Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 Molica, Fraccaro, Abbatangelo

Poche differenze registrate ai livelli nazionale e locale: le situazioni di privilegio legate alle novità per le pensioni coinvolgono tutti.

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

Pensioni ultime notizie e novità affermazioni


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:01): I favori continuano a tutti i livelli per le novità per le pensioni sempre per gli stessi sfruttando anche il momento nelle ultime notizie e ultimissime di poca chiarezza

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:30): Ci sono delusione e quasi scoraggiamento sulle novità per le pensioni e quanto potrà essere fatto poiché anche certezzze sono state congelate se non annullate. Senza contare i favori nelle ultime notizie e ultimissime che coinvolgono un numero sempre maggiore di esponenti istituzionali, attuali e del passato.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:30): Si ritorna a doversi confrontare per le revisioni delle pensioni ma non nel senso auspicato in quanto la novità per le pensioni che aveva trovato parecchi consensi è stata concretamente nelle ultime notizie e ultimissime rovesciata


Si moltiplicano i casi di gestione discutibile delle somme delle collettività, anche e soprattutto se di mezzo di sono le novità per le pensioni: piccoli escamotage consentono l'ottenimento di privilegi che altrimenti sarebbero ingiustificati nelle ultime notizie pensioni, evidentemente non uguali per tutti. Poche differenze registrate ai livelli nazionale e locale.

Le ultime posizioni di Francesco Mollica e conseguenze per novità per le pensioni

Anche e soprattutto a livello regionali si annidano casi di privilegio legati alle novità per le pensioni che sfuggono all'occhio dei grandi media. Ed è quanto è adesso successo con gli inquilini dell'assemblea della Basilicata. Un cambiamento alla manovra di assestamento di bilancio ha infatti previsto l'introduzione della pensione legata all'esercizio della funzione per gli ex consiglieri rimasti esclusi per interruzione della legislatura. In buona sostanza significa che il diritto al percepire la (lauta) pensione scatta anche se il mandato dura meno di 5 anni. Ma in che modo hanno giustificato questa azione all'opinione locale considerando le ristrettezze in cui anche le Regioni sono costrette a muoversi soprattutto quando si tratta di mettere mano alle novità per le pensioni? A detta dell'assemblea della Lucania, di cui Francesco Mollica è il presidente, si tratta di un diritto acquisito per chi ha già chiesto e ottenuto la liquidazione dei contributi effettivamente versati ma non sufficienti per accedere alla pensione legata all'esercizio della funzione, trattenuti tutti i mesi sullo retribuzione di mandato.

Le recenti posizioni di Massimo Abbatangelo e impatto su novità per le pensioni

Tutto confermato: Massimo Abbatangelo, condannato a 6 anni per detenzione di esplosivo ma assolto dall'accusa di strage, si vedrà restituita quella parte di pensione legata all'esercizio della sua funzione per via della riabilitazione con il salva-condannati. Ma in fin dei conti non c'è da sorprendersi proprio perché questo passaggio è stato da tempo codificato. Nel quadro delle novità per le pensioni per i suoi rappresentanti, le assiste avevano deciso l'abolizione della pensione legata all'esercizio della funzione per chi, tra gli ex inquilini del Palazzo, è stato condannato per reati di mafia e di terrorismo e per reati contro la pubblica amministrazione con pene superiori a due anni di reclusione. All'ultimo minuto, nel varo della disposizione, era stato inserita una piccola e quasi impercettibile variazione a tale novità per le pensioni che sta facendo adesso vedere le sue conseguenze. Il condannato poi riabilitato (la riabilitazione è una misura scontata, che viene data a chiunque non commetta più reati per un certo periodo di tempo) si è deciso che può riottenere la pensione legata all'esercizio della funzione che gli è stato tolto.

Le ultime affermazioni di Riccardo Fraccaro e impatto su novità per le pensioni

tra i più attivi dal punto di vista procedurale nella richiesta di revisione delle pensioni degli esponenti istituzionali c'è il pentastellato Riccardo Fraccaro. Ma a una situazione da tempo bloccata, nonostante gli appelli lanciati da tutte le forze (le stesse che hanno imposto lo stop) sull'importanza di questa novità per le pensioni, se n'è aggiunta un'altra. Ed è quella della restituzione degli importi congelati per la riabilitazione degli esponenti condannati. Una situazione che con ogni probabilità finirà sul tavolo di un giudice, ma nel frattempo Fraccaro chiede di abolire la disposizione della decorrenza retroattiva delle somme non corrisposte. E fiutando l'aria che si respira, invoca anche un altro intervento ovvero l'estinzione della catalogazione dei reati, adesso considerata eccessivamente limitata, e l'automatismo della revoca dell'assegno in seguito alla condanna. A questo punto è da vedere quale sarà la risposta, considerando i tanti tentativi finora andati a vuoto quando si tratta di prevedere novità per le pensioni per gli esponenti istituzionali (da parte degli stessi esponenti istituzionali).