Pensioni novità oggi martedì Quota 92 e altri emendamenti quota 100, quota 41, opzione donna, pensioni anticipate, invalidità

di Marianna Quatraro pubblicato il
Pensioni novità oggi martedì Quota 92 e

Pensioni novita Quota 92 altre modifiche

Slitta il voto in Senato sul decreto pensioni: possibili modifiche alle ultime novità pensioni presentate da Nannini. Quali sono

Slitta il voto in Senato sul decreto pensioni. Dopo aver già rimandato tutti gli emendamenti sulle pensioni (circa 60) alla Camera per nuove discussioni, anche relativamente alle coperture, le ultime notizie confermano uno slittamento del voto al decreto pensioni in Senato. Avrebbe dovuto tenersi ieri o al massimo entro oggi martedì 26 Febbraio, ma stando alle ultime e ultimissime notizie, il voto sarebbe slittato a domani mercoledì o anche giovedì. E cosa sta succendo in Parlamento per le novità per le pensioni  in Senato ora, dunque? Vi sono i discorsi che tengono i vari partiti politici che spiegano cosa avrebbero fatto e le loro richieste di modifiche e novità su quota 100, pensioni anticipate, opzione donna. Oggi vi saranno i discorsi della maggioranza ( di cui vi daramo aggiornamenti nella nostra logia di una completa informazione a 360 gradi, apolitica), ieri c'è stato quello del On. Nannicini riguardante la sua posizione quella del Pd sulle novità per le pensioni e cosa avrebbero fatto se fossse stato il Pd al Governo e gli emendamenti presentati, bocciati, finoad ora per modificare quota 100 e gli altri interventi per le pensioni anticipate.

Pensioni oggi lunedì, la relazione di Nannicini su novità quota 100, quota 41, opzione donna proroga, pensioni anticipate, pensioni invalidità, disabili

Nel frattempo, il senatore Tommaso Nannicini, nella sua relazione in Aula a Palazzo Madama, ha puntato il dito contro la mancata volontà, finora, a parte del governo di aprirsi a modifiche per le ultime novità pensioni. Nannicini ha, infatti, sottolineato la chiusura a tutte le modifiche presentate alle ultime novità pensioni approvate di quota 100, opzione donna, pensioni anticipate e anche relativamente agli invalidi, svilendo, come da Nannicini stesso riportato, il ruolo dei parlamentari di minoranza e maggioranza.

Diverse le critiche sollevate dal Pd in Commissione e diverse anche le proposte di modifica presentate, a partire dalle necessarie risorse economiche per l’attuazione di tutte le novità pensioni definite. Secondo Nannicini, si tratta di risorse ingenti che verrebbero investite per misure che non prospettano alcun effetto positivo, soprattutto per la crescita economica del Paese. E anzi: le ultime novità pensioni potrebbero addirittura effetti redistributivi particolarmente iniqui, prospettando una Fornero 2 ben più pesante e rigida, considerando i costi e la difficoltà di un reale interscambio generazionale.

Partendo dalla novità pensioni di quota 100, Nannicini sottolinea, infatti, come si tratti di una misura che non supera l’attuale riforma pensioni, essendo solo una misura sperimentale, al momento della durata di tre anni. Ciò significa che se si maturano i requisiti richiesti fino alla fine del 2021 se ne può fare richiesta, mentre oltre tale data non sarà più possibile e verrebbero così discriminati tutti coloro che non hanno avuto la ‘fortuna’ di maturare i requisiti richiesti in questi tre anni, come sorta di lotteria dove uno può fare bingo, aumentando in questo modo disparità e privilegi che nelle pensioni ci sono già e sono pure tanti. E questa è la prima ingiustizia. Nel decreto pensioni non si fa poi alcun accenno alla questione esodati, lasciando aperto un altro importante e pesante capitolo che merita invece di avere un punto così come per i precoci, usuranti, disoccupati, ma anche l'aumento delle pensioni di invalidità e per i disabili. E tra l'altro Nannicini sottolinea che quota 100 non è la vera quota 100 (età+contributi), e questo non può che creare ulteriori disparità, andando a scapito dei lavoratori più deboli e che avrebbe bisogno di andare in pensione (come appunto i lavoratori precoci e usuranti, chi cura un disabile, chi è senza lavoro)

A questa situazione si aggiunge poi uno stop e non un incentivo al ricambio generazionale a lavoro, perché è vero che migliaia di persone hanno presentato domanda di pensione con la quota 100, ma è anche vero, come confermano le ultime notizie, che le assunzioni, soprattutto nel pubblico impiego, sono al momento bloccate.

Pensioni quota 92 per usuranti, precoci, disabili e opzione donna estesa tra le novità del Pd oggi martedì

Dalla relazione presentata da Nannicini in Senato sono anche emerse le posizioni e le idee del Pd per modificare le ultime novità pensioni, idee al momento rimaste inascoltate. Nanninici ha, infatti, spiegato, come riportano le ultime notizie, cosa avrebbe fatto il Pd, e vale a dire non quota 100 subito per tutti, ma quota 92 per disoccupati, disabili, precoci, usuranti, mostrando, dunque, un’apertura nei confronti di queste ultime categorie di persone e non con quota 41 per tutti ma, appunto, quota 92 che sarebbe stato un inizio di quota 41. 

Per la quota 92 sarebbero state due le ipotesi al vaglio: o riprendere ape social a 62 anni di età e 30 anni di contributi per disoccupati e persone svantaggiate; o definire un meccanismo simile alla quota 100, vale a dire somma di età anagrafica ed età contributiva, per il raggiungimento della quota 92 anzicchè 100 ma non per tutti, sempre per categorie di persone come disoccupati, lavoratori gravosi e usuranti, persone con disabilità o familiari che si prendono cura di persone con disabilità, perché, come lo stesso Nannicini ha sottolineato, vi sono categorie di lavoratori per cui anche la quota 100 risulta ‘pesante’, come un lavoratore edile che a sessantadue anni deve ancora salire su un'impalcatura.

E poi l'estensione donna di tre anni come quota 100 per poi superarla definitivamente per giungere ad una nuova forma di pensione e uscita anticipata per le donne ad hoc.dell’opzione donna; erogazione di una pensione contributiva di garanzia per i giovani che non hanno la certezza di un futuro previdenziale a casa di carriere discontinue o redditi bassi.

E' da sottolineare, comunque, come quest forme, comunque, interessanti, ad onor del vero non sono state prese in considerazione quando il Pd era la maggioranza. Ma su questo Nannicini e non solo lui nel Pd fa una forte autocritica dicendo che per le novità per le pensioni non è stato fatto abbastanza ed è stato un grave errore

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Puoi Approfondire