Pensioni novità oggi Manovra approvata, ma tutto incerto decreto pensioni, quota 100, aspettative vita, opzione donna domenica 30

Approvata La Legge di Bilancio e la Manovra Finanziaria ufficialmente, a questo punto oggi si devono attendere i prossimi iter, ma ci sono tante perplessità

Pensioni novità oggi Manovra approvata,

Novità decreto pensioni in data precisa


Pensioni novità oggi quota 100, quota 41, usuranti, precoci, proroga opzione donna, aspettative di vita e ultime notizie e ultimimissime pensioni decreto pensioni e Manovra Finanziaria e Legge di Bilancio 2018-2019 oggi sabato 29 Dicembre:  La Manovra Finanziaria e la Legge di Bilancio 2018-2019 è stata finalmente approvata, anche nell'ultima votazione in Senato, ma oggi domenica 30 Dicembre, tutto ruota intorno alle novità per le pensioni del decreto pensioni e null'altro. Tutto gira intorno a questo documento sia in qualche modo quota 100 (anche è distinto in quanto avrà un colegato) sia le novità di proroga opzione donna, aspettative vita, quota 41, proroga Ape Social, Ape Volontaria. Ma i dubbi su quando e come si farà quets decreto rimangono e nelle ultime notizie e ultimissime per le pensioni che vi abbiamo SCRITTO SOTTO, ci sono tutti spiegati, comprese anche le affermazioni dei protagonisti. E le ultime novità dell'approvazione della Manovra non sono che un capitolo già superato di una situazione ancora in divenire. TROVATE TUTTO SOTTO.

Pensioni novità oggi quota 100, quota 41, usuranti, precoci, proroga opzione donna, aspettative di vita e ultime notizie e ultimimissime pensioni decreto pensioni e Manovra Finanziaria e Legge di Bilancio 2018-2019 oggi sabato 29 Dicembre:  Finalmente oggi sabato 29 Dicembre ci dovrebbe essere l'approvazione della tanto attesa e agognata Legge di Bilancio 2018-2019 e Manovra Finanziaria, anche se potrebbe slittare ancora a lunedì 31 Dicembre. Ma se solo ieri le due vie principali e i quattro passaggi per arrivare le novità per le pensioni sembravano almeno in apparenza, nelle dichiarazioni delle ultime notizie e ultimissime per le pensioni sicure, ora, invece compare qualche problema che in un precedente articolo avevamo già sottolineato. Tutto deriva dal fatto che in Manovra Finanziaria come novità per le pensioni vi sia solo quota 100 e il blocco degli assegni delle pensioni legato all'inflazione per il 2019. E tutto il resto delle nvoità per le pensioni si dovrebbe fare con dei decreti o un decreto unico. 
In realtà il problema deriva ancora prima, da quelloche è scritto nel testo della Manovra Finanziaria, dove non si parla di quota 100, ma di interventi sulle pensioni per favorire l'intercsambio generazionale. E per questi sono stanziati 4 miliardi. Ora, tutti, dai cronisti ai politici, spiegano che questi soldi sono per quota 100. Ma in realtà visto il modo in cui è stato scritto, potrebbero essere anche per le altre novità per le pensioni ovvero le novità dell'opzione donna proroga, aspettative di vita, Ape Social proroga, Ape Volontaria proroga.
Ma se così fosse, i 4 miliardi che già fanno fatica a coprire quota 100 sarebbe ancora meno per la stessa quota 100 che diventerebbe sempre più difficile da fare per accontentare tutte le domande che giungeranno all'INPS.
Questo è un problema economico e di interpretazione che si lega al secondo problema, ovvero che tutte le novità per le pensionir imaste fuori dalla Manora, coem appunto proroga opziona donna e le restanti, si è detto, come spiegato SOTTO, che si sarebbero fatte con un decreto ad hoc per le pensioni e Durigno SOTTO ha dato anche una data precisa.
Ora, però, questa data non viene più confermata da nessuno, anzi il Ministro Tria dice si farà, ma si vedrà quando. E Durignon aveva indicato anche queste tempistiche vicinissime anche per il collegato di quota 100, il testo con tutti i requisiti, età, contributi, penalità eventuali, finestre, insmma tutte le regole. Ora come data, rimane ancora, almeno non è stata smentita ufficialmente, ma non pare più sicura. E noi per primi avevamo avuto qualche perplessità quando si parlava di collegao di quota 100 subito, sia perchè ci sono tempi tecnici, ma soprattutto perchè il 10 Gennaio,la Manovra potrebbe non essere ancora in Gazzetta Ufficiale.
E qui, si ritorna al punto del decreto per le pensioni. Un decreto non è obbligatorio, non èlegato alle parole della Manovra Finziaria che vincola il Governo. Il decreto è qualcosa che può essere deciso dal Governo o meno quando è da fare. E se in questo caso i soldi non sono neanche i 4 miliardi indicati, occorre trovare altre risorse finanziarie fuori dalla Finanzaria. 
Insomma, le date rishciano di allungarsi, e non si ha la certezza, ma al momento solo promesse e indicazioni che si faranno alcune novità per le pensioni. 

Pensioni novità oggi quota 100, quota 41, usuranti, precoci, proroga opzione donna, aspettative di vita e ultime notizie e ultimimissime pensioni decreto pensioni e Manovra Finanziaria e Legge di Bilancio 2018-2019 oggi venerdì 28 Dicembre: Ieri abbiamo scritto come sia stato annunciato da Durignon il decreto pensioni per il 10-12 Gennaio 2019 con una serie di novità per le pensioni che sono rimaste fuori dalla Manovra Finanziaria e la Legge di Bilancio 2018-2019. Proprio oggi, venerdì 28 Dicembre, ci saranno gli ultimi confronti in Manovra per tutti i temi, come le novità per le pensioni, ma che alla fine dovrebbe sicuramente rimanere quelli visti finora nelle ultime notizie e ultimissime e arrivare così come sono per il decreto pensioni e i collegati. I passaggi in questo momento sono quattro, anche se a seconda  delle le novità per le pensioni si distingueranno. Tutte le novità che abbiamo visto SOTTO collegate al decreto pensioni saranno approvate in un decreto che dovrebbe contenere già tutto e poi dopo al massimo una serie di limature ulteriori da parte dell'INPS e dei tecnici del Ministero dell'Economia essere pubblicate su Gazzetta Ufficiale e, quindi, entreranno in vigore entro 15-30 giorni e poi poter fare domanda all'INPS. Come per Opzione proroga donna, APE Social, APE Volontaria, le aspettative di vita i tempi potrebbero essere molto corti per fare le domande, arrivare ad essere in vigore anche a fine Febbraio-inizio Marzo, ma anche, forse prima. Sempre che il decretopensioni si faccia davvero il 10-12 Gennaio, una data che è giunta a sorpresa ieri e che molti prendono con le pinze, perchè effettivamente molto vicina. Ben diverso è il discorso di quota 100 dove deve essere scritto un collegato, un testo intero per i requisiti, paletti e condizioni. E così Quota 100 per i soldi da stanziare dovrà passare prima dall'approvazione in Manovra che risulta scontata, poi dallla Gazzetta Ufficiale e poi dal collegato e dai decreti attuativi. In questo senso poco si capisce come il decreto pensioni possa far rientrare anche quota 100, pur in un colleggato annesso alla Legge di Bilancio. E' una incogruenza che bisognerà capire come verrà sbrogliata. E' probabile che quando verrà presentato il decreto, verrà presentata un primo testo, ma non il collegato ufficiale. E i tempi per fare domanda per fare domanda di quota 100 effettiva all'INPS si allungheranno, ovvero almeno Aprile, stando poi attenti alle finestre possibili e potenziaili. SOTTO tutti i dettagli di cosa si deve ancora decidere esattamente per le varei forme di novità per le pensioni e alcuni paletti ancora da precisare

Se c'erano delle perplessità per quanto riguardava tutto quello che era fuori la Legge di Bilancio 2018-2019 per quanto riguarda le pensioni e non erano poche oggi giovedì 27 Dicembre 2019, il Governo Conte con le novità sui decreti legge per le pensioni che arrivano da Claudio Durigon, sottosegretario al ministero del Lavoro, cerca assolutamente di dissaparle.

Approvazione Legge di Bilancio e Quota 100, voto finale in Senato

Ci sono due percorsi principali per arrivare alle novità per le pensioni ovvero la Legge di Bilancio dove sono contenute alcune di leggi in favore dell'uscita anticipata. Il primo è quello della Manovra di Bilancio che oggi arriverà in Senato ma non dovrebbe portare nessun cambiamento per nessuna voce, comprese le novità per le pensioni. Le discussioni dovrebbero essere, di fatto, solamente simboliche come il passaggio dalla Commissione Bilancio e l'approvazione finale vi potrebbe essere domani venerdì 28 Dicembre o sabato 29 Dicembre.

Alla fine, in Manovra, l'unica vera novità sarà la formalizzazione delle risorse per quota 100 di 4 miliardi e nessuna altra novità per le pensioni che arriveranno in un decreto legge. Quindi quota 100, sarà presentato in un collegato, anche se probabilmente il testo potrebbe arrivare prima del previsto come ha fatto intendere Durignon e tra poche righe spiegheremo il perchè.

Da non dimenticare, comunque, anche l'approvazione sempre in Manovra del blocco dell'aumento degli assegni riguardanti l'indicizzazione per l'inflazione per il 2019. Blocco che non ci sarà solo per quelli fino ai 1520 euro lordi, mentre sarà confermato tra parziale e totale per altre sei fasce.

Decreto legge per le pensioni per opzione proroga donna, blocco aspettative divita, Ape Social, Ape Volontaria

Tutto il resto delle novità per le pensioni il Govero Conte, con Di Maio e Salvini, in prima fila è stato spiegato, dopo le reazioni negative dei cittadini che se le attendendevano in Manovra di Bilancio, che sarebbe stato fatto in un decreto legge per le pensioni successivo.
Il problema di un decreto legge, come abbiamo già scritto e spiegato, è che il Governo lo può fare quando vuole, non è vincolato come in un collegato alla Legge di Bilancio, così come le risorse finanziarie non li ha pronti subito come in Manovra o, comunque, c'è questo rischio concreto.

Ma a togliere, tutti i dubbi, e dare delle prime certezze sembra verci pensato, appunto, Claudio Durignon che ha fissato una data di uscita per il decreto legge in cui ci dovrebbe essere pure la formalizzazione di quota 100, ovvero del collegato previsto. E la data è quella del 10-12 Gennaio 2019.

Quindi in quei giorni vi sarà per quota 100 un primo testo nero su bianco di come dovrebbe funzionare. E in questo caso sembra confermato tutto quello che si era già scritto in precedenza con i paletti delle finestre per le domande all'INPS, le differenze tra statali e dipendenti privati e le necessitià di 38 anni di contributi e 62 anni di età. Occorrerà vedere se e quanto si potrano utiizzare i contributi figurativi per poter arrivare a quota 38 di contributi e se ci saranno delle penalità, ma che al momento sono state escluse, anche se l'assegno dovrebbe essere più leggero.

A livello di decreto legge, invece, ci sarà, ha spiegato sempre Durignon, nelle ultime notizie e ultimissime per le pensioni la proroga opzione Donna di un anno soltanto con il meccanismo attuale, per le lavoratrici con 58 anni di età e 35 anni di contributi (59 anni se autonome). Ampliamenti a questa platea di beneficiari potrebbero anche esserci, e sono numerose le date che si rincorrono per poter uscire, ma al momento questo è il requisito più probabile.

Poi sempre tra le novità per le pensioni vi sarà l'aumento delle aspettative di vita, tranne che per i lavoratori interessati alle pensioni anticipate ovvero 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 anni e e 10 mesi per le donne, gli unici che avranno il blocco dei requisiti e la richiesta di età non si alzerà. Invece, l'età per andare in pensione, salirà per tutti gli altri, ad esempio per le pensione di vecchiaia dai 66 anni e 7 mesi attuali ai 67 anni.
Tra le ultime novità per le pensioni che vi saranno in questo decreto sembra che ci sarà anche la proroga per l'Ape Social e l'Ape Volontaria.

Se il decreto e il collegato per quota 100 avvenisse davvero tra 10-12 Gennaio, a questo punto, tutte le novità per le pensioni potrebbero diventare davvero esecutive tra Marzo e Aprile 2019, come data di richiesta e domanda all'INPS.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: