Pensioni novità oggi lunedì esempi uscita e tempi reali quota 100, pensione anticipata, opzione donna 4 Febbraio

Come funzionano le finestre per la pensione effettiva con le ultime novità pensioni: quali sono quelle previste ed esempi

Pensioni novità oggi lunedì esempi uscit

Pensioni venerdi finestre date esatte esempi

Per andare in pensione con le ultime novità approvate di quota 100, pensione anticipata con i vecchi requisiti, opzione donna proroga per il 2019, bisogna come sempre presentare domanda di pensionamento quando si maturano i requisiti ma per l’uscita effettiva, come confermano le ultime notizie ad oggi venerdì primo febbraio, bisognerà attendere le finestre stabilite, periodo di tempo che intercorre tra la maturazione del diritto alla pensione e l’uscita effettiva dal lavoro. Vediamo quali sono le finestre previste dalle ultime novità pensioni.

Novità pensioni e finestre: come funzionano

Il meccanismo delle finestre introdotto dal decreto pensioni è stato illustrato nella circolare 11/2019 dell’Inps. Stando a quanto confermano le ultime notizie, sono previste diverse finestre per le novità pensioni di quota 100, per cui le finestre sono di tre mesi per i lavoratori privati e di sei mesi per i lavoratori pubblici; le finestre, invece, previste per l'uscita con opzione donna sono di 12 mesi per le lavoratrici dipendenti e di 18 mesi per le lavoratrici autonome; mentre le finestre previste per la pensione anticipata sono di tre mesi per tutti.

I dipendenti pubblici che quest’anno vogliono andare in pensione con la novità pensione di quota 100 effetto della finestra mobile di sei mesi devono, per esempio, aver presentato la domanda entro giovedì 31 gennaio se vogliono uscire con la prima decorrenza utile, cioè al primo agosto, considerando, appunto, la finestra dei sei mesi e che la decorrenza della pensione effettiva è dal primo giorno successivo alla finestra, e devono aver anche presentato la domanda di collocamento a riposo all’amministrazione di appartenenza, per cui è richiesto un preavviso di sei mesi rispetto alla decorrenza della pensione.

Pensioni novità uscite con finestre: date ed esempi

Alla luce dei tempi delle finestre sopra riportate per ogni tipologia di novità pensione che si sceglie per l’uscita quest’anno, i tempi della stessa uscita saranno chiaramente diversi. Riportiamo di seguito esempi di pensione con quota 100, opzione donna e pensione anticipata in modo da fornire una idea su quando si potrebbe andare effettivamente in pensione.

Partendo alla pensione con quota 100 a 62 anni di età e 38 anni di contributi:

  1. i lavoratori privati iscritti al Fondi dipendenti, artigiani, commercianti, gestioni sostitutive o gestione separata che decidono di andare in pensione con quota 100 devono calcolare una finestra di tre mesi e la pensione decorre dal primo giorno del mese successivo alla finestra. Per esempio se maturano i requisiti richiesti il 20 maggio potranno effettivamente uscire il primo settembre;
  2. i lavoratori privati iscritti a Ipost, FS ed Ex Inpdap che decidono di andare in pensione con quota 100 devono calcolare una finestra di tre mesi e la pensione decorre dal primo giorno mese successivo alla finestra. Per esempio se maturano i requisiti richiesti il 20 maggio potranno effettivamente uscire 21 agosto;
  3. i lavoratori pubblici che decidono di andare in pensione con quota 100 devono calcolare una finestra di sei mesi e la pensione decorre dal primo giorno del mese successivo alla finestra. Per esempio se maturano i requisiti richiesti il 20 maggio potranno effettivamente uscire il primo dicembre.

Per la pensione con opzione donna con requisiti maturati entro il 31/12/2018

  1. le lavoratrici dipendenti private iscritte a Fondi dipendenti o gestioni sostitutive che decidono di andare in pensione con opzione donna devono calcolare una finestra di 12 mesi e la pensione decorre dal primo giorno del mese successivo alla finestra. 
  2. le lavoratrici dipendenti private iscritte a Ipsot, Fs che decidono di andare in pensione con opzione donna devono calcolare una finestra di 12 mesi e la pensione decorre dal primo giorno successivo alla finestra. 
  3. le lavoratrici dipendenti pubbliche iscritte all'Ex Inpdap che decidono di andare in pensione con opzione donna devono calcolare una finestra di 12 mesi e la pensione decorre dal primo giorno successivo alla finestra. 
  4. le lavoratrici autonome iscritte al Fondo artigiani, commercianti, gestione separata dell'Inps, coltivatori diretti, che decidono di andare in pensione con opzione donna devono calcolare una finestra di 18 mesi e la pensione decorre dal primo giorno del mese successivo alla finestra. 

Per la pensione anticipata con blocco delle aspettative di vita e requisiti pertanto fermi a 42 anni e dieci mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e dieci mesi di contributi per le donne:

  1. per lavoratori privati iscritti a tutte le gestioni che decidono di andare in pensione anticipata la finestra da calcolare è di tre mesi e la pensione decorre dal primo giorno del mese successivo alla finestra. Per esempio se maturano i requisiti richiesti il 20 maggio potranno effettivamente uscita il primo settembre;
  2. per lavoratori pubblici iscritti a gestioni esclusive che decidono di andare in pensione anticipata la finestra da calcolare è di tre mesi e la pensione decorre dal primo giorno successivo alla finestra. Per esempio se maturano i requisiti richiesti il 20 maggio potranno effettivamente uscire il 21 agosto.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: