Pensioni novitÓ oggi mercoledý nuovi emendamenti e ammessi, bocciati quota 100, opzione donna, pensioni anticipate, esodati

Due nuovi emendamenti e una lista di emendamenti approvati e bocciati che sono in fase di ultime definizione e ancora l'intervento della Ragioneria di Stato.

Pensioni novitÓ oggi mercoledý nuovi eme

Pensioni ultime notizie e ultimissime emendamenti quota 100, opzione donna, pensioni anticipate

Si va avanti nell'analisi degli emendamenti anche oggi mercoledì 20 Febbraio e finalmente iniziano a circolare alcune notizie ufficiali sugli emendamenti anche dell'ultima ora da parte di agenzia di stampa come Ansa, Agi, Adkronos, Asca, ma anche giornali come il Corriera delle Sera, Il SOle 24 Ore e Repubblica solo per citarne alcuni.

E sia oggi che domani sono giorni molto importanti, perchè se non ci fosse l'approvazione di un maxiemendamento oppure di uan serie di emendamenti il testo del decreto pensioni e reddito di cittadinanza per il voto in Senato difficilmente potrebbe arrivare venerdì (ma non ancora impossibile e si aprirebbero nuovi scenari e calendari che abbiamo spiegato in questo articolo con tutte le nuove date di quando il decreto pensioni potrebbe essere convertito in legge e così le domande per le nvoità di quota 100, opzione donna proroga, pensioni anticipate potrebbero essere finalmente accolte (se il 1 Aprile come comunicato o più tardi).

Aggiornamenti su emendamenti novità quota 100, opzione donna, pensioni anticipate e pensioni invalidi 2019, disabili.

Stando a quanto riportano le ultime notizie e ultimissime sulle pensioni e relativo decreto, dei 1570 emendamenti (molti dei quali anche relativi al reddito di cittadinanza) ne sono rimasti solo 60 da approvare o bocciare e che potrebbero anche rientrare in un maxiemendamento visto che sono perlopiù della maggioranza e che le trattative esterne alla Commissione Lavoro continuano.

Vi sono due nuovi emendamenti che dovrebbero essere approvati ovvero:

  • estensione da 60 a 120 rate mensili, per un importo minimo di 30 euro, del sistema per permettere ai lavoratori in attività dal primo gennaio 1996 di riscattare i periodi non coperti da contribuzione.
     
  • Alle donne con un figlio disabile permettere di avere uno sconto di 3 anni, quindi 35 anni di contribuzione, per poter andare in pensione con quota 100. Quindi potrebbero andare tutte le donne in questa condizione familiare con almeno 62 anni e 35 ani di contributi versati.

Al momento è stato bocciato l'emendamento per la revisione delle pensione dei sindacati, sul quale la Lega non pareva essere convinta. Potrbbe rientrare alla Camera, ma al momento è stato fermato.

Nulla come emendamenti neppure per opzione donna, vi sono solo due ODG, ma che come tutti gli ordini del giorno non valgono in pratica nulla.

Ma non cè solo la Commissione Lavoro che deve decidere

Uno dei problemi che starebbe facendo ritardare il tutto, è che la Ragioneria di Stato è chiamata non solo e on tanto ad analizzare gli emandamenti approvabili, ma soprattutto dovrebbe rifare i calcoli e dare il suo benestare sia al reddito di cittadinanza con i plaetti messi dalle Lega che bloccherebbe da subito 500mila persone alla possibile adesione e, poi, a capire se ci sono le coperture necessarie per un altro punto fondamentale per la Lega stessa ovvero l'aumento delle pensioni di invalidità 2019 e per i disabili all'interno delle pensioni di cittadinanza togliendo molti dei paletti come l'Isee enon solo, il che permetterebbe a molti di poter ricevere l'aumento a 780 euro. E su questo al momento c'è una sorta di blocco, in quanto, le risorse appaiono insufficienti e in attesa della risposta della Ragioneria di Stato, ua possibile decisione è quella di decidere solo alla Camera e di tenere sospesi gli emendamenti per le pensioni di invalidità e disabilità, come potrebbe facilmente accadere per il reddito di cittadinanza

Ultime notizie e ultimissime sugli altri emendamenti

Sopra abbiamo appena scritto di due emendamenti "nuovi" che dovrebbero essere approvato e di un terzo al momento bocciato. Tra gli altri emendamenti che dovrebbero essere approvati e che abbiamo più volte scritto davvero possibili vi è il Tfs per gli statali anticipato subito fino a 45mila euro, l'agevolazioni per il riscatto della laurea oltre alla facilitazioni per arrivare alle pensione per gli esodati, fortemente conetstai dai Gruppi di rappresentanza degli stessi esodati per la loro formulazione.

Incerti, rimangono ancora gli emendamenti in favore delle donne per quota 100 (e forse per le pensioni anticipate) ovvero contributivi figurativi di 3 anni per ogni donna con 20 anni di cotnributi e un figlio oppure una diminuzione delletà per andare in pensione prima di 4 mesi per ogni figlio, sempre per le donne, fino ad un massimo di tre figli (quindi 12 mesi). Di questi ne potrebbe, probabilmente, passare uno solo.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: