Pensioni novità quota 100 e opzione donna. Deciso taglio assegni per finanziarle. Paradossale

Marcia indietro sull’aumento delle pensioni 2019: nuove ipotesi su indicizzazioni e paradosso del taglio da attuare. Cosa potrebbe cambiare

Pensioni novità quota 100 e opzione donn

Pensioni quota 100 paradosso taglio assegni finanziarla

La Commissione europea ha nuovamente respinto la nuova Manovra italiana chiedendo ulteriori limatura, si abbassano ancora, pertanto, le risorse economiche disponibili per l’attuazione di tutte le misure che si vorrebbero realizzare ma il governo sembra spaccarsi e c’è chi non vuol far marcia indietro su alcun provvedimento. Ora, stando a quanto riportano le ultime notizie, l’attesa è per il maxi emendamento. Ma ciò che ci si chiede principalmente è se le due misure fondamentali di questa nuova Manovra, vale a dire novità pensioni di quota 100 e reddito di cittadinanza, si riusciranno davvero a trasformare in realtà.

Quota 100 e proroga opzione donna, ultima novità è il taglio degli assegni

Le ultime notizie confermano, poi, un paradosso tutto all’italiana relativo la novità pensioni di quota 100 ( e proroga opzione donna 2019 ): stando a quanto emerso, infatti, sembrerebbe che per finanziare l’attuazione concreta della novità pensioni di quota 100 l’intenzione sia quella di contenere gli aumenti delle pensioni in programma dal primo gennaio 2019. In particolare, le ultime notizie parlano di una indicizzazione piena solo per le pensioni fino a tre volte il minimo, cioè da 1.530 euro lordi al mese, per poi progressivamente calare. Questo sistema dovrebbe garantire, secondo le stime, risparmi per 200 milioni l’anno prossimo, 600 nel 2020, 900 nel 2021.

Questi nuovi tagli, dal primo gennaio 2019, se effettivamente approvati, sostituiranno l’indicizzazione al 100%, per le pensioni di importo fino a tre volte il minimo; al 90%, per gli assegni di importo compreso tra 3 e 5 volte il trattamento minimo; al 75%, per i trattamenti superiori a 5 volte il minimo, aumenti attesi da anni ormai, considerando che gli aumenti delle pensioni sono fermi dall’entrata in vigore della riforma Fornero del 2012, incidendo, e non poco, anche sui consumi. Se, però, da una parte, potrebbe essere bloccata l’indicizzazione per le pensioni del prossimo anno, dall’altra si sarebbe deciso, stando alle ultime notizie, di tagliare le pensioni d’oro dai 100mila euro e non dai 90mila euro. 

Novità quota 100, tre motivi paradossali nel decidere tagli

Il motivo per cui il taglio degli aumenti delle pensioni può essere considerato paradossale dipende dal fatto che le indicizzazioni delle pensioni porterebbero anche risultati positivi che in tal modo si azzerano. In particolare, la stretta sull’aumento delle pensioni nel 2019 risulterebbe paradossale innanzitutto perché porterebbe risparmi davvero bassi, per cui non servirebbe a nulla e non basterebbe per finanziare la novità pensioni di quota 100 senza eventuali paletti; secondo motivo, andrebbe contro ogni proclamo finora fatto di voler aumentare le pensioni per dare anche nuovo slancio ai consumi, considerando che abbiamo sempre spiegato come pensioni più alte permetterebbero ai pensionati di spendere di più e dare nuova spinta all’economia.

Inoltre, fattore da non trascurare, questa misura dimostra, ancora una volta, come neanche questo governo, esattamente come i precedenti, sia in grado di attuare una vera e propria spendig review vera e propria che permetterebbe, in maniera organizzata e giusta, di recuperare dai 40 miliardi di euro in su. C’è chi ha stimato anche risparmi nell’ordine di 80-100 miliardi di euro.

Certo la situazione continua ad essere complessa, perchè nonostante sembrava che fosse andato bene il Vertice di domenica sera-lunedì tra Di Maio, Salvini, Conte anche per le novità per le pensioni, ora le cose sembrano di nuovo peggiorare con richieste ulteriori da parte dell'Ue nonostante le modifiche fatte e ancora una Legge di Stabilià e Manovra da rivedere sotto molto aspetti. 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: