Pensioni ultime notizie Ape Social e Ape Volontaria calcolo si può fare subito senza attendere simulatore INPS

In attesa del nuovo simulatore dell'Inps esistono già diversi strumenti a cui fare riferimento per il calcolo della pensione con le ultime novità.

Pensioni ultime notizie Ape Social e Ape

Pensioni: nuove regole allo studio

È già tempo di pensare al calcolo pensione alla luce delle ultime novità relative a Ape social e Ape volontaria. Soprattutto nel secondo caso occorre fare attenzione e dedicare un po' di tempo a effettuare simulazioni per capire la reale convenienza di questi nuovi metodi per smettere anzitempo. In base all'età del congedo ovvero a quanto tempo prima si decide di lasciare il lavoro così come alla percentuale di Ape in riferimento alla pensione si decide di farsi versare dalla banca, cambiano sia il costo da sostenere e sia l'assegno previdenziale che si andrà a percepire. E in attesa del nuovo simulatore dell'Inps, che sarà verosimilmente rilasciato solo dopo il varo degli atti finali sulle novità per le pensioni, esistono già diversi strumenti a cui fare riferimento per il calcolo della pensione.

Come fare il calcolo pensione con le ultime novità

E così per facilitare il compito e non perdersi in complicati calcoli manuali con i numeri e i parametri fissati dalle novità per le pensioni su Ape social, quota 41 e Ape volontaria con il rischio di sbagliarsi, abbiamo sviluppato e messo a disposizione in questa pagina un simulatore gratuitamente utilizzabile. Basta indicare la pensione netta, il numero di mesi di uscita anzitempo, da un minimo di 6 mesi a un massimo di 43, la somma che si desidera tra il 70% e il 100%, l'appartenenza a una delle categorie tutelate, l'assicurazione proporzionale, l'onere a carico del lavoratore. Con pochi click si avranno le risposte desiderate così da comprendere la reale convenienza delle novità per le pensioni. Stando alle prime simulazioni, la variabile decisiva è il tasso di interesse applicato dagli istituti di credito (così come il ruolo degli istituti assicurativi).

Più alto sarà il valore nella forchetta che l'esecutivo ha individuato tra il 4,6 e il 4,7% e meno conveniente sarà andare in pensione con l'Ape, fino a essere totalmente svantaggioso, almeno dal punto di vista economico. A ogni modo, i dati restituiti dal calcolo pensioni sono sei: pensione netta percepita al mese; la rata da pagare per la restituzione con interessi inclusi per 20 anni; la rata della pensione percepita dopo i 36 mesi di anticipo, la percentuale decurtata, il totale della pensione per chi smette anzitempo, l'importo finale da restituire. Si ricorda che anche i lavoratori con contratto a metà tempo possono accedere allo strumento dell'Ape.

Questa possibilità spetta ai lavoratori sia del settore pubblico e sia del comparto privato che hanno almeno 63 anni di età e sono a non oltre 3 anni e 7 mesi dalla pensione di vecchiaia. Potranno accedere a quella senza oneri i lavoratori che hanno almeno 30 anni di contributi versati nella propria cassa previdenziale, ma solo se privi di occupazione, invalidi o con parenti primo grado con disabilità grave oppure se hanno maturato i 36 anni di contributi svolgendo i lavori cosiddetti faticosi. Tutti loro potranno andare in pensione fino a tre anni prima senza nessun onere fino a 1.500 euro lordi di pensione.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: