Pensioni invalidità 2019 e disabili emendamenti ufficiali più fattibili e iter approvazione al via oggi mercoledì

Cosa potrebbe cambiare per le pensioni di invalidità 2019 dopo la presentazione di emendamenti ufficiali: possibilità di approvazione

Pensioni invalidità 2019 e disabili emen

Pensioni invalidita emendamenti piu fattibili iter


Si è concluso l’iter di presentazione degli emendamenti ufficiali alle novità pensioni di quota 100, proroga opzione donna e ape social, blocco delle aspettative di vita per la pensione anticipata, e anche relative alle pensioni di invalidità 2019, che, stando alle ultime notizie, potrebbero essere tra gli emendamenti più fattibili, soprattutto se ci saranno i soldi necessari.

Pensioni di invalidità 2019: emendamenti ufficiali e novità

Sono diversi gli emendamenti presentati alle pensioni di invalidità 2019 e disabili soprattutto dalla Lega: stando a quanto emerso dalle ultime notizie, le proposte di modifica per invalidi e disabili prevedono un aumento delle pensioni di invalidità dei coefficienti della scala di equivalenza di uno 0,1 per ogni componente del nucleo familiare con disabilità grave o non autosufficiente: eliminazione dell’assegno di invalidità dal calcolo Isee; un lavoro vicino casa prioritario per chi ha disabili in famiglia.

Tra le altre proposte presentate anche quella di erogazione della pensione di cittadinanza anche a nuclei con anziani che hanno meno 67 anni se si trovano in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza ed erogazione della pensione di cittadinanza anche agli anziani che vivono con un disabile più giovane. Si tratta di proposte che rientrano tra quelle che potrebbero essere più fattibili ma ovviamente solo se saranno disponibili fondi e risorse economiche per la loro attuazione.

Emendamenti pensioni di invalidità e disabili: iter approvazione

Dopo la presentazione degli emendamenti ufficiali alle novità pensioni, i lavori andranno avanti in Commissione Lavoro fino alla fine di questa settimana e poi il 19 febbraio il testo è atteso in Aula a Palazzo Madama, anche se è possibile che il passaggio slitti di una settimana, fino al 28 febbraio. L’iter successivo prevede poi il passaggio alla Camera. E alla fine dell’iter il decreto legge entro marzo sarà convertito in legge, rendendo ufficiali tutte le novità.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: