Pensioni novità oggi domenica Barbagallo, Landini, Furlan e cronaca manifestazione sindacati opzione donna, quota 100, quota 41

Il resoconto della manifestazione di Roma con le ultime novità sulle pensioni come quota 100, opzione donna, aspettative di vita, quota 41, precoci e usuranti con le ultime notizie e ultimissime per le pensioni di oggi sabato 9 Febbraio

Pensioni novità oggi domenica Barbagallo

pensioni ultime novità resoconto manifestazioni sindacati oggi

Pensioni oggi novità e e ultime notizie e ultimissime quota 100, opzione donna, quota 100, pensioni anticipate, usuranti, precoci oggi domenica 10 Febbraio: Il resoconto ad oggi domenica 10 Febbraio di quanto è successo ieri nella manifestazione dei sindacati a Roma, dove sembrano siano giunti in piazza oltre 200mila persone. Le idee espresse da Landini, Frulan, Barbagallo, ma anche da alcuni esponenenti della sinistra presenti sulle novità per quota 100, opzione donna, quota 41,pensioni anticipate e l'ennesima richiesta di incontro, già vista nelle ultime notizie e ultimissime, su due piani differenti nel breve e medio-lungo termine per lavorare sulle ultime novità per le pensioni e non solo.

Non solo Landini, ma sono tutta una serie di esponenti dei sindacati e dei politici, compresi anche gli industriali a partecipare oggi alla prima manifestazione unita dei sindacati di Cisl, Uil, Cgil a Roma dopo il 2013

Sembra ci sia stata una grande partecipazione, ma Landini, neo-segretario della Cgil, non vuole parlare di numeri, spiegando che troppi in questa Italia danno i numeri, ma avanza le sue idee per le novità per le pensioni contestando quota 100, opzione donna e riportando in auge quota 41. Secondo le ultime notizie eultimissime, sono però almeno 200mila ipartecipanti all'incontro di oggi a Roma, stando ai numeri dati dal Sole24ore, Repubblica, Corriere, Ansa, Adkronos e le altre agenzie e fonti di stampa.

Le idee e richieste di Landini

Landini vuole soprattutto cercare di riaprire un dialogo con il Governo M5S-Lega chiedendo di essere ascoltati sia nel breve termine che per nel medio-termine. Nel primo caso significa avere uan serie di incontri per rafforzare e allargare quota 100 che secondo Landini, nelle ultime notizie e ultimissime, crea ulteriori differenziazioni nelle pensioni e tra la gente permettendo solo ad alcuni di poterne usufruire e ricordando come opzione donna sia assolutamente limitata per requisiti e assegno valore finale della pensione.

E, poi, nulla è stato fatto in queste novità per le pensioni in discussione ora in Parlamento per quota 41, precoci e usranti così come per chi è disoccupato.

Sul secondo aspetto, Landini chiede una riapertura dei tavoli nel lungo termine, per la prossima Finanziaria, ed espone le sue idee ovvero pensioni per tutte anticipate a 62 anni, per le donne a 60 anni, aumenti dei contributi figurativi per le donne, ad esempio quando hanno avuto figli o curano genitori anziani e parenti malati. 

E poi l'aumento dei salari per i giovani, per i dipendenti pubblici e una maggiore sicurezza per quanto riguarda le tanti morti su lavoro. E dove prendere i soldi? Dall'evasione in primis, che ricorda Landini è ancora fortissima.

Le idee di Barbagallo

Barbagallo, ricorda da subito che loro erano presenti quando c'era da contestare la Riforma Fornero e ci sono oggi quando la Riforma Fornero non è assolutamente superata.
Quota 100, come dice lo stesso Landini, è un inizio, ma ci sono almeno altri 20 milioni di persone a cui le novità per le pensioni non hanno dato risposte.

La prosecuzione dell'Ape Social, così come quota 100, non sono negative, ma occorre dare delle risposte diverse e più concrete a usuranti, precoci, a quota 41, alle stesse donne, ai lavoratori edili ed agricoli senza dimenticare gli esodati per cui nessuno sta facendo nulla.

Le idee della Furlan

Stesse idee, più o meno, spiegate dalla Furlan che ha voluto sotolineare, come aveva Landini, anche la mancanza di investimenti che riscia una paralisi del lavoro in Italia e una recessione ancora più forte di quella appena iniziata, con una prossima manovra finanziaria dove non si potrà fare nulla, se non si interviene prima, nè sulle novità per le pensioni nè sul resto.

Ma non solo sindacati...

Alla manifestazione di oggi di Roma hanno partecipato, come dicevamo all'inizio dell'articolo, anche politici del Pd e della sinistra oltre ad esponenti di Confindustria. Maurizio Martina, ad esempio, che concorre alla segretaria del Pd ha partecipato sottolineando, appunto, che anche tanti imprenditori fossero presenti e ricordando come non solo manchino gli investimenti, ma anche le aziende continuano a chiudere come la Pernigotti. Nulla di ufficiale, nessun intervento sulle pensioni

Non ha parlato, invece, D'Alema, che ha partecipato anch'egli alla manifestazione, che ha solo sottolineato in un intervento estemporaneo che è è una grande possibilità per il centro-sinistra il ritorno al dialogo con i sindacati.

Da ricordare che, solo questa settimana, la Confidustria, si era detta in audizione al Senato favorevole a quota 100, ma che occorreva renderla strutturale o, comunque, che ci fosse una misra di novità per le pensioni non solo temporanea per un vero ricmabio generazionale, mentre aveva criticato pesantemente il reddito di cittadinanza.

A questo punto vedremo le reazioni ed eventuali risposte del Governo, da Di Maio e Salvini, da Conte a Tria.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: