Pensioni novitÓ oggi giornata fondamentale per quota 100, aspettative vita mercoledý 30 Gennaio

di Marianna Quatraro pubblicato il
Pensioni novitÓ oggi giornata fondamenta

Pensioni oggi mercoledý 30 giorno decisivo novita

Giornata molto importante per il Governo con conseguenza potenziali anche per le novitÓ per le pensioni come quota 100, blocco aspettative di vita, opzione proroga donna, Ape Social proroga

Pensioni novità oggi e ultime notizie e ultimissime oggi mercoledì 30 Gennaio: I toni incominciano a farsi incadescenti e dopo che il M5S oggi ha rinnovato la sua decisione di votare per il sì al processo a Salvini, Fedriga della Lega ha subito dichiarato " Se è così, si discute tutto, non vale più niente". Una situazione da monitorare con attenzione, i problemi per le novità per le pensioni potrebbero essere quelli scritti SOTTO, difficile pensare, impossibile, che tutot venga cancellato, ma è una situazione da monitorare.
 

Si prospetta una giornata molto importante e decisiva quella di oggi mercoledì 30 gennaio soprattutto per l’autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell'Interno Matteo Salvini per il caso Diciotti. E si tratta di una situazione che, come confermano le ultime notizie, continua a creare tensioni nella maggioranza con delle posisbili conseguenze anche sull'azione del Governo e delle novità per il decreto pensioni con quota 10, opzione donna prorga, aspettaive di vita, e reddito di cittadinanza.

Posizioni politiche caso Salvini e intreccio con novità per le pensioni

Stando alle ultime notizie, la posizione del vicepremier Matteo Salvini sul caso Diciotti e autorizzazione al processo si starebbe facendo sempre più intricata.  Tutto è iniziato quando il tribunale di Catania ha chiesto l'autorizzazione a procedere contro Matteo Salvini per il reato di sequestro di persona per il caso della nave Diciotti e ora sulla vicenda deve pronunciarsi il Senato: tocca ai senatori, infatti, decidere se mandare o meno a processo Salvini. Nonostante il rischio, il vicepremier continua a non fare passi indietro e a voler confermare la sua posizione nei confronti degli sbarchi in Italia. Non teme, dunque, alcun processo Matteo Salvini anche se, stando a quanto riportano le ultime e ultimissime notizie, ha chiesto che il processo non ci sia.

Una posizione diversa da quella di qualche giorno fa, quando non sembrava avere alcun problema, così come controversa sembra la posizione del Movimento 5 Stelle. Se, infatti, i pentastellati sarebbero pronti a votare sì all’autorizzazione a procedere per il processo contro Salvini, il ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha chiaramente spiegato in questi giorni come la decisione sulla nave Diciotti non sia stata presa da Salvini da solo ma insieme allo stesso Toninelli, al presidente del Consiglio e tutto il governo, motivo per il quale, ha spiegato il ministro, se si processa Salvini bisognerebbe processare anche lui e tutto il governo. E, infatti, il premier Conte e il vicepremier Di Maio hanno chiaramente affermato di essere pronti a farsi processare insieme.

E il vicepremier Di Maio ha anche sottolineato che non c'è alcuna turbolenza con Salvini e che ciò di cui si parla non è il processo al ministro dell'Interno ma a tutto il governo, perché la decisione è stata collegiale. Dal canto suo, il deputato Emilio Carelli ha ammesso, stando a quanto riportano le ultime notizie, che non sa ancora se il M5S voterà sì o no all’autorizzazione a procedere perché le cose sono cambiate. Uno spacco, dunque, e anche bello grande all’interno della maggioranza, spacco che dovrebbe risolversi in queste ore con il pronunciamento ufficiale del Senato. Per i capigruppo della Lega al Senato e alla Camera, Massimiliano Romeo e Riccardo Molinari, mandare a processo Salvini significa voler processare il governo. Lega e Fratelli di Italia, come già noto, voteranno no.

Pensioni novità e caso Diciotti: cosa potrebbe accadere

Ma cosa potrebbe accadere con la votazione di oggi per le novità pensioni di quota 100, proroga 2019 ape social e opzione donna, pensione anticipata con blocco delle aspettative di vita? Se il voto all’autorizzazione a procedere sarà no, tutto dovrebbe continuare a percorrere la strada intrapresa. Non si sarebbe alcun processo al vicepremier, all’interno della maggioranza sarebbe tornato ‘il sereno’, quanto meno in apparenza, e l’iter parlamentare potrebbe partire esattamente come previsto.

Se, però, ci fosse l’autorizzazione a procedere contro Salvini, facendo finire nel mirino l’intero governo, il rischio è una caduta dello stesso governo che porterebbe tutto a bloccarsi e probabilmente a riardare di molto lauscite dell epensioni e far slittare i tempi, nonostante già da ieri si possono fare le domande. Molto difficile, invece, che una nuova maggioranza o un Govern tecnico possa cancellare l'attuale normativa e l'iter in essere pe rle novità per le pensioni. 
Da sottolineare, però, che al momento la caduta del Governo, pur possibile, non appare così probabile

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: