Pensioni, novità concrete e tangibili da protagonisti inediti

Nomi inediti di personaggi che potrebbero diventare protagonisti nel processo di rilancio di concrete novità per le pensioni, chi sonoe cosa potrebbero fare.

Pensioni, novità concrete e tangibili da

pensioni novità inediti protagonisti rilancio pensioni


Chiunque sia il vincitore della prossima chiamata alla urne, sono destinati ad affacciarsi nell'agone nazionale nuove figure con il compito di rilanciare novità per le pensioni e provvedimenti affini. Molto si sta già muovendo dietro le quinte, come dimostrato nelle ultime notizie e ultimissime dall'attivismo dei differenti schieramenti nell'elaborazione di programmi e nell'assegnazione di responsabilità. (aggiornamento ore 22:30)

Si attendono con particolare curiosità le evoluzioni degli scenari politici del nostro Paese in cui, come riportano le ultime notizie, sarebbero in corso riorganizzazioni interne alle diverse forze e movimenti tra le forze stesse anche in vista di possibili alleanze per le prossime elezioni. Al momento però tutto è piuttosto incerto e bisognerà capire come si chiuderà la partita sul sistema per elezioni e movimenti conseguenti delle diverse forze. Ciò che si sa è che in base alle evoluzioni delle situazioni potrebbero affacciarsi sulla scena protagonisti inediti che potrebbero giocare un ruolo importante per un concreto rilancio delle novità per le pensioni.

Inediti protagonisti per novità per le pensioni reali

In base agli scenari che si andranno delineando potrebbero essere diverse le personalità che potrebbero assumere un ruolo di spicco per rilanciare novità per le pensioni reali e concrete

  1. se si dovesse andare avanti con la maggioranza attuale, secondo le ultime notizie, gli avvicendamenti potrebbero prevedere nomi come quello di Teresa Bellanova o Tommaso Nannicini come responsabili del Dicastero dell’Occupazione;
  2. il professor Leonardo Becchetti nei pentastellati;
  3. nel centro destra, per l'Occupazione potrebbe esserci un uomo del Carroccio, ma potrebbe tornare in auge anche il nome di Maurizio Sacconi;
  4. Maurizio Landini come nuovo segretario della Cgil.

Nomi nuovi provienti dall'attuale maggioranza

Come sopra accennato, dunque, se si dovesse andare avanti con l’attuale maggioranza, secondo le ultime notizie, al Dicastero dell’Occupazione potrebbero arrivare nomi come quello di Teresa Bellanova o di Tommaso Nannicini, ma le ultime e ultimissime notizie parlerebbero anche di Stefano Patriarca.

La nomina di Teresa Bellanova sarebbe certamente importante per un concreto rilancio delle importanti novità per le pensioni: lei, ex sindacalista, interessata da sempre a rilanciare l’attività, soprattutto per i ragazzi, è da sempre favorevole all’introduzione di novità per le pensioni come quota 100 e quota 41 per tutti senza oneri.

Importante e significativa sarebbe anche la nomina Tommaso Nannicini, ex consigliere economico di Palazzo Chigi nel precedente esecutivo, nella nuova segreteria della maggioranza, da sempre, come confermano le ultime notizie, tra i sostenitori per le pensioni di quota 100, ancora considerata la migliore soluzione pensionistica per tutti, all’attuazione di eventuali cambiamenti peggiorativi, come revisione di agevolazioni fiscali alle famiglie, ma anche revisioni di alcune tipologie di pensioni stesse, come baby pensioni, pensioni di invalidità, pensioni di guerra, importanti per ristabilire equità sociale quanto e recuperare il budget necessario per novità per le pensioni positive per tutti.

Stefano Patriarca, invece, sarebbe particolarmente favorevole a nuove modalità di pensioni anticipate per uscire prima partendo da ricalcolo delle pensioni per rilanciare ulteriori sistemi per lasciare anzitempo la propria attività o da sistemi di pensione differenti in base alle diverse tipologie di attività che si svolgono, e novità per le pensioni di una pensione contributiva minima per i ragazzi ma che, secondo le ultime notizie, potrebbe valere anche per gli over 45, stando alle ultime notizie, rimasti senza occupazione e ancora lontani dal raggiungimento della pensione finale, come fosse una sorta di assegno universale.

Nel rinnovato centro sinistra, invece, non si hanno ancora le idee chiare su eventuali nomi da proporre, tutto sarebbe ancora in via di analisi, ma certamente, le pensioni così come il tema dell’impiego sono appaioni nelle ultime notizie e ultimissime tra le priorità su cui vogliono puntare.

Nuovi nomi dal Movimento 5 Stelle nelle ultimissime notizie

Nei pentastellati, il nome che, a sorpresa, potrebbe essere di spicco, pronto a conquistare la scena politica, secondo le ultime notizie, potrebbe essere quello di Leonardo Becchetti, professore dell’Università di Tor Vergata che, stando a quanto riportano le ultime notizie, sarebbe decisamente favorevole a portare avanti novità per le pensioni con introduzione dell’assegno universale per tutti ma anche revisione dell’attuale sistema pensioni. Del resto, da sempre assegno universale per tutti e novità per le pensioni sono tra le priorità dei pentastellati. Se per l’assegno universale in ogni caso c’è certezza di rilancio, per quanto la riforma delle pensioni bisognerà capire su quale modalità e tiologie di pensioni anticipate si vorrà convogliare:

  1. quota 41 per tutti senza oneri;
  2. quota 100;
  3. abbassamento generale dell’età pensionabile;
  4. revisione alte pensioni per gli esponenti pubblici

Nuovi nomi possibili di spicco dal centrodestra nelle ultime notizie

Nel centro destra, invece, potrebbe essere nominato all’Occupazione un uomo del Carroccio, e in tal caso, come ben sappiamo, sarebbe di impatto per il rilancio di novità per le pensioni, considerando che il Carroccio mira da sempre ad una revisione totale dell’attuale sistema partendo da quota 100. Ma, stando alle ultime notizie, potrebbero ritornare in auge anche il nome di Maurizio Sacconi che, come ben sappiamo ormai, punta ad un completo cambiamento dell’attuale sistema con profonde novità per le pensioni, considerato decisamente troppo rigido, attraverso la totale abolizione del sistema di adeguamento dell’età pensionabile alle attese vita.

Maurizio Landini come nuovo segretario della Cgil per le forze sociali

Altro nome che  potrebbe diventare decisamente protagonista fondamentale nel rilancio concreto delle pensioni  è quello di Maurizio Landini della Cgil, che, stando a quanto riportano le ultime notizie, avrebbe dichiarato di essere pronto alla mobilitazione e allo sciopero se non si andrà avanti con importanti novità per le pensioni in maniera concreta. E’ tra i rappresentanti dei dipendenti che ha sempre postole pensioni come priorità su cui puntare per garantire la ripresa del nostro Paese. Il prossimo anno, poi, sono in programma le nuove elezioni che potrebbero concludersi, stando alle ultime notizie, proprio con la nomina di Landini come segretario della Cgil al posto dell’attuale leader, personalità giusta per riaprire le discussioni sulle pensioni anticipate, come quota 100 e quota 41 per tutti, ma anche per l’introduzione dell’assegno universale.

Puoi Approfondire