Pensioni, resoconto incontro Pd-Sindacati su quota 41, pensioni anticipate, quota 100, opzione donna

di Marianna Quatraro pubblicato il
Pensioni, resoconto incontro Pd-Sindacat

Pensioni resoconto incontro Pd Sindacati

Al via incontri tra sindacati e Pd: le ultime notizie ad oggi dopo primo incontro. Buono l’esito. Tempi e questioni in discussione

Non ne hanno parlato in tanti, ma settimana scorsa si è tenuto un incontro tra sindacati e Pd, di cui si è trattato anche delle novità per le pensioni e di interventi da fare nel def per la prossima manovra finaziaria. Una nuova occasione in cui le forze sindacali hanno avuto la possibilità di esprimere le proprie posizioni in merito alle ultime novità pensioni approvate, come quota 100, proroga opzione donna e pensione anticipata con blocco delle aspettative di vita, e le future che vorrebbero diventassero realtà, a partire dalla quota 41 per tutti.

Novità pensioni: resoconto nuovo incontro sindacati-Pd

Stando alle ultime notizie, il nuovo incontro tenutosi tra Pd e sindacati sarebbe una chiara dimostrazione di come i sindacati vogliano parlare con tutte le parti politiche. Del resto si tratta di un incontro che arriva già dopo i primi avuti con il governo, da quello sulle pensioni a quello sul salario minimo con il vicepremier Di Maio, giudicato, tra l’altro, un incontro molto positivo.

L’incontro si è tenuto tra i leader di Cgil, Cisl e Uil e il nuovo segretario del Pd, Nicola Zingaretti: sul tavolo la situazione economica del Paese, il salario minimo, la necessità di migliorare le condizioni di vita dei cittadini, tanto che Zingaretti ha già spiegato come il Pd abbia consegnato una bozza per l'Europa della sostenibilità sociale e ambientale, documento da consegnare anche alle imprese e al mondo del terzo settore.

Commenti positivi da parte dei sindacati al termine dell’incontro: bene le discussioni sul salario minimo, bene la volontà dichiarata da Zingaretti di voler approfondire il problema del codice degli appalti e la manovra del Def di puntare sempre più sulla centralità della persona con il lavoro e le pensioni. Ai sindacati Zingaretti ha anche presentato un piano per gli investimenti, una indennità europea di disoccupazione, una riforma della finanza dell'Unione europea e ha aperto poi a ulteriori incontri per le novità pensioni in particolare anche con interventi da fare nel DEF

E gli incontri e i tavoli con il Governo per le novità per le pensioni?

C'è da sottolineare, però, che non si capisce chiaramente se continuerà la strada intrapresa tra sindacati e M5S-Lega per quanto riguarda i tavoli che avevano concorato di aprire stabilmente con incontri anche settimanali su diversi temi importanti contenuti nel DEF e nella prossima manovra finanziaria, oltre che nel Decreto Crescita e altre leggi in arrivo. Dopo, infatti, il secondo incontro avvenuto circa due settimane fa tra Di Maio e i sindacati su cui si erano trovate delle convergenze sul salario minimo, ci si attendeva ulteriori incontri, ma nulla è avvenuto ( e tra i temi vi erano anche le novità per le pensioni) e nel frattempo i sindacati hanno annunciato uno sciopero il 1 Giugno contro la rivalutazione delle pensioni.
Questo incontro con il Pd non pregiudica nulla in ottica di confronto con il Governo, perchè i sindacati hanno chiaramente detto di voler parlare con tutte le forze in campo, mail silenzio attuale su eventuali prossimi incontri non lascia presagire nulla di buono.

Pensioni: idee e posizioni del segretario del Pd

Il nuovo segretario del Pd Zingaretti ha espresso la sua posizione sulle pensioni già tempo fa, spiegando che la quota 100 come soluzione pensionistica non è negativa ma non basta, perché la soluzione migliore sarebbe una totale revisione dell’attuale riforma pensioni e una soluzione definitiva per tutti gli esodati perché, secondo Zingaretti, le novità pensioni una tantum, rischiano di creare solo diseguaglianze.

Altre priorità per Zingaretti sono la quota 41 per lavoratori precoci, usuranti, disoccupati, chi fa lavori stagionali e discontinui e per le donne, che coniugano carriera lavorativa e figli e cura della famiglia, e una pensione minima di garanzia per i giovani, senza dimenticare gli aumenti, effettivi e sostanziosi, per invalidi e disabili.

Pensioni: idee e posizioni dei sindacati

Dal canto loro, come confermano le ultime notizie, i sindacati hanno ribadito, come già spiegato tempo fa, le loro posizioni e idee sulle pensioni. E’ ormai ben noto come l’obiettivo finale sia la revisione completa delle pensioni attuali, con il segretario della Cgil Landini che punta ad un generalizzato abbassamento dell’età pensionabile per tutti da 67 a 62 anni di età.

Per il medio periodo, invece, i sindacati puntano su miglioramenti per quota 100 e facilitazioni per permettere a categorie di persone come disoccupati, precoci e usuranti di raggiungere più facilmente la pensione finale, senza dimenticare la proroga dell’opzione donna, gli aumenti delle pensioni di invalidità e disabili, soluzioni per gli esodati e bonus di 4 mesi di abbuono per la pensione finale delle donne per ogni figlio.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: