Pensioni novitÓ oggi sabato cosa Ŕ successo negli ultimi giorni quota 100, quota 41, opzione donna, pensioni anticipate

di Marianna Quatraro pubblicato il

Le novitÓ pensioni accadute in Parlamento, INPS e e in altre sedi con diversi protagonisti tra le ultime notizie e ultimissime di questi ultimi giorni con le novitÓ per quota 100, quota 41, opzione donna, pensioni anticipate

Pensioni novitÓ oggi sabato cosa Ŕ succe

pensioni oggi venerdi ultimi giorni novita emendamenti

Gli ultimi giorni si sono rivelati decisamente importanti per le novità pensioni con il decreto su quota 100, opzione donna proroga 2019, pensioni anticipate con blocco delle aspettative di vita e non solo al centro delle ultime notizie e ultimissime per le pensioni. E’ stato, infatti, votato il testo in Senato, con l’approvazione di alcune novità tramite emendamenti e si prepara ora ad approdare alla Camera, che dovrà sciogliere gli ultimi nodi su emendamenti rimasti in discussione e risorse economiche. Ma non c' stato solo questo tra le ultime novità per le pensioni, anche perchè si è ritornati a parlare di quota 41 e di una revisione della legge Fornero molto più forte.. Facciamo il punto ad oggi sabato 2 Febbraio 2019

Pensioni: voto in Senato negli ultimi giorni

Con il voto del decretone pensioni in Senato confermano l’approvazione delle prime novità che riguardano:

  1. estensione della pace contributiva;
  2. aumento della somma del Tfs da 30 a 45mila euro da erogare subito agli statali che decidono di andare in pensione con la quota 100
  3. sospensione dell’erogazione della pensione ai condannati in via definitiva a pene di almeno due anni per reati legati ad associazione mafiosa e terrorismo.

Ora il testo si prepara a passare la prossima settimana alla Camera dove sono stati rinviati tutti gli altri emendamenti rimasti in discussione, tra cui:

  1. abbassare la quota 100 a quota 97 per le lavoratrici madri con un figlio disabile permettendo di andare in pensione con 35 anni di contributi invece di 38;
  2. riconoscimento di contributivi figurativi di 3 anni per ogni donna di età superiore ai 50 anni e con almeno 20 anni di contributi o un anticipo dell'età anagrafica di 4 mesi per le donne per ogni figlio avuto, fino ad un massimo di 12 mesi per la pensione finale;
  3. riscatto agevolato della laurea a fini pensionistici anche per chi ha iniziato a lavorare prima del 1996;
  4. agevolazioni per la pensione degli esodati rimasti senza lavoroe e pensione attraverso alcuni meccanismi mutuati con le ultime novità pensioni ma contestati dagli stessi comitati per esodati che vogliono una vera e propria salvaguardia.
  5. aumenti delle pensioni di invalidità 2019 con cancellazione dei paletti Isee previsti per pensione di cittadinanza;
  6. pensione di cittadinanza anche a nuclei con anziani che hanno meno 67 anni se in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza e agli anziani che vivono con un disabile più giovane.

A questi emendamenti che sono quelli ufficiali presentati dalla maggioranza, si aggiungono anche quelli del Pd e opposizioni, bocciati inizialmente e che saranno ripresentati, che riguardano:

  1. quota 92 al posto della quota 100 per disoccupati, disabili, precoci, usuranti con un parziale inizio di quota 41
  2. proroga dell’opzione donna fino al 2021;
  3. aumenti per invalidi e disabili;
  4. una pensione contributiva di garanzia per i giovani.

Tra l'altro c'è stata una presa di posizione forte del Pd con Nannicini per la cancellazione al Senato di queste proposte e il ribadire, in un certo senso, gli errori fatti in precedenza come psiefgato nel dettaglio in questo articolo

E poi gli emendamenti proposti dai sindacati per:

  1. agevolazioni per l’uscita con quota 100 di disoccupati, precoci e usuranti;
  2. per lavoratrici che vogliono andare in pensione con quota 100 il riconoscimento di un anno di contributi in meno per ogni figlio;
  3. cancellazione delle finestre per i lavoratori precoci; 
  4. Estensione dell’Ape sociale;
  5. inizio di quota 41 per tutti per alcune categorie di precoci e usuranti.

Novità pensioni due problemi Inps ancora da risolvere ad oggi sabato 2 Marzo

In questi ultimi giorni si attendevano ulteriori novità dall’Inps, in realtà mai arrivate ad oggi venerdì. E stiamo parlando del software aggiornato per il calcolo dell’importo di pensione con quota 100 e della nomina ufficiale del nuovo presidente dell’Istituto, successore di Tito Boeri, scelto e nominato, si tratta di Pasquale Tridico, ma per cui ad oggi venerdì manca ancora il decreto di nomina ufficiale, fermo al Ministero del dell’Economia, così come manca ancora anche la procedura ufficiale di istituzione della figura di un vicepresidente (che dovrebbe essere Mauro Nori).

E si tratta di problemi che dovrebbero essere risolti al più presto perché la firma di un rappresentate ufficiale dell’Istituto serve per far andare avanti molti atti che altrimenti potrebbero rimanere bloccati e anche una collocazione del budget necessaria per far funzionare quota 100 e le altre novità per le pensioni come spiegato da Loy, uno dei responsabili, dell'Istituto di Vigilanza della stessa INps. Tutti i dettagli in questo articolo al seguente link. 

Tra l'altro abbiamo pubblicato una nuova simulazione di quanto si prende con quota 100 e alcune considerazioni sulle convenienza in questo articolo

Sindacati, rilancio di Landini a 360 gradi su novità quota 100, donne e quota 41 

Sempre in questi ultimi giorni, Maurizio Landini nuovo segretario della Cgil è tornato a parlare di idee e proposte da rilanciare nel corso di una intervista nella trasmissione di Lilli Gruber su La7. Il neo segretario della Cigl avrebbe spiegato di voler migliorare la quota 100, definire sistemi di uscita prima per le donne andando oltre opzione donna, rilanciando agevolazioni per la quota 100 di precoci, usuranti, disoccupati e la necessità di una quota 41 per tutti senza alcun paletto. Ma punto fondamentale su cui Landini si focalizza è una revisione totale dell’attuale legge pensioni con abbassamento per tutti dell’età pensionabile da 67 a 62 anni. Tutti  dettagli in questo articolo

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: