Pensioni minime 2019 aumento importo con pensioni cittadinanza. A chi spetta, requisiti, Isee

di Marianna Quatraro pubblicato il
Pensioni minime 2019 aumento importo con

Pensioni minime 780 euro Isee basso

I requisiti per avere la pensione di cittadinanza ovvero l'aumento della propria pensione minima. Quale Isee 2019 occorre avere? Come avviene il calcolo dell'aumento dell'importo? A chi spetta? E da quando?

L’annuncio del governo era piuttosto chiaro: aumentare le pensioni minime portandole a 780 euro per tutti. Oggi, però, stando a quanto riportano le ultime notizie, il valore delle pensioni di cittadinanza non sarà per tutti di 780 euro come minimo ma il calcolo di quanto dovuto effettivamente dipenderà dal valore Isee.

Pensioni minime e pensioni di cittadinanza 2019

Il vicepremier Di Maio ha sempre parlato di aumenti delle pensioni minime per tutti a 780 euro, annunciando, tra l’altro, tale aumento già a partire dai febbraio o marzo di quest’anno e si tratta di una misura inserita nella nuova Legge di Bilancio 2019 ma che, esattamente come le altre novità pensioni come quota 100 e proroga di opzione donna e ape social, sarà inserita nel decreto pensioni atteso a metà di questo mese di gennaio 2019, insieme al tanto atteso reddito di cittadinanza. Nonostante le pensioni di cittadinanza risultino, dunque, essere un provvedimento messo a punto e in attesa di sola ufficialità, in realtà è possibile che quanto annunciato non corrisponda a realtà, considerando che le risorse economiche per aumenti dell’entità di 780 euro per tutti non sono disponibili.

Servirebbero, infatti, secondo le stime, circa 12 miliardi di euro, ma come ben sappiamo per le novità pensioni sono stati stanziati fondi per circa 4 miliardi di euro e, come riportato nello stesso testo della nuova Manovra, per pensioni di cittadinanza e reddito di cittadinanza, il governo avrebbe previsto circa 7.100 milioni di euro per il 2019, 8.055 milioni di euro per il 2020 e 8.317 milioni di euro annui dal 2021. Si tratta di soldi che non basterebbero, come i calcoli dimostrano, a garantire un aumento della pensione minime mensile per tutti a 780 euro.

Pensioni minime, requisiti Isee per avere aumento con pensione di cittadinanza

Stando a quanto riportano le ultime notizie relative alla bozza dei decreto pensioni reso noto, così come per il reddito di cittadinanza, anche per le pensioni minime l’aumento non sarà per tutti di 780 euro. Vediamo cosa cambierà. Qualche giorno fa, il sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon, parlava sì di un aumento delle pensioni minime ma non a 780 euro per tutti, perchè il calcolo di quanto effettivamente la pensione potrà aumentare dipenderà dall’Isee e solo chi ha un Isee molto basso potrà effettivamente godere della pensione di cittadinanza a 780 euro. Inoltre, l’aumento non arriverà ad inizio anno, come detto, considerando che dovendo presentare il modello Isee e procedere poi a controlli e calcoli, i tempi certamente slitteranno. Inoltre, stando a quanto riportato da La Verità di Maurizio Belpietro la pensione di cittadinanza arriverà solo nel 2020, proprio in virtù delle risorse economiche disponibili.

Alla luce delle ultime e ultimissime notizie sulla bozza del decreto pensioni, ciò che si sa è che per avere la pensione di cittadinanza di 780 euro bisogna avere un Isee di 9.360 euro, un valore immobiliare (oltre eventualmente ad una casa di proprietà) non superiore ai 30mila euro, e un patrimonio mobiliare di 6mila euro al massimo che possono essere maggiorati di 5mila euro nel caso in cui in famiglia vi sia un disabile. La pensione di cittadinanza prevede, in particolare, l’erogazione di 630 euro al mese per scala equivalenza cui sommare 150 euro per la spesa dell’affitto. Importante, dunque, per fare richiesta è conoscere bene il funzionamento dell'Isee 2019, il calcolo e le regole ufficiali, i documenti necessari e le istruzioni per la compilazione e le regole per il modello Isee

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: