Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 Ainis, Cantone, Cacciari

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Pensioni ultime notizie quota 100, mini

Pensioni ultime notizie e novità affermazioni

Sono le differenti forze, i vari esecutivi e la corruzione i responsabili delle novità per le pensioni poche e inefficaci, documentate nelle ultime notizie pensioni e al Festival di Bologna.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 7:30): Interessanti analisi sono state fatte al Festival di Bologna sulle novità per le pensioni e sull'attualità su più livelli da differenti esponenti, autorità ed esperti su come interpretare cosa sta accadendo nelle ultime notizie e ultimissime certamente non così favorevoli su più piani.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:30): Le critiche contro la poca attività sulle novità per le pensioni si muovono su più piani, a iniziare dalla scarsa legittimazione di cui gode questo esecutivo. Ma poi, come argomentano esperti osservatori, ci sono anche i timori di sbagliare e di aggiungere sbagli ad altri sbagli certificati nelle ultime notizie e ultimissime, proprio ora che le elezioni si avvicinano.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:15): Sono dunque diverse le ragioni per cui per le novità per le pensioni non c'è spazio. Ma se da una parte c'è uno stato di necessità, dall'altra c'è chi non esclude una vera e propria mancanza di volontà oppure, cosa anche peggiore, l'incapacità a fare in maniera sana e costruttiva. E così si parla di danni e sbagli nelle ultime notizie e ultimissime che suggeriscono di non fare più nulla fino alle elezioni subito.

Arrivano dal Festival di Bologna interessanti punti di vista sullo stato di salute del Paese, sulle sue prospettive e di cosa attendersi sulle novità per le pensioni e le grandi questioni lasciate in sospeso.

Le ultime posizioni di Massimo Cacciari e conseguenze per novità per le pensioni

A dovere prendere le decisioni finali sono le stesse forze, siano esse di destra o di sinistra, in seguito alle elezioni. E le decisioni sono naturalmente tutte di alto tenore, tra novità per le pensioni e rilancio dell'occupazione. Ma il problema, argomenta Massimo Cacciari, già primo cittadino della città lagunare è lo spazio sempre maggiore che il populismo sta trovando in tutto il vecchio continente. E se ottengono comunque un risultato tutt'altro che trascurabile in termini di consenso, una ragione c'è. Da qui qui l'appello ad ascoltare esigenze rinnovate, alla necessità per il nostro Paese di una sinistra rilanciata su valori comuni così come di una destra compatta, indipendentemente dalle differenza di vedute su novità per le pensioni e altre grandi questioni. Il percorso è ancora lungo, argomenta Cacciari, e coinvolge tutti i Paesi del Vecchio Continente. E poi importa il recente risultato delle urne transalpine perché sarebbe stato scelto soprattutto per essere una figura più rassicurante rispetto agli avversari.

Le recenti posizioni di Michele Ainis e impatto su novità per le pensioni

Se il Paese non decolla, se le novità per le pensioni sono insoddisfacenti, se quanto introdotto fino a ora dagli ultimi esecutivi è infarcito di sbagli ed errori, allora è meglio che non si faccia più niente. Non usa giri di parole Michele Ainis, costituzionalista, nel fotografare la situazione odierna. E lo fa senza risparmiare niente e nessuno, prendendo di mira le differenti forze che, per volontà o per incapacità, non sono state in grado di restituire un nuovo aspetto al Paese. Tutto cambia, argomenta, ma solo in peggio ovvero con errori evidenti. Da qui l'auspicio a non fare altri danni. E non sfugge come sulle novità per le pensioni poco e male sia stato fatto. Anche questa volta ci sono provvedimenti che sono decollati solo a metà mentre altri hanno accumulato un ritardo così elevato da aver messo in discussione la stessa efficacia. E poi c'è un secondo capitolo sulle novità per le pensioni, aperto con tanta enfasi e poi chiuso (definitivamente o temporaneamente?) senza alcuna spiegazione. Forse, parafrasando con ironia lo stesso Ainis, per non commettere tanti errori. Resta allora da vedere se da qui alla fine dell'esperienza di questo esecutivo ci sarà qualche ritocco, pur sempre necessario, o se per le novità per le pensioni occorre attendere elezioni subito.

Le ultime affermazioni di Raffaele Cantone e impatto su novità per le pensioni

C'è anche un'altra ragione per cui le migliori prospettive sui grandi temi del Paese, tra cui le novità per le pensioni, non riescono a vedere la fine. Si tratta della corruzione dilagante e mai estirpata nei gangli vitali della nostra nazione. E non solo tra gli esponenti istituzionali, ma anche all'interno degli uffici collettivi, degli enti a disposizioni di tutti e perfino negli ospedali. Le ultime affermazioni di Raffaele Cantone, numero uno dell'autorità nazionale anticorruzione, non possono che lasciare il segno perché mettono in dubbio l'effettiva capacità della classe dirigenziale a mettere il Paese lungo i gusti binari. E dinanzi a una situazione di questo tipo, diventa quasi inevitabili che questioni così delicate come le novità per le pensioni non vedano mai il traguardo. Ma attenzione, ammonisce Cantone, la rivoluzione parte dal basso con comportamenti corretti e da prendere ad esempio. Insomma, tutto parte dal rispetto delle regole, dal pagare correttamente le imposte, da non fare il furbo saltando la fine. Solo iniziando da questi gesti il percorso sarà virtuoso, crescerà livello dopo livello, fino ad arrivare alla classe dirigenziale ovvero ai temi delicati come le novità per le pensioni e in grandi cambiamenti sempre attesi.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: