Pensioni Gennaio 2020, errore nel cedolino. Meno soldi per 20 milioni di persone

di Marianna Quatraro pubblicato il
Pensioni Gennaio 2020, errore nel cedoli

Pensioni Gennaio Meno soldi 20 milioni persone

L’Inps si prepara a risolvere un errore di calcolo della pensione percepita con cedolino di gennaio 2020: il caso e cosa è successo

Un nuovo caso all’italiana: un problema nella rivalutazione delle pensioni di gennaio ha creato un errore nel cedolino della pensione di gennaio 2020 di ben 20 milioni di persone che, stando a quanto riportano le ultime notizie, avrebbero ricevuto meno soldi rispetto al solito. Vediamo cosa è accaduto.

Pensioni Gennaio 2020 errore cedolino

E’ stato un ex tecnico della Olivetti, Piero Scopelliti, abituato in maniera solerte e attenta a controllare la propria pensione, che dal 2010 percepisce la pensione di vecchiaia, ad accorgersi che l’assegno pensionistico del mese di gennaio è stato meno sostanzioso rispetto a quello di dicembre e a quello percepito a gennaio dello scorso anno.

Ci si aspettava, infatti, un importo più alto per effetto della rivalutazione delle pensioni scattata il primo gennaio di quest’anno ma l’importo riportato nel cedolino di gennaio 2020 è stato anche più basso rispetto al mese scorso.

Dopo aver prontamente chiesto spiegazioni al patronato, l’Inps ha fatto sapere che si è verificato un errore di calcolo della pensione nel cedolino di gennaio 2020 a causa di un problema informatico nell’applicazione della rivalutazione. Dopo la segnalazione ricevuta e i dovuti accertamenti sull’errore, il problema è stato subito segnalato alla Direzione Centrale competente che ora si prepara a ricalcolare la pensione.

Ecco quanti soldi sono stati di meno e risposta INPS su ricalcolo

L’errore di calcolo della pensione di gennaio 2020 notato dal signor Scopelliti potrebbe far scaturire una lunga serie di rimborsi, arrivando a coinvolgere ben 20 milioni di persone che, secondo le ultime notizie, avrebbero percepito meno soldi di trattamento di pensione nel mese di gennaio 2020.

Dovrebbe trattarsi di una cifra che può andare dai 5-6 euro fino ai 17-20 euro

Tuttavia, la Direzione Centrale si prepara ad effettuare le dovute verifiche per risolvere il problema, come comunicato dallo stesso Inps al signor Scopelliti, provvedendo, di conseguenza, a dare ai pensionati che hanno ricevuto meno a gennaio ciò che effettivamente meritano.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: