Pensioni novitÓ oggi per lunedý della settimana su quota 100, opzione donna, quota 41

di Marianna Quatraro pubblicato il
Pensioni novitÓ oggi per lunedý della se

pensioni novita quota 100 opzione donna 41

Le attese della settimana tra possibile maxiemendamento pensioni dal governo ed emendamenti Legge di Bilancio e ultime notizie riforma Fornero

La settimana che si appresta ad iniziare dovrebbe prevedere una serie di passaggi che potrebbero portare novità per le pensioni con particolare attesa per il maxiemendamento da parte del governo. Si tratta di novità per le pensioni attese che arriverebbero dopo una settimana appena conclusasi in cui si sono susseguite diverse nuove notizie sulle pensioni, dalle nuove proposte di riportare l’età pensionabile a 70 anni a errori clamorosi che hanno portato alla formulazione della Riforma Fornero delle pensioni.

Atteso maxiemendamento e prima analisi emendamenti Legge di Bilancio

L’attesa della settimana, stando a quanto riportano le ultime notizie ad oggi lunedì, è per il maxiemendamento del governo che, al di là degli emendamenti alle pensioni, dovrebbe contenere novità per le pensioni che ‘a sorpresa’ dovrebbero prevedere aumenti per le pensioni o miglioramenti e allargamento della platea per l’Ape social.

Per metà settimana, con tempi che potrebbero decisamente allungarsi, si attende anche la prima analisi degli emendamenti presentati alle novità pensioni, anche se, come confermano le ultime notizie, nessuno degli emendamenti presentati prevederebbe i miglioramenti che ci si aspettava per usuranti e precoci, donne e disoccupati. Sembrerebbe, però, in arrivo un deciso taglio degli emendamenti presentati da parte delle Commissioni.

Rimane sicura proroga opzione donna, Ape Social 2020 e quota 100 non dovrebbe aver nessun problema a continuare nel 2020, con le stesse finestre e caratteristiche attuali.

Molto probabile il passaggio anche dell'emendamento del Pd per risolvere il problema degli esodati, così come se ci sarà davvero il maximendamento del Governo (e quindi della maggioranza), ma occorre capire, appunto cosa ci sarà.

Tutti gli emendamenti, il maxi emendamento e la situazione aggiornata l'abbiamo vista in questo articolo nel dettaglio

Pensioni a 70 anni da tre realtà

Nell’attesa di capire quali saranno le novità pensioni reali per migliorare le uscite che saranno contenute nella prossima Legge di Bilancio, le ultime notizie riportano come siano diverse le parti che spingerebbero ad un ritorno alla piena riforma Fornero, cosa che porterebbe l’età pensionabile per andare in pensione ad aumentare fino a toccare i 70 anni nel giro di qualche anno.

Per Ocse, Itinerari Previdenziali e alcuni esponenti politici italiani, si dovrebbe tornare, infatti, alla piena attuazione del sistema che adegua l’età pensionabile alle aspettative di vita, meccanismo che porterebbe in 5-10 anni, l’età pensionabile a salire fino a 70 anni mantenendo sempre il requisito contributivo dei 20 anni almeno e lasciando i requisiti per la pensione anticipata fermi a 42 anni e dieci mesi di contributi per gli uomini e di 41 anni e dieci mesi di contributi per le donne.

Per un ritorno alla piena attuazione delle regole pensionistiche previste dalla riforma Fornero bisognerebbe, però, eliminare tutte le forme di flessibilità in uscita, da quota 100 a opzione donna ad ape, posizione assolutamente condivisa da Carlo Cottarelli, ex Commissario per la Spending Review.

La disamina dettagliata l'abbiamo riportata in questo articolo

Proposte flessibilità partiti politici e sindacati per superare Riforma Fornero

Si susseguono, intanto, le proposte da parte di partiti politici e sindacati per intervenire sulle pensioni. Le proposte per novità pensioni, in generale e in essere, presentate dai diversi partiti sono le seguenti. Tra le proposte del Pd vi sono:

  • uscita anticipata per tutti a 64 anni e almeno 20 anni di contributi;
  • quota 92, per andare in pensione a 62 anni e con 30 anni di contributi per disoccupati, lavoratori usuranti, invalidi o disabili o persone che se ne prendono cura;
  • cancellazione dei paletti per disoccupati per Ape Social;
  • allargamento della lista dei lavori usuranti;
  • bonus donne;
  • aumenti pensioni per invalidi e disabili.

Se dal M5S non sono arrivate ancora proposte concrete, la Lega rilancia su quota 41 per tutti senza alcun paletto, novità pensioni per le donne che vadano oltre l’opzione donna e aumenti concreti per invalidi e disabili.

Le proposte di modifiche pensioni dai sindacati prevedono invece:

  • riduzione dell’età pensionabile per tutti a 62 anni di età;
  • rivalutazione delle pensioni;
  • aumenti per pensioni di invalidità e disabilità;
  • quota 41 per tutti;
  • pensioni anticipate ad hoc per precoci, usuranti e disoccupati.

Tutte le proposte nel dettaglio le abbiamo viste in questo articolo comeprese quelle del centro-destra e della Lega

Errore alla base della riforma Fornero che ancora blocca reali novità e miglioramenti pensioni

Nel frattempo, proprio in questi giorni da un report di Itinerari Previdenziali sarebbe emersa una clamorosa notizia. La Riforma Fornero, infatti, sembrerebbe essere il risultato di un errore di valutazione dell’Istat.

L’Istituto avrebbe, infatti, calcolato il rapporto spesa pensionistica sul Pil su una percentuale del 16,1% quando la media europea al di sotto del 13%, numeri che hanno portato la Commissione europea a chiedere al nostro governo di definire misure urgenti per risolvere il gap esistente con gli altri Paesi.

Tuttavia, se la media sotto il 13% era riferita esclusivamente alla spesa pensionistica, il 16,1% italiano dell'Istat era la somma percentuale di spesa pensionistica e spesa assistenziale, per cui sottraendo la spesa assistenziale a quella prettamente previdenziale, i numeri dimostrano come anche il nostro sistema era perfettamente in equilibrio e quella riforma ancora oggi ‘lacrime e sangue’ si sarebbe potuta evitare.

L'analisi dettagliata con tutte le spiegazioni l'abbiamo raccontata in questo articolo

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: