Pensioni invalidi 2019 e disabili resoconto in riunioni e audizioni Parlamento

C'è tanta delusione rispetto alla mancata introduzione di novità per le pensioni per invalidi e disabili. Impossibile dimenticare le promesse.

Pensioni invalidi 2019 e disabili resoco

Pensioni invalidi e disabili, quali novità

Si può parlare di promesse mancate sulle pensioni invalidi e disabili? La risposta è affermativa perché tutte le rassicurazioni sul cambiamento delle regole ovvero sull'introduzione di norme più favorevoli per queste categorie di pensionati sono state disattese. Ma c'è anche un altro aspetto che fa discutere e che va di pari passo con l'assenza di novità per le pensioni per gli invalidi i disabili. In occasione delle recenti audizioni in commissione Lavoro in Senato, nessuno lo ha fatto presente. Anche i sindacati hanno affrontato tutti gli altri argomenti sul tavolo, come quota 100, opzione donna e aspettative di vita, come da ultime e ultimissime notizie pensioni, ma senza fare alcun riferimento alla questione pensioni invalidi e disabili.

Pensioni invalidi e disabili, quali novità

C'è dunque tanta delusione rispetto alla mancata introduzione di novità per le pensioni per invalidi e disabili. Impossibile infatti dimenticare le promesse in campagna elettorale, le dichiarazioni di esponenti dell'esecutivo, soprattutto da parte della Lega, e perfino la Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza che lasciava immaginare uno scenario differente per le persone con disabilità e le loro famiglie. Su tutto era stato prospettato un vero aumento delle pensioni di invalidità. E c'è poi la beffa nella beffa: perfino nel provvedimento di introduzione della pensione di cittadinanza è assente ogni riferimento agli invalidi e ai disabili e alle rispettive famiglie di appartenenza.

E poco importa che il provvedimento venga definito nero su bianco come uno strumento di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza e all'esclusione sociale. E né che si faccia riferimento alle politiche volte al sostegno economico e all'inserimento sociale dei soggetti esposti al rischio di emarginazione nella società e nel mondo del lavoro. Della montagna di soldi pubblici destinati al reddito di cittadinanza e alla pensione di cittadinanza (7,1 miliardi di euro per l'anno 2019, 8,05 miliardi di euro per il 2020 e 8,3 miliardi di euro dal 2021) nulla è destinato alle pensioni per i disabili e a quel prospettato aumento degli assegni di invalidità, fissato per il 2019 a 285,66 euro.

Disabili e invalidi, i provvedimenti approvati

Le sole misure previste sul fronte disabilità riguardano quelle per la promozione dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilità, l'aumento a 1.000 euro della detrazione per la spesa di mantenimento, sostenuta dai ciechi per i cani guida e il mantenimento del fondo destinato alle persone con disabilità grave per il sostegno familiare in quanto mancanti di entrambi i genitori o perché non sono in grado di fornire l'adeguato sostegno genitoriale, nonché in vista del venir meno del sostegno familiare.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: