Pensioni novitÓ oggi venerdý primi resoconti tre manifestazioni su quota 100, opzione donna, pensione anticipata

Sindacati, gilet gialli, e invalidi pronti a scendere in piazza contro la nuova Manovra del governo: motivi delle proteste e nuove richieste

Pensioni novitÓ oggi venerdý primi resoc

Pensioni oggi tre manifestazioni contro Governo

Pensioni novità oggi venerdì e ultime notizie e ultimissime pensioni: Oggi, venerdì, era attesa una manifestazione per le pensioni per i disabili e invalidi 2019 di cui vi scriveremo nelle prossime novità e aggiornamenti, oltre alla consegna delle 100mila firme per il blocco delle aspettative di vita del Gruppo Facebook Abolizione Aspettative di Vita per diritto alle pensioni. Ecco le ultime novità e il resoconto sotto, con le dichiarazioni del responsabile Claudio Cecchin, che fa il punto della situazione sulle novità del decreto pensioni e problemi da risolvere come le pensioni più bassi a causa dei coefficenti di trasformazioni decisione del rpeecente Governo che non è stata abolita ancora da questo.

Si preparano a scendere domani, sabato 9 febbraio, in piazza i sindacati e l’attesa è per capire le richieste del nuovo segretario dalla Cigl, Maurizio Landini, nella sua prima uscita da segretario, sia nel breve periodo per il decreto pensioni sia per il futuro. Si protesta contro la nuova Manovra e contro le ultime novità pensioni approvate di quota 100, blocco della aspettative di vita per pensioni anticipate, proroga opzione donna 2019, che secondo le forze sociali non apporterebbero alcun miglioramento alle uscite dei lavoratori, e si chiedono modifiche più profonde e strutturali.
Ma tra le ultime novità già oggi venerdì 8 Febbrario ci sarà una una manifestazione per le novità per le pensioni e cui si aggiunge un evento organizzato da un noto Gruppo Facebook dal nome "Abolizione delle Aspettative di Vita per il Diritto alle Pensione". E sempre domani oltre ai sindacati scenderanno pe rla prima volta i gillet gialli italiani, come confermato nelle ultime notizie e ultimissime, e rivendicheranno alle novità per le pensioni

Novità oggi pensioni, sindacati in piazza e richieste

Partendo dalla manifestazione organizzata dai sindacati, stando a quanto riportano le ultime notizie, alla manifestazione di domani che si terrà a Roma aderiranno migliaia di persone. Si parla di una grandissima partecipazione alla manifestazione che, come confermano le ultime notizie, partirà da piazza della Repubblica alle 9 e proseguirà con un corteo verso piazza San Giovanni in Laterano dove alle 11 sono in programma gli interventi conclusivi dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan, Carmelo Barbagallo.

Le richieste che i sindacati si preparano a presentare al governo riguardano soprattutto misure volte alla reale ripresa, da maggiori investimenti, a infrastrutture materiali e sociali e interventi concreti per favorire lavoro e occupazione, per rivedere effettivamente le pensioni e per sostenere giovani, donne e rilancio del Mezzogiorno. Secondo i sindacati, infatti, non serve assistenzialismo, invece la nuova manovra, stando a quanto spiegato, blocca tutto e non punta a reali novità per le pensioni volte alla revisione delle attuali regole per sostenere le uscite dei lavoratori e non fa nulla per i cosiddetti quota 41, precoci e usuranti, che sono stati particolarmente penalizzati dall’attuale riforma Fornero.

Del resto, lo stesso nuovo segretario della Cgil Landini ritiene che la quota 41 sia una importante priorità e per lui la vera riforma delle pensioni sarebbe una revisione del requisito di uscita che dovrebbe passare da 67 anni di età a 62 anni, pur sostenendo da sempre la novità pensioni di quota 100 ma non come elaborata attualmente. E si punta anche su novità pensioni a sostegno dei giovani di oggi, sempre più precari, e delle donne, superando e andnado ben oltre opzione donna, ma con misure stabili con una pensione anticipata anche a 60 anni e con cotrnibuti riconosciuti per ogni momento saliente delle donna, come 2 anni per ogni figlio avuto, o per gli anni passati a prendersi cura di un proprioparente, in modo aprticolare dei genitori anziani. Senza dimenticare alcuni punti che non sono proprio stati toccati, come gli oltre 6mila esodati, per cui non c'è ancora una soluzione

L'idea dei sindacati e di cercare di convincere il Governo ad aprire un confronto nell'imemdiato per porre miglioramenti per quota 100 e le altre nvoità per le pensioni, e poi riprende una serie di tavoli e confronti nel medio periodo epr la prossima Finanziairia e Manovra Economia per superare davvero la Riforma Fornero.

Gilet gialli italiani in piazza contro il governo: chi sono e cosa chiedono

Sulla scia del movimento francese, anche in Italia i preparano a scendere in piazza domani sabato 9 febbraio i cosiddetti gilet gialli, movimento contro il governo e l’Unione europea che, infatti, chiede l’uscita dalla Ue, la sovranità monetaria, il taglio delle accise su gas, carburanti e luce, rimpatrio degli immigrati irregolari, prima casa non pignorabile, stop all’obbligo dei vaccini e alla fatturazione elettronica, nazionalizzazione di Alitalia, autostrade, banche, assicurazioni, ma soprattutto diritto al lavoro per tutti con la chiusura delle agenzie interinali e una vera riforma delle pensioni che sia strutturale e del tutto nuova rispetto all’attuale legge Fornero.

Pensioni di invalidità 2019 e disabili, manifestazione oggi motivi protesta e nuove richieste

Nell'attesa della manifestazione di domani, scendono, invece, oggi venerdì 8 febbraio in piazza, gli invalidi civili per protestare contro il nulla di fatto nella nuova Manovra per le pensioni di invalidità 2019 e disabili, nessun aumento previsto, nessuna misura ad hoc. Una situazione inaccettabile per le associazioni che hanno deciso di organizzare una grande manifestazione a carattere nazionale che oggi si terrà davanti alle prefetture delle principali città italiane.

In piazza ci saranno invalidi e i loro familiari pronti a protestare contro un governo che ha letteralmente escluso dalla Manovra misure a loro sostegno, che punta su reddito di cittadinanza e novità pensione di quota 100, escludendo più di 820 mila persone con disabilità. E le richieste puntano soprattutto ad un aumento della pensione di invalidità, oggi ferme a 285 euro al mese e ad una revisione completa della pensione di cittadinanza che così come è, con requisiti così rigidi, pe rl'Isee solo per fare un esempio, non può aiutare per nulla gli invalidi civili e i disabili

Gruppo Facebook Abolizione Aspettative di Vita, 100mila firme portate oggi al Governo.

E tra i protagonisti di oggi anche un Gruppo Facebook ovvero quello delle Abolizione delle Aspettative di Vita per il Diritto alle Pensione, con un incontro in programma questa mattina (e di cui vi daremo il resoconto e aggiornamenti) tra i rappresentanti del Gruppo tra Cui Luciano Cecchin e Carla Mancini e la segreteria del Governo, occasione durante la quale saranno consegnate 100mila firma raccolte per l’abolizione delle aspettative di vita per tutti e vedremo se ci sarà qualche reazione e si dirà qualcosa in più anche per quota 41 e gli altri punti fodnamentali per le pensioni. Questo nuovo incontro in programma dimostra ancora una volta la forza dei Gruppi online Facebook e Social per le pensioni.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: