Pensioni ultime notizie su quota 100, quota 41, mini pensioni da Raitano, Pedretti, Ghiselli

Le ultime posizioni di Raitano, Ghiselli, Pedretti su necessità di novità per le pensioni e importanti nuove proposte presentate

Pensioni ultime notizie su quota 100, qu

pensioni novità ultime affermazioni pedretti


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15.46): A ora non sono arrivati chiarimenti da parte delle forze sociali sulle posizioni sulle novità per le pensioni, di cui sono emerse incongruenze come abbiamo appena visto. Non resta che sperare in un atteggiamento più concreto e pratico ma che dalle ultime e ultimissime notizie non si sta vedendo in questo periodo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:01): Non è dunque certo che posizioni rimangono uguali per novità per le pensioni da parte delle forze sociali. Le inedite idee saltate fuori in occasione di un seminario pubblico nelle ultime e ultimissime notizie, possono rischiare di spiazzare lavoratori e pensionati perché si tratta di novità per le pensioni fino a questo momento escluse e che vanno contro chiaramento ai loro interessi e quanto finora affermato.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:45): E' un ragionamento da lasciare stupefatti quello fatto ad un incontro organizzato per le novità per le pensioni dalle forze sociali che hanno esposto delle condizioni e delle regole che finora hanno sempre negato e che sioo assolutamente contrarie nelle ultime notizie e ultimissime e assai peggiorative

Tra novità per le pensioni di quota 100 e quota 41 per tutti, da anni ormai richieste da forze sociali e da alcuni esponenti istituzionali, atti finali ufficiali relativi alle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 approvate ma per cui si attende ancora la loro entrata in vigore ufficiale, e modifiche richiesteci dalla Comunità stessa sulla parità di trattamento previdenziale di genere tra maschi e femmine, potremmo certamente dire che le attese relative alle novità per le pensioni sono decisamente diverse e altrettanto importanti. E in questo scenario si inseriscono anche attese e perplessità relative all’avvio del momento successivo di analisi di ulteriori novità per le pensioni. Dopo la precedente riunione saltata tra forze sociali ed esecutivo, in programma qualche giorno fa, crescono i timori che, come accaduto finora, il tempo continui a passare continuando a non far nulla di concreto e profondo per le pensioni.

Le ultime posizioni di Raitano e impatto su novità per le pensioni

Particolarmente interessato a novità per le pensioni per i più giovani Michele Raitano, docente di Politica economica alla Sapienza di Roma, che, come riportano le ultime notizie, avrebbe presentato la proposta di una pensione contributiva per loro, considerando i requisiti pensionistici che si allungheranno decisamente stando alle attuali norme pensionistiche. Secondo quanto spiegato da Raitano, si tratta di una novità per le pensioni che dovrebbe interessare tutti coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e calcoleranno la loro pensione finale esclusivamente sulla base dei contributi previdenziali realmente versati nel corso della loro vita lavorativa, coloro che andranno in pensione a 69 anni di età, requisito anagrafico valido sia per i maschi che per le femmine, e con 44-45 anni di anzianità.

Stando, però, alle ultime notizie, si tratta di persone che non dovrebbero percepire molto di assegno finale, ancor più diversificato, ha spiegato Raitano, in base all’attività svolta. La nuova ipotesi di una pensione contributiva per i più giovani si basa sul fatto che la pensione non potrà mai essere inferiore ad una determinata soglia e se così fosse dovrebbe intervenire lo Stato con una integrazione.

Le ultime affermazioni di Ghiselli e conseguenze per novità per le pensioni

La stessa proposta è sostenuta da Roberto Ghiselli, segretario confederale della Cgil, che ha parlato di questa novità per le pensioni  come una priorità per i giovani con l’auspicio che venga portata avanti in maniera concreta e reale, considerando che le ultime notizie in riferimento all’attività lavorativa dei più giovani confermano situazioni di precarietà e discontinuità che non permetteranno loro di raggiungere un’adeguata pensione finale tale da permettere, secondo le stime, di condurre una vita dignitosa.

Le ultime posizioni di Pedretti e urgenza di novità per le pensioni

Da tempo ormai in trepida attesa per l’avvio concreto del momento successivo di analisi di ulteriori novità per le pensioni, Ivan Pedretti della Cgil, critico, da sempre, nei confronti delle ultime novità per le pensioni approvate di mini pensione con e senza oneri e di quota 41, sempre più convinto della necessità di revisione dell'attuale sistema, con profonde novità per le pensioni, a partire dalla novità per le pensioni di quota 41 per tutti e senza alcuna penalità, capaci di riavviare un nuovo ciclo economico nel nostro Paese, passando attraverso rilancio dell’occupazione giovanile, nuova spinta alla produttività e rilancio dei consumi. Ma, stando a quanto riportano le ultime notizie, probabilmente per queste profonde novità per le pensioni bisognerà aspettare ancora un bel po’.