Pensioni ultime notizie Ape Social, Ape Volontaria, Quota 41 dettagli ulteriori calcolo costi totali, polizze, interessi

Cosa cambia e ultime notizie su definizioni di tassi e polizze assicurativi per l’ape: attesi ulteriori miglioramenti per le novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie Ape Social, Ape

pensioni novità ape calcolo dettagli ulteriori


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:30): Non ci sono gli istituti di credito a essere centrali nel progetto delle novità per le pensioni concretizzato dalla maggioranza. Un altro attore protagonista sono le assicurazioni, il cui impatto viene spesso sottovalutato. E stando alle ultime e ultimissime notizie c'è poco da sorridere poiché la polizza potrebbe raggiungere la quota non poco esigua del 29%.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:05): Comunque la si veda, gli istituti bancari ricoprono un ruolo centrale nel progetto delle novità per le pensioni che vede nell'Ape volontaria il nuovo principale metodo che entrerà presto in vigore. E siccome il periodo non è di certo dei migliori, ecco che gli interessi a carico del pensionando, come emerso dalle ultime e ultimissime notizie, potrebbe riservare qualche sgradita sorpresa.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:30): Non possono che preoccupare le ultime e ultimissime notizie secondo cui i tassi di interesse applicate all'Ape volontaria, saranno sì tra il 4,5% e il 4,7% come previsto. Ma legati all'Euribor ovvero variabili su base trimestrale. Se così fosse cambierebbero l'aspetto e il senso di quella che viene ritenuta la principale novità per le pensioni in vigore nel 2017.

Dopo trattative e attese, sono stati resi noti ulteriori dettagli sul funzionamento delle ultime novità per le pensioni di ape volontaria, social e quota 41: stando alle ultime e ultimissime notizie, infatti, ulteriori miglioramenti alle novità per le pensioni dovrebbero effettivamente arrivare con il Milleproroghe e sarebbero state rese note le prime informazioni relative all’andamento delle trattative con gli istituti di credito per la definizione dei tassi di interesse da calcolare sull’Ape.

Novità per le pensioni e ulteriori dettagli su trattative con istituti di credito per l’Ape

Secondo le ultime notizie sulle trattative con istituti di credito e assicurazioni per gli accordi sull’entità dei tassi di interesse che dovranno essere calcolati sull’anticipo Ape che verrà erogato per permettere ai lavoratori di lasciare anzitempo la propria occupazione, si starebbe concludendo la discussione per quanto riguarda l’ape social, mentre per l’ape volontaria restano ancora diversi dettagli da chiarire. Per quanto riguarda, invece, le condizioni sulle polizze assicurative, sembrerebbero essere state definite sia per ape volontaria che per ape social. Secondo quanto riportato dalle ultime notizie, il calcolo del costo del rimborso totale dell’ape dovrebbe essere compreso, come si diceva sin dall’inizio, tra il 4,5% e il 4,7% ma i tassi di interesse, legati all’Euribor, potrebbero essere suscettibili di aggiornamenti ogni 3 mesi. E si tratta di aggiornamenti che potrebbero prevedere rialzi. Al momento, infatti, i tassi sono decisamente bassi ma sono destinati ad aumentare. E questo meccanismo potrebbe non rendere l’ape volontaria così conveniente come si era inizialmente ipotizzato.

Per quanto riguarda, invece, la polizza assicurativa che ogni lavoratore dovrà stipulare in caso di premorienza, prima delle dimissioni dell’ex premier, si parlava di un costo al 29%. Restano, invece, ancora da chiudere alcune questioni, come quella inerente eventuali criteri di priorità di accesso ad ape social e quota 41, o quella relativa alla possibilità di rifiuto della domanda di ape. Considerando, infatti, che, come spesso ripetuto, le novità per le pensioni di ape e quota 41 più che novità per le pensioni sono state considerate misure indennitarie, non è obbligatorio che una loro richiesta venga accettata. Confermata poi la definizione della lista di istituti di credito e assicurazioni che chiuderanno accordi con l’Istituto di Previdenza per l’erogazione della mini pensione per l’uscita prima.

Ulteriori miglioramenti delle novità per le pensioni attese con Milleproroghe

Dopo i dpcm che dovranno definire le informazioni ufficiali su entità di tassi di interesse e condizioni delle polizze assicurative per ape, volontaria, social e quota 41, ulteriori modifiche per le attuali novità per le pensioni dovrebbero essere discusse, come riportano le ultime e ultimissime notizie, con il Milleproroghe. E le discussioni dovrebbero riguardare:

  1. ampliamento dell’invalidità per ape social e quota 41 anche sul lavoro, non considerando dunque solo l’invalidità civile;
  2. riduzione  della percentuale di invalidità dal 75% al 60% per ape social e quota 41, con nuove tabelle Inail che i tecnici starebbero già definendo;
  3. diminuzione degli anni contributivi da 36 a 35 per ape social e quota 41 da parte di chi svolge occupazioni faticose;
  4. richiesta di calcolo dei contributi figurativi per il raggiungimento del requisito contributivo richiesto per ape e quota 41;
  5. cancellazione del criterio dei 6 anni continuativi di svolgimento di attività faticosa;
  6. possibilità di cumulo per il raggiungimento del requisito contributivo necessario per il contributivo femminile;
  7. aumento dei tempi di non occupazione e assistenza ai malati per ape social e quota 41.