Pensioni novità, una sottile presa in giro

Nulla di concreto e particolarmente importante sulle novità per le pensioni dalla riunione di ieri: ultime notizie e temi in discussione

Pensioni novità, una sottile presa in gi

pensioni novità riunione esecutivo forze sociali


Riparte il confronto sulle novità per le pensioni tra esecutivo e forze sociali e la riunione tenutasi ieri è stata la prima di una serie che andranno avanti ancora nei prossimi giorni con la speranza e l'auspicio di arrivare alla definizione di quelle ulteriori novità per le pensioni che contribuirebbero a migliorare l'attuale sistema, considerato ancora troppo rigido e decisamente negativo per l'andamento dell'occupazione, soprattutto giovanile, nel nostro Paese. Le ultime notizie sulla disoccupazione in Italia, infatti, dimostrano come sia arrivato davvero il momento di fare qualcosa di positivo e concreto per modificare le attuali norme pensionistiche che costringono i lavoratori più anziani a rimanere sempre più impiegati chiudendo letteralmente le porte del mondo del lavoro ai ragazzi. E' di certo una situazione che merita di essere rivista.

Il problema è dalle ultime notizie sulla riunione di ieri non sembra che si stia andando in tale direzione nè che ci sia la volontà di farlo. Alcuni, poi, hanno ritenuto la riunione tenutasi ieri tra esponenti dell’esecutivo e rappresentanti delle forze sociali sulle novità per le pensioni ancora da definire e rivedere una sottile presa in giro. Poco soddisfatti di come si sono conclusi i lavori le stesse forze sociali. Temi sul tavolo della riunione le novità per le pensioni per i ragazzi con nuove aperture da parte dell’esecutivo ad una maggiore flessibilità in uscita per coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1995 e che rientrano nel calcolo della pensione finale esclusivamente con sistema contributivo.

Nuovo confronto tra esecutivo e forze sociali e novità per le pensioni sul tavolo

Dalla riunione di ieri sulle novità per le pensioni è emersa la disponibilità dell’esecutivo a rivedere i requisiti di pensione di uscita in base al quoziente contributivo, pensando di abbassarlo da 2,8 a 2 per tutti e per i ragazzi da 1,5 a 1,2 per permettere una pensione più agevole a tutti coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1995 e devono calcolare la loro pensione finale esclusivamente con sistema contributivo, metodo che ai ragazzi di oggi, impegnati per la maggior parte in occupazioni precari e discontinue, non riuscirebbe a garantire una pensione dignitosa, tanto che il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ha anche parlato di istituzione per i ragazzi di una pensione minima del valore compreso tra i 650 e i 680 euro.

Se ne riparlerà, così come, stando a quanto riportano le ultime notizie, sembrerebbe essere stata rimandata anche la discussione sulla richiesta di revisione del sistema delle aspettativa di vita avanzata dalle forze social, seppur al momento divise sulla questione. La discussione in merito, infatti, sarebbe stata rimandata alla prossima riunione del 7 settembre. Insieme alle novità per le pensioni per i giovani, sarebbero state anticipate ipotesi di novità per le pensioni per le donne, anche se non si sa ancora se si procederà con una ulteriore proroga dell’opzione donna o se, come riportato dalle ultime notizie, sarà definita una particolare ape social per le donne. Si è parlato anche della Rita, rendita integrativa temporanea anticipata, ulteriore novità per le pensioni, che seguirebbe lo stesso funzionamento dell'ape volontaria ma valida solo per gli iscritti alle forme di previdenza integrativa.  Le discussioni hanno riguardato soprattutto le possibili modifiche di questo sistema.

Nulla di importante su novità per le pensioni profonde

Come per le aspettative di vita, però, nulla è stato detto in merito ad:

  1. eventuali modifiche per novità per le pensioni di ape social e quota 41 ad essa collegata;
  2. data di presentazione ufficiale del decreto attuativi sull’ape volontaria;
  3. novità per le pensioni di quota 100 o altri sistemi di uscita rivoluzionari.

Nulla, dunque, di importante e concreto è stato effettivamente detto sulle eventuali prossime novità per le pensioni da attuare, contrariamente, invece, a quanto organi di comunicazione, come giornali e telegiornali, stanno facendo credere, continuando a ribadire che nel corso della riunione di ieri di è parlato di novità per le pensioni per l’uscita prima di tutti, puntando particolare attenzione poi sulle ultime notizie relative alle novità per le pensioni per i giovani.

In realtà, analizzando dichiarazioni e affermazioni sulle stesse novità per le pensioni, la verità è che la riunione di ieri è forse solo servita per porre le basi delle prossime discussione, anticipando le più importanti novità per le pensioni che dovrebbero essere affrontate.

Ultime Notizie