Pensioni novitÓ oggi giovedý se cade Governo conseguenze quota 100, pensione anticipata, opzione donna oggi 7 Febbraio

Cosa succede se cade il Governo alle novitÓ per le pensioni di quota 100, opzione donna proroga, pensione anticipata per chi deve fare domanda o ha giÓ fatta domanda di pensione?

Pensioni novitÓ oggi giovedý se cade Gov

Pensioni mercoledi rischi novita Governo cade

Pensioni Novità oggi e ultime notizie e ultimissime quota 100, pensioni anticipate 42 anni e 10 mesi uomini e 41 anni e 10 mesi donne, prroga opzione donna, Ape Social proroga, aspettative di vita oggi giovedì 7 Febbraio:  Dopo gli scenari del Corriere della Sera disegnati per una possibile caduta del Governo M5s-Lega, i motivi e i tempi, oggi giovedì 7 Febbraio anche Repubblica esce con una possibile conferma della caduta del Governo con Salvini tentato a fare un nuovo centrodestra tanto è vero che nella giornata di oggi farà in Abruzzo un comizio con Berlusconi e la Meloni. L'idea di Salvini è quella di ricure i rapporti con la Meloni stessa, ma anche con Fitto e Toti per prepare una nuova coalizione. Di Maio, nelle ultime notizie e ultimissime, si dice che sia preoccupato soprattutto perhè la Tav non passerà e questo potrebbe creare una rottura con Salvini definitiva, anche se lo stesso di Maio ha detto ai suoi di cercare di portare avanti il Governo. Nel frattempo, la domanda che in molti si fanno è la seguente, ma le novità per le pensioni sono in pericolo? Cosa succede alle domande per quota 100, opzione donne, pensione anticipata se il Governo dovesse cadere? Ecco le risposte SOTTO e le precauzioni che la stessa INPS, Patronati e Caf indicano di mettere per evitare eventuali problemi.
 

Il caso della nave Diciotti, ma non soltanto quello come riferisce il Corriere della Sera (e non solo) in prima pagina oggi mercoledì 6 Febbraio, pomo della discordia: unisce e divide il governo e, stando alle ultime notizie, avrebbe incrinato il tanto decantato legame tra i vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini, prospettando rischi di una caduta del governo con Toninelli e altri esponenti importanti che si dicono pronto a lasciare a da ambedue le parti.

Vi sono diversi scenari che potrebbero aprirsi e portare a rischi di tenuta del governo con potenziali ripercussioni sull’iter di alcuni provvedimenti ancora da chiudere ufficialmente, come il decreto pensioni di quota 100, proroga opzione donna 2019 e pensione anticipata con blocco delle aspettative di vita, attualmente in Parlamento.

E, infatti, una domanda che viene posta frequentemente è la seguente,  "Cosa succede se il Governo cade alle novità per quota 100, opzione donna, pensioni anticipate con 42 anni e 10 mesi di contributi per uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne? "o " Ho fatto domanda per quota 100, cosa succede se cade il Governo?" oppure  " La faccio o non la faccio la domanda di quota 100 prima che il decreto venga convertito in legge"?. Prima di rispondere a questi quesiti, cerchiamo di cambiare come stanno evolvendo gli scenari e quando ci potrebbe essere questa presunta caduta del Governo Lega-M5S.

Pensioni e rischio tenuta governo: prospettive e scenari

Le ultime notizie politiche che vedono protagonista Matteo Salvini in merito al caso Diciotti sembrano aver incrinato l’equilibrio tra lo stesso Salvini e il collega Di Maio che, stando alle ultime notizie, nel cambiamento di atteggiamento del leader della Lega nei confronti di un processo per cui si era inizialmente dichiarato disponibile ad affrontare e che poi ha chiesto di non avviare, avrebbe visto l’intenzione cercare l’incidente e dividere lo stesso M5S. D’altro canto, a Salvini non sono piaciuti gli ultimi atteggiamenti del collega Di Maio su richiesta del Tribunale dei ministri di Catania, posizione sulla Tav e posizione sulla crisi venezuelana. Che si prospetti un divorzio in vista?

Si tratta di uno scenario che sembrerebbe sia stato anticipato sia da fonti dei pentastellati sia da esponenti della Lega che, stando a quanto riportano le ultime notizie, confermerebbero il fatto che Salvini sia stanco e si stia già facendo alcuni calcoli, conclusione cui sarebbero arrivati dopo che lo stesso leader della Lega avrebbe chiesto conto di alcuni provvedimenti in cantiere. E la nomina alla Consob del ministro per gli Affari europei è la massima espressione della difficoltà di una coalizione incapace di trovare soluzioni adeguate e costretta a mosse inaspettate. Non sembra vi sia più spazio per compromessi e mediazioni e la situazione potrebbe diventare sempre peggiore, soprattutto in vista delle prossime europee di maggio.

Stando alle ultime notizie, proprio in vista delle europee, mentre è tornato chiaramente e prepotentemente alla ribalta Berlusconi  che ha annunciato la sua candidatura ‘demolendo’ letteralmente il governo del M5S definendolo il male del nostro secondo, potrebbe prospettarsi la caduta dell’attuale governo frutto dell’alleanza tra Lega e pentastellati. Il corriere della Sera, infatti, come possibile periodo della rottura indica prima delle elezioni europee che si terranno a maggio ed è importante considerare questa data anche per rispondere alle novità sulle pensioni.

Rischi caduta governo, lo scenario di un Governo tecnico

Il vicepremier Salvini assicura, però, che il governo non cadrà e andrà avanti in ogni caso, sia che il M5S voti sì o no all’autorizzazione a procedere nei suoi confronti, convinto soprattutto del fatto che anche in caso di crisi il presidente della Repubblica Mattarella non permetterebbe mai al momento di andare al voto e farebbe un Governo tecnico dove la Lega avrebbe un ruolo importante. Anche questo scenario del Governo tecnico è importante per capire come potrebbe capire alle domande per le pensioni.

I rischi di una caduta del Governo per le novità per quota 100, opzione donna, pensioni anticipate e aspettative di vita

Dopo aver analizzato i vari scenari, possiamo parlare ora di quello che potrebbe accere per le novità per le pensioni e il decreto delle pensioni che sta viaggiando in Parlamento con un iter assolutamenre veloce e al momento senza grandi problemi e rispondere così alla domanda iniziale.

Il decreto è entrato in Parlamento il 30 gennaio, a questo punto entro 60 per legge deve essere convertito, quindi entro il 30 Marzo circa deve essere licenziato, ma anche prima se la finestra per quota 100 per i dipendenti di aziende private sarà il 1 Aprile. Entro queste date, il Governo non rischia di cadere. Al massimo potrebbe cadere in Aprile, ma non prima come dice il Corriere della Sera.

A questo primo elemento di sicurezza, ve ne è un secondo, ovvero che se dovesse cadere non si andrebbe ad elezioni subito, ma sifarebbe un Governo tecnico al 90%, e non si toccherebbero assolutamene le novità per le pensioni che al momento vedono già oltre 20mila richieste in costante aumento, altrimenti si rischierebbe di creare nuovi esodati senza nessun senso e con ricadute sui propri voti difficili da immaginare per qualsiasi partito che prendesse uan decisione simile.

Quindi si può fare domanda tranquillamente, solo considerando questi due elementi.

Ma, agli stessi sportelli Caf e Patronati, per rispondere alle preoccupazioni di alcuni che stanno facendo domanda, consigliano se è per opzione donna o, comunque, se non ci sono scadenze estramentemente urgenti di aspettare la conversione del decreto a metà marzo (più o meno) oppure di fare domanda con data 1 Aprile e di dare le dimissioni quando il decreto sarà convertito in legge (se si ha circa un mese nel proprio contratto come tempo per dare le dimissioni) Oppure se vengono richiesti dalla propria azienda più mesi, si può fare domanda e inviare subito una lettera alla propria azienda dove si comunica le proprie dimissioni subordinatamente alla conversione del DL

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: