Pensioni novitÓ oggi mercoledý dal Premier Conte su quota 100, opzione donna, quota 41

Quali sono le posizioni del premier Conte su novitÓ pensioni e ulteriori misure per la prossima Legge di Bilancio 2020: le novitÓ oggi mercoledý 10 Settembre 2019

Pensioni novitÓ oggi mercoledý dal Premi

Pensioni novita mercoledi Premier Conte discorso

Importanti novità per le pensioni oggi mercoledì 11 Settembre con interessanti ultime notizie e ultimissime.

Dopo aver parlato con soddisfazione di alcune misure importanti messe in atto dal precedente governo Lega-M5S, tra cui reddito di cittadinanza e quota 100 per andare in pensione a 62 anni di età e 38 anni di contributi, il premier Conte in occasione del discorso alla Camera per la fiducia a novo governo Pd-M5S, ha parlato di tante cose ancora da fare, di provvedimenti che il nuovo governo deve definire con consapevolezza e coraggio, a partire dalle misure che dovranno essere inserite nella prossima Legge di Bilancio 2010. Quali sono le novità prospettate dal premier Conte per pensioni e non solo?

Novità pensioni da premier Conte: cosa aspettarsi per prossima Manovra

Stando a quanto riportano le ultime notizie ad oggi mercoledì, il premier Conte avrebbe parlato dell’impegno importante che attende il nuovo governo sulla prossima Manovra che sarà il risultato di scelte e decisioni importanti.

Tanti i riferimenti diretti ad alcune misure, nulla di specifico per le novità pensioni. Nulla, in particolare, è stato detto in riferimento alla quota 41 per tutti senza alcun paletto o condizione, come aveva invece promesso la Lega, per permettere a tutti i lavoratori di andare in pensione con 41 anni di contributi e a prescindere dal requisito anagrafico.

Probabilmente per alcune categorie di persone considerate svantaggiate, vale a dire disoccupati, precoci e usuranti, si potrebbero definire miglioramenti della quota 100 che possano essere considerati un primo passo verso la quota 41 per tutti. Nulla è stato detto anche in riferimento agli esodati, alcuni dei quali attendono ancora soluzioni per l’uscita definitiva, esclusi dalle precedenti salvaguardie.  

Diversa, invece, la situazione per quanto riguarda opzione donna: tra i 29 punti del nuovo programma di governo firmato Pd-M5S figura nero su bianco l’ulteriore proroga dell’opzione donna al 2020 e il premier ha dato nuova conferma della misura che ancora una volta il prossimo anno permetterà a tutte le donne lavoratrici dipendenti e autonome, che ne abbiano i requisiti e accettino il calcolo di assegni pensionistici finali anche ridotti, di andare in pensione prima.

Novità quota 100 da premier Conte

Con particolare riferimento alla quota 100, il premier Conte non ha esplicitamente parlato della misura ma si tratta di un silenzio da interpretare di conferma alle ultime notizie emerse. Stando, infatti, a quanto riportato dalle ultime notizie, la quota 100, nonostante la contrarietà di diversi esponenti del Pd, dovrebbe rimanere così com’è fino alla sua naturale scadenza di misura sperimentale, vale a dire fino al 2021.

Del resto si tratta di una conferma data solo qualche giorno fa già dal sottosegretario alla presidenza del consiglio, Riccardo Fraccato. Lo stesso premier, contrariamente a quanto affermato dalla Lega, secondo cui sarebbe intenzione del nuovo governo cancellare la quota 100 per un ritorno alla riforma Fornero, ha invece affermato che è intenzione del governo appena formato rafforzare e migliorare il welfare, con misure a sostegno di famiglie numerose e invalidi e disabili, confermando, tra le righe, anche in tal senso l’impegno dell’attuale esecutivo anche a favore dei disabili che sono stati particolarmente delusi dalle decisioni del precedente governo.

Altre misure annunciate dal premier Conte

Oltre al capitolo pensioni, quali sono state le altre misure annunciate dal premier Conte durante il suo intervento alla Camera? Se in riferimento alle pensioni, ad eccezione della proroga per opzione donna 2020, non sono stati fatti riferimenti espliciti alle possibili ulteriori novità che potrebbero essere inserite nella prossima Legge di Bilancio, diversa è stata la posizione su altre misure su cui il governo si prepara a lavorare concretamente, tra cui:

  1. taglio del cuneo fiscale;
  2. riforma della giustizia, sia civile che penale;
  3. nuove assunzioni soprattutto nella sanità e nella scuola;
  4. introduzione del salario minimo;
  5. asili nido gratis per famiglie con redditi bassi;
  6. parità di genere per gli stipendi;
  7. legge sulla rappresentanza sindacale;
  8. revisione del decreto sicurezza bis;
  9. misure di sostegno all’occupazione per giovani e donne soprattutto del Sud;
  10. garantire scuole e servizi di qualità;
  11. misure per la conciliazione di lavoro e vita familiare;
  12. maggiori investimenti per scuola e università;
  13. rinnovamento di tutti i settori, a partire dalla P.A.;
  14. maggiori investimenti in tecnologia e innovazione;
  15. strategie di lavoro per la difesa dell’ambiente;
  16. potenziare, rafforzare e rimodernare le infrastrutture.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ti Ŕ piaciuto questo articolo? star

Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":


di Marianna Quatraro pubblicato il