Pensioni decreto pubblicato in Gazzetta e novitÓ settimana per quota 100, opzione donna proroga, aspettative vita

di Marianna Quatraro pubblicato il

Le attese per questa nuova settimana in arrivo e cosa Ŕ successo di importate nella scorsa per le novitÓ sulle pensioni quota 100, aspettative di vita, opzione donna proroga, Ape Social 2019 e le ultime novitÓ sul decreto pensioni quando in Gazzetta Ufficiale sarÓ pubblicato

Pensioni decreto pubblicato in Gazzetta

Pensioni settimana quota 100 donna aspettative vita

Pensioni novità oggi lunedì 28 gennaio 2019, ultime novità pubblicazione decreto in Gazzetta Ufficiale e aggiornamenti e ultime notizie, ultimissime quota 100, opzione donna proroga, Ape Social 2019 Proroga, aspettative di vita Non c'è tempo da perdere perché con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto pensioni sono 60 i giorni a disposizione per la sua approvazione. E non si tratta di una mera votazione da parte delle due Camere ma della proposizione di cambiamenti e miglioramenti al testo su quota 100, proroga opzione donna e ape sociale e blocco delle aspettative di vita. Già in questa settimana il decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e ratificato dal presidente della Repubblica potrebbe finire dell'Aula del Senato prima del passaggio alla Camera, ricordando che il via libera deve arrivare sullo stesso testo, senza alcuna variazione. Dopodiché spetta all'Inps emanare le circolare attuative ovvero spiegare punto per punto come fare la domanda di pensionamento con le nuove regole. Senza dimenticare che il personale della scuola deve comunicare la decisione sul momento della pensione entro il 28 febbraio, tra un mese. I tempi stringono.

Pensioni novità oggi lunedì 28 gennaio 2019, ultime novità pubblicazione decreto in Gazzetta Ufficiale e aggiornamenti e ultime notizie, ultimissime quota 100, opzione donna proroga, Ape Social 2019 Proroga, aspettative di vita: Oggi lunedì 28 gennaio è da tutti atteso il decreto per le novità per le pensioni in pubblicazione in Gazzetta Uffciale.

E' stato ribadito anche da diversi esponenti del M5S nel week-end e in questo articolo abbiamo scritto SOTTO appunto cosa è successo, le ultime novità del week-end tra sabato e domenica e le attese per le pensioni di questa settimana dove si spera inizi l'iter anche in Parlamento. Ma prima deve arrivare il decreto pensioni in Gazzetta Ufficiale per le novità di quota 100, opzione proroga donna, Ape social proroga, aspettative di vita.

I tempi si sono allungati, ma come spiegato SOTTO, i tempi coincidono abbastanza se giovedì-venerdì è stato inviato a Mattarella come confermato dall'Ansa, Sole24Ore, Corriere e Repubblica e tra sabato e domenica e nella giornata di oggi lunedì 28 Gennaio il Presidente analizzerà il decreto legge. Se non arriva entro oggi, al massimo domani martedì 29 Gennaio, i problemi potrebbero essere più seri.
E potrebbero riguardare una serie di precisazioni e sottolineature che il Presidente della Repubblica e il suo staff pone sul decreto.  E a cui il Governo deve rispondere. Il problema delle coperture potrebbe essere uno di queste, soprattutto per gli anni futuri. 

Altro problema, potrebbe essere il fatto che mercoledì si vota in Parlamento la possibilità di procedere contro Salvini per il caso Diciotto con M5S schierato a favore. Difficilmente Salvini potrebbe voler far cadere il Governo per questo motivo, ma prima di rilasciare un decreto di tale importanza che poi dovrebbe essere votato pure dal Parlemento per diventare legge, forse qualcuno spinge per capire come andrà a finire questa vicenda. E intanto il tempo passa ineserobabilmente con tanti pensionandi che avrebbero già il diritto di andare in pensione ad attendere il decreto e le circolari INPS e, tanti altri, in primis quelli della scuola, a capire se ci si starà con tempi.

SOTTO tutte le attese della settimana e cosa è successo settimana scorsa.
 

Quali saranno le novità per le pensioni questa settimana? Quali ultime novità per il decreto pensioni atteso alla pubblicazione in gazzetta Ufficiale con quota 100, opzione donna proroga 2019, aspettative di vita, Ape Social 2019 proroga? E cosa è successo, quali sono le ultime notizie e ultimissime sulle pensioni ad oggi domenica 27 Gennaio riguardanti la setitmana appena trascorsa?

Dopo una lunga settimana di attesa, il decreto pensioni non è ancora stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, nonostante siano passati cinque giorni dall’approvazione dello stesso decreto in Consiglio dei Ministri. Ma le ultime notizie non finiscono qui, perché prima ancora della sua pubblicazione in Gazzetta, che probabilmente avverrà a giorni, il testo ha già subito modifiche. Ma finalmente sembra esserci una data di pubblicazione del decreto in Gazzetta dopo il quale vi sarà il via libera all'iter Parlamentare che si spera possa avveire già questa settimana perchè i tempi stringono.

Decreto pensioni, novità modifiche del testo per clausola fondi e coperture

Le ultime notizie sulle pensioni confermano una modifica della clausola di salvaguardia a causa di accertati contri che sembrerebbero non tornare. Da una parte, la Ragioneria di Stato ha apposto la sua bollinatura al provvedimento, rivedendo, però, dall’altra parte, le risorse economiche necessarie per la copertura di tutte le misure previste delle novità pensioni di quota 100, proroga ape sociale e opzione donna, blocco delle aspettative di vita, portandola da 3,9 miliardi di euro stanziati dal governo a 4,6 miliardi di euro e si tratta di numeri che sono stati analizzati e confermati anche dal Sole24Ore.

La spesa vista al rialzo dalla Ragioneria di Stato ha portato ad una conseguente revisione della clausola di salvaguardia che prevede, innanzitutto controlli sui conti da parte dell’Inps non bimestrali ma mensili, ed eventuali interventi di tagli ai Ministeri o aumento delle tasse nel caso in cui le domande per andare in pensione prima con le novità pensioni e reddito di cittadinanza fossero superiori alle disponibilità economiche.

I conti del resto già non tornerebbero e la situazione potrebbe anche peggiorare, considerando che la relazione tecnica al decreto riporta che solo per quota 100 e blocco delle aspettative di vita servirebbero circa 43 miliardi a 360 milioni tra 2019 e 2028 e altri 2 miliardi per quota 41 per i precoci e opzione donna e si tratta di soldi che molto probabilmente non saranno disponibili o non del tutto visto che la prossima Manovra dovrebbe già prevedere una soluzione da ben 24 miliardi di euro per evitare le clausole di salvaguardia.

Ecco QUANDO ci sarà pubblicazione da fonti autorevoli, iter in Parlamento e possibili emendamenti

Le speranze al momento sono che il testo del decreto venga pubblicato in Gazzetta Ufficiale entro lunedì in modo da poter poi arrivare subito in Parlamento per concludere l’iter in tempi utili, perché i tempi stessi stringono. E per lunedì 28 Gennaio ci sono una serie di conferme tra cui quella di Davide Aiello del M5S scritta su Facebook, ma non solo sua, che parla di una pubblicazione in Gazzetta Ufficiale proprio per lunedì. E i tempi sono corretti se ci si pensa bene. Se giovedìvenerdì abbiamo avuto la conferma da tutte le agenzie di stampa da Ansa ad Adkronos e testate come Corriere, Repubblica, Sole24ore, che il testo del decreto era stato bollinato dalla Ragioneria dello Stato e mandato poi al Presidente per la firma, è normale che al Quiririnale il Presidente della Repubblica Mattarella e il suo staff si prendano del tempo per leggere il decreto ovvero venerdì, sabato e anche domenica. A questo punto, se NON ci saranno rilievi da parte del Presidente dei suoi consiglieri, lunedì come già hanno detto diverse fonti, il testo arriverà in Gazzetta Ufficiale. Certo se ci fossero rilievi, il Governo dorvebbe dare ulteriori spiegazioni e si ritarderebbe tutto ancora.

Come detto, i tempi stringono, basti pensare che per andare in pensione con la quota 100, il personale della scuola deve presentare domanda di pensionamento entro il 28 febbraio e fino ad allora dovranno essersi concluse le discussioni Parlamentari ed essere arrivate le circolari attuative dall’Inps. Fino ad allora, infatti, è tutto bloccato.

Nel frattempo, prima ancora che il testo arrivi in Parlamento, le ultime notizie parlando già di una serie di emendamenti che si starebbero preparando ad arrivare dai vari partiti.. La Lega punta  a miglioramenti per reddito e pensioni di cittadinanza a invalidi e disabili; il Pd vorrebbe prevedere facilitazione per l’uscita con quota 100 per lavoratori usuranti e precoci e per disoccupati o, in alternativa, prevedere degli scivoli per queste stesse categorie di persone per l’Ape social. Per Maria Luisa Gnecchi e Cesare Damiano, l’Ape sociale dovrebbe essere ampliata, inserendo tra i lavori gravosi le categorie dei lavoratori discontinui, come quelli del settore edile, chi svolge lavori stagionali come gli addetti al turismo e, le donne e i giovani sempre più impiegati oggi in lavori precari; e vorrebbero cancellare per i disoccupati, soprattutto di lungo periodo, la clausola di uso degli ammortizzatori sociali per accedere all’Ape con 63 anni di età e 30 di contributi. Forza Italia, poi, si prepara a presentare un emendamento che permetta anche ai dipendenti regionali di andare in pensione con la quota 100. 

E questi sono solo i primi di cui si parla ma, come confermano le ultime notizie, potrebbero arrivare ulteriori emendamenti e l’arrivo di troppi emendamenti potrebbe far allungare i tempi di discussione del testo in Parlamento, facendo, di conseguenza, slittare anche sia i tempi di arrivo delle circolari attuative dall’Inps, sia i momenti di presentazione ufficiale della domanda di pensione, al momento fissati a marzo.

Domande di pensione a rilento all'INPS, in attesa del decreto e circolari attuative

Le domande di pensione, senza approvazione del testo ufficiale, non si potranno presentare perché fino al termine di passaggio in Parlamento e all’arrivo delle circolari l’Inps è, in realtà, come se le ultime novità pensioni approvate di quota 100, blocco delle aspettative di vita, proroga opzione donna e ape social, non fossero mai state approvate.

Il problema, tuttavia, stando a quanto riportano le ultime notizie e decine di segnalazioni e lettere aperte, non riguardano, però, solo le domande di pensione per chi vorrà uscire con le ultime novità approvate, ma anche le domande di pensione di pensione anticipata e di vecchiaia che in tanti hanno già presentato dall’inizio dell’ann pe rla questioen delle aspettaive di vita ( i famosi 5 mesi in più). Le segnalazioni riferiscono di forti rallentamenti da parte dell’Inps che, dal canto suo, motiva questa situazione spiegando di attendere l’esito delle discussioni sul nuovo decreto pensioni per capire come fare.  E abbiamo pubblicato le segnalazioni di ritardi dell'INPS, con le conferme dei nostri tanti letttori e anche due lettere aperte in questo articolo

Elezioni Landini al vertice Cgil e sue idee sulle pensioni

La settimana che si chiude è importante anche per i cambi al vertice della Cgil con la fine dell’era Camusso e la nomina a segretario di Maurizio Landini, che ha sempre sostenuto le novità pensioni di revisione dell’attuale riforma, partendo proprio dalla quota 100 ma che, come riportano le ultime notizie, si dice contrario all’attuale quota 100 come approvata a causa dei troppi paletti imposti. E punta sulla quota 41 per tutti e il calo dell’età pensionabile da 67 anni a 62 anni. Per quanto riguarda Landini e le sue idee sulle novità per le pensioni le abbiamo scritte in modo dettagliato in questo articolo

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: