Pensioni novitÓ oggi mercoledý giÓ in Senato iter inizia. Conseguenze quota 100, opzione donna, aspettative vita 30 Gennaio

di Marianna Quatraro pubblicato il
Pensioni novitÓ oggi mercoledý giÓ in Se

Pensioni quando domanda INPS dopo Gazzetta Ufficiale

Come fare a presentare la domanda all'INPS per quota 100, opzione donna proroga, pensione anticipata. Le novitÓ per le pensioni spiegate ad oggi mercoledý direttamente dall'INPS

Pensioni novità oggi mercoledì 30 Gennaio  e ultime notizie e ultimissime pensioni quota 100,  aspettative di vita, opzione proroga donna, pensione anticipata 42 anni e 10 mesi uomini e 41 anni e 10 mesi donne: Non solo la possibilità di fare domanda già al via per le novità per le pensioni, ma già oggi mercoledì 30 Gennaio al via i lavori al Senato per il decreto pensioni. Un iter che durerà 60 giorni e potrebbe essere anche più breve se non ci saranno emendamenti o saranno minori o svolti velocemente. Queste sicuramente sono delle ottime notizie dell'ultima ora per riuscire a rispettare i tempi e pemetetre l'uscita nelle finestre dinciare. Anche perchè i 60 giorni sono obbligatori una volta iniziati.
Tecnicamente il disegno di legge di conversione del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, recante disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni (A.S. n. 1018), annunciato il 28 gennaio, è stato assegnato alla Commissione Lavoro e Previdenza sociale. Relatrice alla Commissione Nunzia Catalfo.


Pensioni novità quota 100, opzione proroga donna, aspettative di vita, pensione anticipata 42 anni e 10 mesi uomini e 41 anni e 10 mesi donne e ultime notizie e ultimissime pensioni oggi mercoledì 30 Gennaio: Si possono già fare le domande per quota 100, opzione donna proroga e pensione anticipata come spiegato ieri dall'INPS. Ma vi è una domanda ricorrente che ci fanno molti lettori. Ho chiamato all'INPS o Caf e patronati e mi hanno detto che la circolare era solo di spiegazione e non è ancora possibile fare domanda? 

Bisogna fare dei chiarimenti, a questo punto. Il primo è che la stessa INPS ha confermao ieri sera alle 20,30 che sono arrivate 600 domande online per quota 100 e 400 da uffici preposti territoriali come sedi INPS, Caf e patronati.
La domanda, dunque, si può già fare, ma non tutte le sedi degli uffici di competenza sono già pronti.
Per essere sicuri di poterla fare, occorre farla online, dove ci vogliono le credenziali con login e passowrd per acecdere al sito dell'INPS e lo Spid che, però, non tutti hanno.

Altrimenti l'INPS stessa ha spiegato che entro il 10 Febbraio tutte gli uffici preposti saranno organizzati. Conviene, dunque, prenotare un appuntamento in sede per fare domanda e se non viene dato oggi mercoleì 30 Gennaio, riporovare domani. E' solo una questione di giorni. 
Ma abbiamo già conferme di nostri lettori che hanno ricevuto l'appuntamento e lo hanno anche semplicemente prenotato online, che forse, è anche la cosa migliore

Per avere il calcolo di quota 100, dell'importo della pensione, al momento non c'è nessun simulatore ufficiale, anche perchè si attendono di avere ulteriori circolari, ma l'INPS spera di averne uno già predisposto per il calcolo tra la metà di febbraio o massimo entro il 20-25 Febbraio. 

E' chiaro che questa è solo la domanda, poi per essere accolta, occorre che il decreto vada a buon termine, non ci siano emendamenti che cambino in modo netto le carte in tavola. Ma non sembra che ci sia posisbilità che questo accada. 
occorre, però, stare molto attenti ai tempi che sono stretti e alle code, all'ingorgo potenziale, visto che ci sono già tante richieste di appuntamento da quanto abbiamo appreso.

SOTTO ulteriori indicazioni per fare domanda e altre novità per le pensioni e i nostri consigli


Pensioni novità quota 100, opzione proroga donna, aspettative di vita, pensione anticipata 42 anni e 10 mesi uomini e 41 anni e 10 mesi donne e ultime notizie e ultimissime pensioni oggi martedì 29 Gennaio:
Abbiamo scritto che si attendono le circolari attuative dell'INPS questa mattina, ma a sorpresa da oggi pomeriggio, martedì 29 Gennaio, si può già fare domanda all'INPS essendo uscita una circolare INPS indirizzata ai cittadini ma soprattutto alle sedi INPS, Caf, e Patronati dove si spiega che in relazione al testo ucito ieri in Gazzetta Ufficiale chi ha i requisiti può fare già domanda sia online sul sito dell'INPS che negli sportelli territoriali di INPS, Caf e Patronati per quota 100, opzione donna proroga e pensione anticipata a 42 anni e 10 mesi per gli uomini e un anno in meno per le donne.

Abbiamo la conferma che sul sito dell'INPS è già tutto a posto e c'è chi ha già fatto domanda, così come in numerosi patronati hanno già recepito la circolare.

La stessa circolare, indica, poi che altre circolari saranno emesse con tutte le regole, per esempio, per quota 100 anche solo per il calcolo della pensione con questo metodo, ma nel frattempo si possono inziare a ricevere e fare le domande che poi, ovviamente, per essere accolte, avranno bisogno delle circolari ulteriori che poranno uscire quanto prima se l'iter in Parlamento sarà spedito e senza intoppi.
RIMANGONO validi le NOSTRE INDICAZIONI SOTTO PER FARE DOMANDA, i documenti e come comportarsi

Dopo la pubblicazione del maxi decreto pensioni con quota 100, blocco delle aspettative di vita per la pensione anticipata, proroga di opzione donna e ape social 2019, ci si avvia all’iter parlamentare, i cui tempi sono al momento molto incerti, e solo al termine di questo passaggio e del successivo arrivo delle circolari attuative da parte dell’Inps, si potrà andare effettivamente in pensione con le novità approvate. Ciò che, però, oggi martedì 29 gennaio, in molti di chiedono è quando si potrà iniziare a presentare domanda per il pensionamento?

Una notizia positiva dell'ultima ora dell'Ansa e del Sole 24Ore è che l'INPS ha già dichiarato, essendoci, tempi brevi, di inziare scrivere subito le quattro circolari tanto attese ognuna per una novità per le pensioni ovvero quota 100, opzione donna proroga, ape social 2019 proroga e blocco spettative di vita con il ritorno a 42 anni e 10 mesi per la pensione anticipata. Le scriverà in contemporanea con il lavoro in Parlamento per cercare di essere subito pronta quando il Parlamento avrà teminato l'iter.

Quando fare domanda all’Inps quota 100, opzione donna proroga, pensione anticipata 42 anni e 10 mesi.

Stando a quanto riportano le ultime notizie, non ci sarebbe ancora una data precisa perché si possano iniziare ad inviare le domande di pensionamento all’Inps con le ultime novità approvate, da quota 100 a pensione anticipata con i vecchi requisiti. Presumibilmente, il tempo di avvio dovrebbe essere marzo. Ma andiamo con ordine.
Il tempo di presentazione delle domande per la pensione all’Inps per uscire con quota 100, pensione anticipata con aspettative di vita bloccate, opzione donna e ape social prorogate, come confermano le ultime notizie, dipenderà sostanzialmente da quanto tempo durerà l’iter parlamentare: se, infatti, gli emendamenti presentati saranno relativamente pochi, i 60 giorni di tempo massimo dell’iter verrebbero rispettati, forse anche anticipati, e di conseguenza anche le circolari attuative dall’Inps arriverebbero relativamente subito, ed entro marzo, forse anche fine febbraio, si potranno iniziare a presentare le domande per la pensione. Ma se i tempi dell’iter parlamentare dovessero essere più lunghi, anche tutte le altre procedure verrebbero rinviate. Ma non si sa a quando.

I tempi perchè il decreto pensioni vada in Parlamento non sono fissi, alcuni dicono 5 giorni, ma è una scelta del Governo e del Parlamento quando inziare l'iter in Parlamento, che poi, però si deve concludere obbligatoriamente entro 60 giorni.

Tuttavia, i tempi stringono anche perché in base alla categoria di lavoratori e le regole della novità pensioni di quota 100 gli stessi tempi sono diversi: i lavoratori della scuola, per esempio, che decidono di andare in pensione con la quota 100 devono presentare domanda di pensionamento entro il 28 febbraio, per cui manca relativamente poco alla scadenza.

I lavoratori privati che hanno maturato i requisiti richiesti dalla quota 100, cioè 62 anni di età e 38 anni di contributi, entro il 31 dicembre 2018, e possono andare in pensione a partire dal primo aprile, dovrebbero presentare domanda di pensione a marzo.

I lavoratori statali che, invece, possono andare in pensione dal primo agosto 2019 avendo maturato i requisiti di quota 100 al 31 dicembre 2018, devono dare il preavviso dei sei mesi per l’uscita. Tuttavia, ad oggi, né Miur né Inps hanno fornito chiarimenti su tempi ed eventuali procedure o moduli da seguire per i tempi della pensione, il che significa che ogni notizia sarà fornita solo al termine del passaggio in Parlamento del decreto, con l’auspicio che i tempi siano brevi.

Per quanto riguarda chi è bloccato con le aspettative di vita, dopo aver maturato i requisiti di 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 1 anno meno per le donne, deve attendere altri tre mesi per la finestra trimestrale, e anche qui l'approvazione del decreto e le circolari INPS che devono riportare i requisit da 43 anni e 3 mesi a quelli appunto appena indicati. 

Per opzione donna, se si sono già maturati i requisiti, essendo anche la finestra, piuttosto lunga, conviene da subito richiedere appuntamento all'INPS, come spiegato sotto, con i relativi problemi, che comunque ci potrebbero essere senza decreti attuativi

Domanda pensione con novit decreto approvato, importanza dell’Ecocert e come comportarsi con INPS, Caf, Patronati

Il consiglio per chiunque decidesse di presentare domanda di pensionamento all’Inps con le ultime novità approvate di quota 100, proroga opzione donna e ape social, pensione anticipata con blocco delle aspettative di vita, è quello di richiedere innanzitutto l'Ecocert senza, però, attendere molto né la fine dell’iter parlamentare per evitare sovraffollamenti anche perché l’Inps, quando tutto sarà definito, verrà certamente preso d’assalto. Meglio, dunque, premunirsi.

L’Ecocert è l’estratto conto contributivo, un documento che riporta tutti i dati riguardanti la posizione assicurativa del contribuente e che contiene tutti i dati contributivi legati alla sua vita lavorativa, fondamentali per il calcolo del trattamento pensionistico finale. Per consultare l'estratto conto certificativo, bisogna accedere al sito Inps tramite Pin e accedere all’area riservata, cliccare sulla voce Prestazioni e Servizi, poi su Tutte le Prestazioni e scorrere fino alla lettera D alla voce Domanda pensione, ratei, certificazione, Ecocerte cliccarci. E’ possibile fare richiesta dell’Ecocert sempre all’Inps o tramite contact center contattando telefonicamente il numero 803 164 o il numero 06 164 164 da rete mobile; o rivolgendosi a Caf o patronati.

L'altro consiglio è quello di fare subito domanda all'INPS, Caf o Patronato per un appuntamento, per fissare un incontro negli ufficiali territoriali (e non online) per capire la propria situazione e fissare un ulteriore appuntamento per fare domanda domanda di pensione, per portarsi avanti, visto che le richieste saranno davvero tante e gli uffici saranno presi d'asssalto. Quindi, telefonare al proprio ufficiale territoriale (non call-center) e chiedere di fissare un incontro, anche provandoci, ogni settimana, dieci gioni in caso di dieniego, è al cosa migliore oltre a premunirsi di Ecocert per arrivare sin da subito informati e con la propria storia contributiva

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: