.

Legge di Bilancio, i tempi previsti per maxiemendamento e analisi emendamenti pensioni

Stando a quanto riportano le ultime notizie, il Governo tra oggi e lunedì dovrebbe presentare i propri emendamenti alla Legge di Bilancio in Commissione e nelle intenzioni della maggioranza c’è quella di avviarne l’esame entro sabato 7, domenica 8 dicembre in modo da arrivare alla conclusione dei lavori prima di Natale.

Ma più verosimilmente, come spiegato ad alcuni esponenti politici, l’approvazione definitiva della nuova Legge di Bilancio potrebbe avvenire in pieno periodo di feste natalizie, presumibilmente tra il 27 e 28 dicembre, perché le discussioni potrebbero allungarsi e i tempi sono abbastanza stretti.

Molto dipende certamente dal tempo che si impiegherà per l’analisi di emendamenti ancora in forse e si spera in ulteriori possibili novità per le pensioni anche se al momento sembra molto difficile che oltre la conferma di quota 100 e proroga opzione donna e ape social 2020 possano essere inserite nella nuova Legge di Bilancio ulteriori novità per le pensioni.

Per quanto riguarda gli emendamenti presentati alla Camera, la decisione di ammissione o bocciatura non è stata ancora presa, anche se si attende un deciso taglio sin da subito dalle Commissioni competenti e dai relatori. I tempi previsti per una prima scrematura dovrebbero essere entro la prima arte della settimana prossima, ma anche qui, tutto si potrebbe allungare.

Pensioni e Legge di Bilancio ancora possibili cambiamenti

Eppure, nell’attesa di capire tra oggi e lunedì quali saranno i nuovi cambiamenti del governo con il maxi emendamento che potrebbe contenere le ‘sorprese’ per le pensioni ipotizzate qualche giorno fa come interventi per aumentare le pensioni o allargare la platea dei pensionati e miglioramenti e allargamento della platea per l’Ape social, sono diversi gli emendamenti che sono stati presentati per le novità pensioni, nessuno dei quali, però, tra quelli attesi e sperati o incentrati su misure effettivamente importanti come miglioramenti per disoccupati, usuranti e precoci e donne.

Tra gli emendamenti presentati per le pensioni spicca certamente quello di Italia Viva di Renzi che chiede la completa cancellazione della quota 100. Da parte di Leu le richieste di aumentare le pensioni con l'allargamento della platea dei pensionati che potranno ricevere la quattordicesima da parte di Leu e aumentare le risorse finanziarie per il fondo della non autosufficienza, sempre da parte di Leu, mentre il Pd con Nannicini ha chiesto una soluzione definitiva per gli esodati.

Senza dimenticare le richieste dei sindacati che puntano in particolar modo a rivalutazioni ed aumenti per le pensioni e misure migliorative per categorie di persone specifiche come usuranti e precoci e bonus contributivi per permettere alle donne di raggiungere più facilmente la pensione finale.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: