Pensioni novitÓ oggi martedý sorprese emendamenti alla Camera su quota 100, pensioni anticipate, quota 41, opzione donna

di Marianna Quatraro pubblicato il

Slitta il voto al Senato e la discussione si fa accesa sulle modifiche ed emendamenti alle novitÓ per le pensioni oggi martedý 26 Febbraio. E il resoconto dell'incontro di ieri tra Sindacati e Governo e altre attese questa settimana

Pensioni novitÓ oggi martedý sorprese em

Pensioni novita attese questa settimana

Pensioni novità oggi e quota 100, quota 41, pensioni anticipate, opzione donna ultime notizie e ultimissime oggi MARTEDì 26 febbraio 2019:  Arrivano oggi martedì 26 Febbraio, le prime relazioni dei discorsi che l'opposizione e la maggioranza stanno tenendo in Aula al Senato prima del voto sul decreto pensioni che nelle ultime notizie e ultimissime dovrebbe avvenire domani mercoledì 27 Febbraio o giovedì 28 Febbraio per poi passare alla Camera dove dovranno essere ripresi i 60 emendamenti sospesi che abbiamo visto SOTTO e a cui se ne potrebbero aggiungere altri. Oggi ci sarà la maggioranza con i suoi discorsi e spiegazioni da stamattina alle 9,30 in Aula a spiegare le ultime novità su quota 100, opzione donna e pensioni anticipate, e ieri avendo iniziato i lavori alle 19,30 c'è stato solo l'intervento del Pd, fatto dal relatore e responsabile delle novità per le pensioni On. Nanninici. Un intervento, che ha spiegato cosa avrebbe fatto il Pd per  le novità per le pensioni. Quota 100 non ci sarebbe stata o sarebbe stata progressiva, mentre si sarebbe iniziato con quota 92 ma non per tutti, ma per disoccupati, precoci, usuranti, una quota 41 iniziale non per tutti. E poi vi sarebbe stata l'estensione di opzione donna per tre anni oltre ad interventi specidifi per le pensioni di invalidi 2019 e disabili. Nannicini ha concluso che le politiche attuali come quota 100 possono portare ad un rischio grave di revisione peggiorativa della riforma pensioni, addirittura ad una Fornero 2 con esiti ancora più negativi della prima. Vedremo le risposte oggi di M5S e Lega.

SOTTO il reseconto delle novità per le pensioni per quanto riguarda l'incontro tra SIndacati e Governo con una difficile, ma dichiarata, apertura anche su quota 100 e interventi attuali sulle ultime novità per le pensioni e più sotto ancora le attese di questa settimana tra emendamenti e calcolo quota 100 con simulatore INPS
 

Pensioni novità oggi e quota 100, quota 41, pensioni anticipate, opzione donna ultime notizie e ultimissime oggi lunedì 25 febbraio 2019:  Si è concluso verso le 13 di oggi lunedì 25 Febbraio l'incontro tra Sindacati-Governo che ha visto un inizio di confronto per le novità delle sulle pensioni tra il Governo rappresentato da Durigon e Landini, Furlan e Barbagallo a rappresentanza di Cgil, Cisl e Uil. E si è parlato come confermano le ultime notizie e ultimissime di modifiche di cercare di apportare subito a quota 100 con emendamenti e poi nel medio termine con le novità per quota 41, precoci e usuranti. 

Ma oggi tra le ultime novità per le pensioni è arrivato uno slittamente del voto in Senato non ad oggi e neppure domani martedì ma tra mercoledì e giovedì e poi il passaggio alla Camera. Tutte le novità e gli aggiornamenti si possono trovare SOTTO IN questo articolo mentre per cosa si è detto nel dettaglio tra sindicati e Governo vi rimandiamo a questo articolo al seguente link

Si va verso una settimana che potrebbe rivelarsi molto importante e fondamentale per il futuro delle pensioni, sia per quanto riguarda le novità del decreto pensioni in discussione in Parlamento e in attesa di essere convertito ufficialmente in legge, sia per quanto riguarda future trattive per ulteriori revisioni all’attuale riforma pensioni. Vediamo, dunque, quali sono le attese di questa settimana per le novità pensioni, incluse anche le novità che per le stesse pensioni per quota 100, pensioni anticipate, opzione donna, pensioni invalidità 2019 e disabili ma anche quota 41, precoci e usuranti, potrebbero già arrivare oggi lunedì 25 Febbraio 2019 con alcuni appuntamenti attese

Pensioni oggi lunedì, incontro governo sindacati. Novità, attese e gli aggiornamenti

Già oggi lunedì, infatti, sono due gli appuntamenti in programma molto importanti per le pensioni confermate nelle ultime notizie e ultimissime per le pensioni ovvero un nuovo incontro tra governo e sindacati e il voto in Aula in Senato, che se non oggi dovrebbe essere al massimo entro domani martedì nel caso in cui la discussione si prolunghi. Partendo dal nuovo incontro tra sindacati e governo, sarebbe stato lo stesso governo a convocare i sindacati per affrontare il tema delle pensioni. Sul tavolo in discussione non solo potenziali modifiche e revisioni che riguardano le ultime novità pensioni approvate, da quota 100 (facilitazioni per donne, disoccupati, precoci e usuranti) a pensioni anicipate ( blocco aspettative di vita per tutti e togliere le finestre) a pensioni anticipate, (anche se c'è davvero poco tempo e spazio)ma anche novità pensioni di quota 41 per tutti, novità per le donne e una revisione totale dell’attuale riforma pensioni da raggiungere nel medio termine. 

I sindacati, come riportano le ultime notizie, vorrebbero novità pensioni che possano valere per tutti superando l’attuale riforma pensioni, permettendo la flessibilità, revisioni per quanto riguarda previdenza integrativa e governance dell'Inps e dell'Inail, senza dimenticare il tema esodati. E il nuovo incontro con il governo potrebbe porre le basi per una futura trattativa di revisione totale delle attuali pensioni in accordo.

E' il primo incontro tra l'altro dove vi sarà Landini a capo della Cgil, che porterà dinanzi al Governo ufficialmente le sue idee come la pensione per tutti a 62 anni, quota 41 per tutti, misure ad hoc per usuranti e precoci e particolare categorie di lavoro e pensioni anticipate per le donne, con il riconoscimento del lavoro familiare svolto dalle donne stesse in maniera molto netta e forte come dal modello attuale tedesco pensionistico.

Ovviamente vi daremo il resoconto dell'incontro e gli aggiornamenti non appena disponibili.

Pensioni oggi lunedì, voto al Senato e poi alla Camera con novità emendamenti

Oggi, come detto, o al massimo domani martedì 26 Febbraio, si attende il voto sul decreto pensioni in Senato per il successivo passaggio de testo alla Camera. E proprio alla Camera sono stati rinviati tutti gli emendamenti rimasti in discussione, circa una sessantina su quasi 1.600 presentati, non solo però sulle pensioni ma anche sul reddito di cittadinanza.

E toccherà alla Camera decidere non solo su eventuali novità ma anche sulla questione copertura ed eventuali nuove risorse economiche da trovare e così quello che era stato annunciato come un passaggio che avrebbe dovuto essere veloce si porterà avanti più del previsto. In ogni caso, stando alle ultime notizie, il governo avrebbe intenzione di chiudere tutto entro la seconda settimana del mese di marzo, presumibilmente entro il 15 e se questi venissero rispettati non ci sarebbe alcun problema con le prime pensioni con le ultime novità a partire dal primo aprile. Se invece si dovesse ritardare e arrivare proprio alla scadenza dei tempi massimi in cui approvare il decreto ovvero il 28 Marzo, l'accoglienza delle domande il 1 Aprile potrebbe subire qualche ritardo, ma al momento la stessa INPS ha negato che vi saranno problemi e che tutte le domande gli ultimi due mesi saranno accolte a prtire dal 1 Aprile.

Restano, però, diversi emendamenti su cui si attendono risposte, senza considerare che potrebbero anche arrivarne di nuovi. E quelli ancora senza risposta riguardano:

  1. aumento da 30 a 45 mila euro del Tfs subito agli statali che decidono di andare in pensione prima con la quota 100;
  2. riconoscimento di contributivi figurativi di 3 anni per ogni donna di età superiore ai 50 anni e che abbia maturato almeno 20 anni di contributi o un anticipo dell'età anagrafica di 4 mesi per le donne per ogni figlio avuto, fino ad un massimo di 12 mesi, per raggiungere più facilmente la pensione finale;
  3. misure per agevolare l’uscita degli esodati rimasti senza lavoro prima del 2011 e oggi disoccupati con le ultime novità pensioni;
  4. permettere alla lavoratrici madri con un figlio disabile di andare in pensione con 35 anni di contributi invece di 38, abbassando la quota da 100 a 97;
  5. riscatto agevolato della laurea anche per chi ha iniziato a lavorare prima del 1996;
  6. aumenti per pensioni di invalidità 2019;
  7. accesso alla pensione di cittadinanza anche a nuclei con anziani che hanno meno 67 anni se in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza e anche agli anziani che vivono con un disabile di età inferiore.

E il simulatore ufficiale dell'INPS online per calcolare l'importo di quota 100, quanto spetta

Sempre questa settimana che si apre è molto atteso il software aggiornato ufficiale per il calcolo della pensione finale in particolare con la quota 100. E’ stato annunciato entro il 20 febbraio per cui al massimo in questi giorni dovrebbe essere rilasciato per rispettare le promesse e si tratta di una novità attesa anche perché la dirigente dell'Inps, Gabriella Di Michele, ha rassicura sul fatto che i tempi saranno rispettati e non ci saranno problemi e ritardi nel pagamento delle nuove pensioni, confermando che il termine di lunedì primo aprile sarà rispettato.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: