Tutte le novità attese per le pensioni questo mese di Febbraio 2022

di Marianna Quatraro pubblicato il
Tutte le  novità attese per le pensioni

Pensioni novita attese febbraio 2022

Tutte le novità pensioni che si attendono in questo mese di febbraio, a partire dal prossimo incontro del 7: cosa aspettarsi

Dopo la riconferma di Sergio Mattarella come Presidente della Repubblica, si torna a parlare di riforma delle pensioni con particolare riferimento alle possibili soluzioni per anticipare l’uscita rispetto ai requisiti attualmente fissati dalla Legge Fornero, vale a dire 67 anni di età e almeno 20 anni di contributi richiesti per la pensione di vecchiaia.

Si tratta di un percorso di novità che si potrà fare, spiegano dal governo, solo se si riuscirà a trovare un equilibrio finanziario che non implichi spese elevate per lo Stato. Vediamo quali sono le novità pensioni attese per questo mese di febbraio 2022.

  • Novità pensioni febbraio 2022 nuovo incontro fissato tra governo e sindacati
  • Novità pensioni febbraio 2022 per la scuola cosa prevedono


Novità pensioni febbraio 2022 nuovo incontro fissato tra governo e sindacati

La grande novità attesa per questo mese di febbraio 2022 relativa alle pensioni è quella del prossimo incontro il 7 febbraio già fissato tra governo e sindacati. 

Il governo sembra intenzionato a definire una riforma delle pensioni 2023 strutturale, che superi le diverse misure tampone ancora in vigore, come la quota 102 (che permette quest’anno di andare in pensione a 64 anni di età e con 38 anni di contributi) che ha sostituito la quota 100, o l’opzione donna, o l’Ape social.

I sindacati mirano a misure di uscita flessibile che siano confacenti a tutti i lavoratori. Ma al centro del dibattito previdenziale, ancora molto vivo, tra governo e sindacati anche misure specifiche per giovani, che rischiano di essere fortemente penalizzati in futuro, e donne.  

Nell’attesa di capire quali saranno le novità pensioni effettive sul nuovo tavolo tra governo e sindacati Cgil, Cisl e Uil, sono numerose le proposte che circolano sulla pensione anticipata.

I sindacati puntano, dal canto loro, su una riforma delle pensioni anticipa a 62 anni di età o 41 anni di contributi, con penalizzazioni minime delle pensioni finali. 

Tra le altre proposte di pensione anticipata e non solo anche le seguenti:

  • pensione a 62-63 anni di età solo con quota contributiva per avere poi anche la retributiva dai 67 anni in poi; 
  • pensione a 63 anni con un taglio dell'assegno previdenziale del 3% per ogni anno di anticipo rispetto ai normali requisiti richiesti per la pensione di vecchiaia;
  • Opzione tutti, che prevede possibilità di pensione per tutti a 62 anni e con almeno 25 anni di contributi ma a condizione di calcolare la pensione finale solo ed esclusivamente con sistema contributivo puro;
  • integrazione della pensione per tutti coloro che hanno iniziato a lavorare dal 1996, che rientrano completamente nel sistema contributivo, e destinati a percepire pensioni basse a causa di lavori precari o di disoccupazione involontaria.

Novità pensioni donne 2022 cosa aspettarsi

Le novità pensioni 2022 in discussione nel mese di febbraio dovrebbero interessare anche le donne, con la definizione di misure specificatamente dedicate a tutte le donne lavoratirici.

In ballo per le donne soprattutto le seguenti proproste:

  • rendere strutturale Opzione Donna, prevedendo anche il cumulo gratuito dei contributi versati in diverse gestioni ai fini del raggiungimento dei 35 anni contriibutivi necessari per uscire prima con tale misura;
  •  
  • misure di riconoscimento del lavoro di cura per le donne, con eventuale riduzione del requisito pensionistico di età pensionabile di 12 mesi per ogni figlio senza alcuna conseguenza per il calcolo della pensione finale.

Novità pensioni febbraio 2022 per la scuola cosa prevedono

Il mese di febbraio preannuncia novità pensioni anche per il personale della Scuola. In particolare, stando a quanto riportano le ultime notizie, in questo mese di febbraio scadono i termini per la presentazione delle domande di cessazione dal servizio per il personale della scuola interessato dalle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2022, vale a dire:

  • quota 102 per andare in pensione a 64 anni di età e con almeno 38 anni di contributi da maturare entro il 31 dicembre 2022;
  • opzione donna per andare in pensione a 58 anni di età e con almeno 35 anni di contributi maturato entro il 31 dicembre 2021.

La scadenza dei nuovi termini è fissata al 28 febbraio 2022.