Pensioni novitÓ oggi domenica buone indicazioni e novitÓ emendamenti, domande quota 100, pensioni anticipate, opzione donna

di Marianna Quatraro pubblicato il

L'aggiornamento sull'ultima riunione avvenuta ieri sabato sugli emendamenti e i primi emendamenti scartati, oltre due note positive per le novitÓ per le pensioni

Pensioni novitÓ oggi domenica buone indi

Pensioni novita oggi aggiornamenti domande

Pensioni novità oggi emendamenti, domande e ultime notizie e ultimissime su pensioni e quota 100, proroga opzione donna, esodati, pensioni disabili, invalidi 2019, ape social oggi domenica: Oggi domenica 17 Febbraio 2019 si viene a conoscere l'evolversi degli emendamenti per le novità per le pensioni che sono stat presi finalmente in considerazione dalla Cimmissione Lavoro nella giornata di sabato, dopo tre giorni di inrvio.

Direttamente da uno dei partecipanti si viene a conoscere che sono stati eliminati gli emendanenti non consoni a quota 100 e alle novità per le pensioni del decreto pensioni, così come altri estranei al reddito di cittadinanza e che nelle ultime notizie e ultimissime i lavori proseguiranno lunedì nel pomeriggio o martedì mattina. I tempi per il voto, dunque, sono cofnermati come quelli SOTTO detti al momento con le indicazioni positive che rimangono.

Ma è confermata che rimane anche l'idea, molto forte del maxiemendamento per le novità per le pensioni, un pacchetto che conterebbe quello spiegato sotto.

E ne è la prova che nella stessa Commissione di ieri la maggioranza, secondo sempre uno degli intervenuti, ha cercato una accelerazione (fare tuto in un maximendamento, appunto?) ma che per il momento è stata bloccata. Detto questo, però, i tempi stringono e se per martedì-mercoledì non ci sarà fumata bianca, o al massimo giovedì, proprio per rispettare la data del voto, ci sarà una spinta decisiva necessaria al maxiemendamento perchè tutto avvenga nei tempi prestabiliti
 

Nell’attesa che si concluda l’iter parlamentare relativo al decreto pensioni e che quest’ultimo venga finalmente convertito in legge ufficiale con le novità di quota 100, proroga opzione donne, pensioni anticipate con blocco delle aspettative di vita, le ultime notizie ad oggi sabato 16 febbraio confermano che continuano ad arrivare le domande di pensionamento con le novità di quota 100.

Pensioni novità: aggiornamento ad oggi domande pensionamento

Stando, infatti, a quanto riportano le ultime e ultimissime notizie, sarebbero ben quasi 50mila le domande presentate per l’uscita della quota 100. In particolare, delle 42.397 domande finora arrivate all'Inps, 16.510 provengono da lavoratori dal settore privato e 13.950 dal comparto del lavoro pubblico.

E secondo le previsioni, si attendono ancora molte altre domande da parte di lavoratori di aziende private che dovrebbero arrivare più tardi per motivi organizzativi interni. Tra le regioni del Nord, ci sarebbe la Lombardia in testa alle regioni in cui sono state presentate più domande di pensionamento con la quota 100, a seguire vi sono Veneto ed Emilia Romagna.

Spostandoci al Centro, è la Toscana a primeggiare seguita da Abruzzo e Lazio, mentre scendendo al Sud è record di domande per Sicilia e Puglia seguite dalla Campania. Complessivamente, stando a quanto emerge dalle ultime notizie, la maggiore concentrazione di domande di pensionamento si registra al Sud, con 17.000 domande, 14.394 al Nord e quasi 11.000 al Centro.

Al momento, comunue dopo lo spostamento di 270 milioni deciso da INPS e Ministero del Lavoro dal reddito di cittadinanza alle pensioni per corpre maggiormente le richieste, sembra che non ci siano problemi di copertura, in quanto si dvrebbe rimanere alle 290mila richieste totali a fine dell'anno, 1000 per ogni giorno lavorativo a cui aggiungere opzione donne  epensioni atncipate.

Due novità positive per quota 100, opzione donna, pensioni anticipate nel decreto pensioni

Se da una parte, come abbiamo scritto, si nota un piccolo rallentamento per il maxiemendamento, vi sono due note positive che arrivano dall'iNPS entrambe,s egnale che tutto continua a procede secondo i piani. Il primo aspetto è che incominciano ad assere aggiornati i software e per le pensioni anticipate nel sito dell?INS e negli uffici INPS; Caf, Patronati il calcolo risulta con 42 anni e 10 mesi+3 mesi di finestre per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne+3mesi di finestra. E, ora ci si aspetta per la settmana prossima anche il tanto atteso calcolo di quota 100 ufficiale INPS come lo stesso ente aveva indicato che avrebbe reso disponibilie tra il 10-20 Febbraio.

E poi una nuova circolare INPS che spiega come le domande per le pensioni di cittadinanza si potranno fare dal 6 Marzo e ha spiegato tutti i requisti e le procedure ovevro come fare e i passaggi. Segno anche questo che tutto procede e che all'Ente si sentono rassicurati sul lavoro che si sta svolgendo in Parlamento e che per fare prima e stare dentro nei tempi si lavora insieme, non aspettando che il decreto venga convertito.

Novità pensioni maxiemendamento e date: cosa aspettarsi

Ma a che punto è la discussione sulle novità pensioni? Le ultime notizie riportano che anche la convocazione di ieri in Commissione Lavoro per le discussioni sugli emendamenti presentati alle novità pensioni è saltata, come accaduto anche mercoledì e giovedì e, stando alle ultime notizie, le discussioni saltate in Commissione deriverebbero molto probabilmente da fatto che Lega e M5S stiano cercando un accordo ‘privato’ per la successiva definizione di un maxiemendamento unico in Senato che contenga gli emendamenti della maggioranza, già considerati i più fattibili. In ogni caso, il testo in Aula a Palazzo Madama dovrebbe essere approvato per fine settimana prossima, anche se, stando alle ultime notizie, è possibile le discussioni vadano avanti fino al fine settimana e il voto slitti all’inizio della prossima settimana, tra lunedì 25 e martedì 26 febbraio.

Il testo passerà poi alla Camera e questo passaggio, secondo le ultime notizie, dovrebbe essere decisamente veloce, senza alcun emendamento da discutere, per arrivare subito al voto nella prima settimana di marzo, o al massimo la seconda. L'obiettivo sarebbe quello di chiudere la partita sul decreto pensioni entro il 15 marzo anche se il termine massimo sarebbe il 28 Marzo, ma troppo vicino alle prime domande per le pensioni che dovrebbero essere definitive e accolte totalmente dal 1 Aprile.

Tra gli emendamento che al momento sembrano più fattibili: aumento per le pensioni di invalidità 2019 e dei disabili e aumento per le pensioni di cittadinanza fino a 780 euro, prevedendo per queste categorie di persone requisiti diversi da quelli richiesti a tutti gli altri cittadini, a partire dai requisiti Isee, fermo restando la disponibilità delle risorse economiche; pensione di cittadinanza anche a nuclei con anziani che hanno meno 67 anni se si trovano in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza; aumento del Tfs agli statali che decidono di andare in pensione prima con la quota 100 da 30mila a 45mila euro; facilitazioni per permettere di andare pensione prima con le ultime novità di quota 100 e altre forme pensionistiche agli esodati che sono rimasti senza lavoro prima del 31 dicembre 2011 e che sono ora disoccupati;  riscatto agevolato di laurea anche per chi ha iniziato a lavorare prima del 1996.

Ma anche sistemi per raggiungere più facilmente i requisiti per la quota 100 con riconoscimento di contributivi figurativi di 3 anni per ogni donna over 50 che abbia maturato almeno 20 anni di contributi o un anticipo dell'età anagrafica di 4 mesi per le donne per ogni figlio avuto, fino ad un massimo di 12 mesi, per la pensione finale. Sembra, però, difficile che questa misura passi, così come quella della revisione del calcolo delle pensioni dei sindacati che, stando a quanto avanzato dal M5S, dovrebbero seguire le stesse regole di calcolo delle normali pensioni degli altri lavoratore senza alcun privilegio.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: