Pensioni novitÓ oggi giovedý disponibili soldi per migliorare pensioni anticipate, quota 41, quota 100, opzione donna

Potrebbero avanzare milioni di euro dai soldi stanziati per quota 100 e reddito di cittadinanza: come impiegare i soldi e ipotesi ad oggi mercoledý 17 Aprile anche per le novitÓ per le pensioni

Pensioni novitÓ oggi giovedý disponibili

Pensioni novita oggi martedi spunta tesoretto

Tra le ultime notizie per le pensioni oggi giovedì 18 Aprile 2019 c'è sicuramente la disponibilità di nuovi soldi, un cosidetto tesoretto, per migliorare le novità per le pensioni, sia quota 100, che opzione donna per il 2020, ma anche per le pensioni anticipate ealmeno un inizo di quota 41. Ma su questa novità dell'ultima ora si scatenano già idee differenti e una serie di contrasti per prendere queste risorse per altri temi.
 

Un tesoretto di qualche centinaia di milioni di euro ( ma anche 1-2 miliardi )da investire per ulteriori miglioramenti alle novità pensioni o altre misure: le ultime notizie ad oggi mercoledì 17 Aprile, all’indomani dell’accoglimento delle prime domande per reddito di cittadinanza e quota 100, confermano che avanzeranno diversi soldi da quelli stanziati proprio per l’attuazione delle nuove misure approvate di quota 100 e reddito di cittadinanza. Ma quanti soldi avanzeranno realmente? E in quali altre misure saranno impiegati i soldi avanzanti?

Novità pensioni: spunta tesoretto inatteso

Stando alle recenti dichiarazioni rilasciate dal vicepremier Di Maio, dovrebbe avanzare qualche centinaio di milioni di euro dal reddito di cittadinanza, che si sommerà ai risparmi che dovrebbero derivare, secondo le stime, anche dai soldi stanziati per la quota 100.

Con particolare riferimento al reddito di cittadinanza, le ultime notizie confermano che sono state accolte le prime 487.667 pratiche accolte (il 72% delle domande lavorate, 680.965 su 806mila presentate) cui dovrebbe essere erogato, stando a quanto reso noto dal nuovo presidente Inps, un importo medio di 520 euro al mese.

Ciò che si sa è che dei 5,6 miliardi di euro stanziati per quest’anno ne saranno impiegati circa 2,8, considerando sempre, però che le domande per avere il reddito di cittadinanza continueranno ad arrivare mese per mese ma, di contro, si saranno anche coloro che perderanno il beneficio perché troveranno una nuova occupazione. E ciò significa che parte dei 2,8 miliardi non ancora impegnati nel 2019 saranno risparmiati.

Risparmi attesi anche dalla quota 100 (per cui sono stati stanziati 3,8 miliardi di euro), considerando che le domande di pensione accettate finora sono circa l’80% del numero totale, 93 mila su 117 mila presentate, circa un terzo delle 290 mila pensioni previste dal governo.

Considerando che per il reddito di cittadinanza sarebbe prevista una spesa 7,1 miliardi nel 2020, 7,3 miliardi nel 2021 e 7,2 miliardi l’anno a partire dal 2022; e per la quota 100, 7,8 miliardi nel 2020, 8,3 nel 2021, e 7,8 nel 2022, complessivamente le due misure avrebbero un costo totale più di 55 miliardi di euro per il periodo 2019-2022. Con qualche eventuale avanzo da reinvestire, che potrebbe avriare da qualche centinaio di milioni di euro a 1-2 miliardi.

Pensioni e nuovo tesoretto: come saranno usati i soldi e ipotesi

Eventuali soldi in più, stando a quanto riportano le ultime notizie, potrebbero essere investiti per migliorare le novità pensioni già approvate, da quota 100 a pensioni anticipate a opzione donna, puntando innanzitutto su un inizio di quota 41 che però avrebbe dei paletti e delle condizioni, perchè quota 41 per tutti avrebbe, comunque, un costo compreso tra i 7 e i 10 miliardi di euro. Sarebbe comunque un inizio, senza,però, dimenticare che ci sono altre novità per le pensoni che attendo miglioramenti e sviluppi come gli aumenti attesi per le pensioni di invalidità e disabili.

All’indomani, infatti, dell’irrisorio aumento di 50 euro approvato con la nuova legge pensioni che, tra l’altro, non spetta a tutti ma solo a nuclei familiari di almeno quattro persone e con un membro che sia disabile, l’impegno del governo è quello di recuperare ulteriori soldi per garantire a tutti un aumento reale e importante per un miglioramento effettivo della qualità della vita.

E poi c'è il migliramento di quota 100 per disoccupati e per determinate categorie o le donne con bonus figli, l'opzione donna strutturale o proroga di un anno e l'elimnazione delle finestre di uscita, senza dimenticare gli esodati.. Tutti interventi che hanno dei costi, alcuni minori, altri più grandi (il massimo è appunt quota 41) e che dipendendono dalle risorse finanziarie che saranno effettivamente disponibili.

Ma non solo. Anche dalla volontà e dalle scelte politiche. Stando a quanto riportano le ultime notizie, il vicepremier Di Maio, che ha dato per primo la notizia ufficiale di questo tesoretto, sembra voler puntare più sulla famiglia: nel def, infatti, è presente anche un’annotazione che fa riferimento alle pensioni, prospettando miglioramenti per quota 100 e reddito di cittadinanza, ma è presente un capitolo ampio con misure per la famiglia, come bonus pannolini e simili, e un capitolo per una nuova flat tax, che sembrano quelli dove si vuole investire di più.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: