Pensioni Febbraio 2020, importi ancora sbagliati. E nessuna restituzione

di Marianna Quatraro pubblicato il
Pensioni Febbraio 2020, importi ancora s

Pensioni Febbraio 2020 tolti soldi errore INPS

Ancora pensioni più basse questo mese: l’errore di calcolo Inps di rivalutazione pensioni spalmato su due mensilità

Pensioni ridotte ancora nel mese di febbraio 2020: dopo l'errore ammesso dall'Inps per l'erogazione di pensioni ridotte nel mese di gennaio, lo stesso Istituto aveva annunciato che avrebbe restituito gli ammanchi di gennaio con la pensione in pagamento a febbraio.

Ma così non è stato ed ecco un nuova delusione: anche nelle pensioni di febbraio 2020 sono stati tolti ancora soldi e i pensionati non hanno ricevuta alcuna restituzione da parte dell’Inps. Vediamo perché anche questo mese di febbraio 2020 le pensioni sono ancora ridotte.

Pensioni Febbraio 2020 tolti ancora soldi per errore INPS

All’indomani dell’annuncio dell’Inps sul fatto che i soldi sarebbero stati restituiti ai pensionati dal mese di febbraio, le ultime notizie smentiscono quanto annunciato e in realtà l'errore Inps di rivalutazione delle pensioni sarebbe da spalmare su due rate, quindi per le mensilità di gennaio e febbraio. L’importo della pensione è di circa 10-15 euro in meno, per un totale di circa 30 euro, trattenute sulle mensilità di gennaio e febbraio 2020.

Ciò significa che l'importo delle pensioni sarà intero solo dal prossimo mese di marzo. E l’invito ai pensionati è quello di controllare il cedolino della pensione di febbraio.

Pensioni febbraio 2020 nessuna restituzione errore Inps

Ancora per questo mese di febbraio 2020 ai pensionati non tocca alcuna restituzione dei soldi sulla pensione proprio per l’errore Inps di rivalutazione delle pensioni di gennaio. Per effetto della rivalutazione dal primo gennaio 2020, lo scorso mese e questo di febbraio ci si aspettava un importo della pensione ma l’importo riportato nel cedolino di gennaio 2020 è stato anche più basso rispetto a dicembre 2019 e la stessa cosa si è ripetuta questo mese di febbraio 2020.

L’Inps ha spiegato già lo scorso mese che si è verificato un errore di calcolo della pensione nel cedolino di gennaio 2020 a causa di un problema informatico nell’applicazione della rivalutazione, annunciato di essere pronto al ricalcolo delle pensioni per restituire ai pensionati i soldi dovuti.

La restituzione sarebbe dovuta avvenire questo mese di febbraio ma così non è stato perché l’importo da trattenere è stato in realtà diviso su due rate, con relative trattenute sia a gennaio che a febbraio.

Ancora una volta, dunque, grande delusione per i pensionati che attendono ora il cedolino della pensione di marzo per capire se i calcoli saranno finalmente ed effettivamente ripristinati o meno.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: