Pensioni ultime notizie: analisi prospettive secondo azioni Draghi, Macron e Dijsselbloem su quota 100, mini pensioni e quota 41

La posizione del nostro Paese ad occhi di Comunità ed estero, le ultime posizioni di Macron, Dijsselbloem, Draghi e attese per novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie: analisi prospet

pensioni novità ultime affermazioni mario draghi


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:01): L'Italia continua a perdere consensi in Europa e senza questi è difficile ipotizzare novità per le pensioni. Da poco insediatosi, Macron sembra poco collaborativo e a volte minaccioso con l'Italia, lo ha subito dimostrato con l'affaire Stx e con il negato sostegno per l'immigrazione. Il presidente Dijsselbloem indica come causa dei principali mali dell'Italia il fragile sistema politico. Infine l'unico che in Europa dava un forte sostegno all'Italia, grazie anche alle politiche espansive, era Draghi, ma sembra che siano vicine le sue dimissioni. Con queste ultime notizie è difficile poter proporre novità interessanti per le pensioni e convincere che un intervento su quota 41 e quota 100 possa giovare all'intero sistema paese.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:30): E' da ricordare che diversi organismi internazionali hanno sostenuto la necessità ri vedere le novità per le pensioni e sistemi collegati come l'assegno universale e c'era più propensione a dare il propio benestare nelle ultime notizie e ultimissime dall'estero, ma ora tutto potrebbe diventare più difficile di quello che già è

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:01): La congiuntura favorevole continua, ma potrebbe essere agli sgoccioli e con l'esecutivo attuale sarà difficile da cogliere. E tutto potrebbe diventare ancora molto più difficile per le novità per le pensioni e qualsiai iniziativa che si vorrà fare nelle ultime notizie e ultimissime sia ora che in futuro e questa mancanza di stima potrà peggiorare solo le cose

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 5:30): C'è già chi credeva poco nella nostra nazione e ora questa tendenza potrebbe diventare ancora più forte raggiugengendo dei livelli molto elevati anche per l'incapacità di non aver sfruttato il clima favorevole che c'era e c'è ancora in parte come si è dimostrato chiaramente per le novità per le pensioni dove nulla di quello che ci è stato nelle ultime notizie e ultimissime spesso positivo anche non è stato fatto. 

Cala ancora la credibilità italiana agli occhi della Comunità, situazione che sembrerebbe rendere sempre più difficile l’attuazione di tutti quei provvedimenti e quelle iniziative urgenti che sarebbero importanti per sbloccare la ripresa nel nostro Paese. Le ultime notizie su alcune dinamiche, infatti, dimostrano come e quanto le cose debbano cambiare nel nostro Paese e stiamo parlando di deficit statale, che continua ad aumentare, e sviluppo economico, ancora in stallo, senza dimenticare l’aumento dell’emigrazione di chi è alla ricerca di un futuro migliore e di nuove opportunità di impiego. Quest’ultima situazione è ciò che maggiormente interessa il nostro Paese, considerando che si tratta di una questione che colpisce in maniera negativa soprattutto i ragazzi che dovrebbero, in realtà, rappresentare una risorsa per la crescita. Ma senza l’attuazione di novità per le pensioni, come quota 100 e quota 41 per tutti senza alcun onere, la ripresa di opportunità di impiego per i ragazzi non ci sarà e non ci sarà alcuna nuova spinta per produttività e consumi.

Tutto bloccato, dunque, per un rilancio di quel ricambio generazionale che permetterebbe di avviare un ciclo economico positivo in generale. Nonostante i vantaggi che le novità per le pensioni porterebbero, sia in termini di rilancio di attività, sia in termini economici di risparmi, il nostro Paese dovrebbe presentare alla stessa Comunità, come spiegato da alcuni esponenti politici, certificazioni esterne che dimostrino la reale e concreta convenienza delle novità per le pensioni di quota 100 e di quota 41 per tutti.

Le recenti affermazioni di Macron e impatto su novità per le pensioni

Scettico nei confronti delle potenzialità del nostro Paese e poco propenso a sostenerci il presidente francese Macron. Stando a quanto riportano le ultime notizie, infatti, il presidente Emmanuel Macron si sarebbe già dimostrato ‘nemico’ del nostro Paese, posizione che emerge chiaramente dalle ultime notizie riferite alla questione dei cantieri navali francesi Stx, la cui maggioranza era stata acquisita dalla italiana Fincantieri dopo una lunga trattativa, con approvazione della decisione da parte dell'allora presidente della repubblica Hollande. Ma solo ad una settimana di distanza dalla sua elezioni, Macron, come riportano le ultime notizie, ha annunciato una revisione del contratto di cessione dei cantieri Stx perché non voleva, e non vuole, che vengano ceduti agli italiani.

A questa vicenda già di per sé piuttosto spiacevole e significativa, si affiancherebbe la posizione dello stesso presidente Macron nei confronti della questione migranti e sostegni al nostro Paese. Stando alle ultime notizie, infatti, Macron non sarebbe affatto disposto ad alcuna accoglienza. Si tratta di posizioni che potremmo definire forti e che certo non lasciano ben sperare in futuri sostegni per poter permettere al nostro Paese di andare avanti con iniziative urgenti al momento bloccate, novità per le pensioni come quota 100 e quota 41 per tutti senza oneri comprese.

Le ultime posizioni di Dijsselbloem e impatto su novità per le pensioni

Secondo il presidente del gruppo comunitario e ministro delle finanze, Jeroen Dijsselbloem, la realizzazione di provvedimenti strutturali importanti nel nostro Paese è difficile a causa di un sistema politico decisamente fragile e instabile. Si tratta di una instabilità che non permette di andare avanti con tutti quegli importanti provvedimenti che contribuirebbero a rilanciare uno sviluppo del nostro Paese. Per il presidente, inoltre, la proposta di mantenere un deficit per l'Italia del 2,9% per cinque anni sarebbe fuori dalle regole e si tratterebbe di una decisione che, come confermano le ultime notizie, un singolo Paese può prendere da solo.

Le recenti posizioni di Draghi e attese per novità per le pensioni

Stando a quanto riportano poi le ultime e ultimissime notizie, il presidente attuale della Bce, Mario Draghi, si avvierebbe a lasciare la presidenza e con la sua sostituzione inizieranno a tramontare anche le politiche monetarie espansive e i tassi bassi di interesse mantenuti sempre bassi. E forse tornare al benessere per il nostro Paese non sarà assolutamente facile. Le stesse ultime notizie confermano, infatti, che entro la fine dell'anno, a partire forse dal prossimo mese di settembre, inizierà la graduale riduzione degli acquisti dei titoli di Stato con conseguente graduale aumento dei tassi, operazione che tenderà a far venir meno quelle condizioni attualmente favorevoli per l'attuazione di importanti interventi e di cui il nostro esecutivo, come più volte sottolineato, non sembrerebbe aver approfittato. Rientrano tra questi interventi le stesse importanti novità per le pensioni, come quota 100 e quota 41 per tutti, da tutti finora richieste ma ancora rimandate.

Tuttavia, è anche possibile che l’operazione di Qe venga portata avanti più a lungo del previsto dando più spazio e tempo per definire interventi significativi. E se l’operazione fosse portata davvero avanti per un anno o anche di più, sarebbe decisamente interessante per l'esecutivo che vincerà dopo le elezioni e che potrebbe finalmente rilanciare davvero gli importati cambiamenti, novità per le pensioni comprese.