Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 il 2018 giusto anno (novità, affermazioni)

Il prossimo anno forse quello giusto per una serie di cambiamenti importanti: cosa aspettarsi e attese per novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

pensioni novità prossimo anno giusto prospettive

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:30): Vi sono degli elementi favorevoli e un clima inedito che si potrebbe avere per le novità per le pensioni nel 2018, il prossimo anno, ma occorre anche stare attenti perchè se è vero che molto dipenderà dalla volontà di chi vincerà le elezioni e tutti qualcosa sembrano vogliano fare, vi saranno elementi sia esterni e interi da non trascurare

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 01:01): Ci sono diversi elementi che fanno pensare come il 2018 possa essere l'anno finalmente giusto per quelle novità per le pensioni davvero significative. Certo, non mancano gli ostacoli sia già quelli attuali e altri che se ne potrebbero aggiungere nelle ultime notizie e ultimissime, ma potrebbe essere davvero il momento buono.

Ci si avvia alla pausa e alla prospettiva di una ripresa dei lavori dopo le ferie che si preannunciano piuttosto limitati, incerti e confusi. L’unica certezza è che bisognerà definire le decisioni economiche strategiche da approvare entro la fine dell’anno, come di consueto, che siano in grado di rispondere anche alle richieste comunitarie per il nostro Paese e che, soprattutto, siano in grado di rilanciare la crescita interna e lo sviluppo del nostro Paese.

Ma molte questioni importanti probabilmente salteranno, come dimostrano le ultime notizie su ulteriori provvedimenti ancora bloccati e particolarmente significativi come biotestamento e provvedimento di riconoscimento del diritto di cittadinanza italiana ai figli di stranieri nati nel nostro Paese, provvedimento che sembrava avviato ad una conclusione dell’immediato, rimandato invece al prossimo autunno ma che, secondo le ultime notizie, difficilmente sarà ripreso, considerando gli impegni più importanti che l’esecutivo dovrà affrontare con le decisioni economiche strategiche.

E stessa sorte potrebbe fare anche il provvedimento di revisione delle alte pensioni degli esponenti, anch’esso destinato ad una chiusura immediata, ma ancora bloccato e rimandato a dopo la pausa. Forse il prossimo 2018 potrebbe prospettarsi come l’anno giusto dei grandi cambiamenti. Ma restano sempre incognite e incertezze al momento.

Prossimo 2018 anno giusto e prospettive

Stando alle ultime notizie, il 2018 potrebbe essere l’anno giusto per due macro argomenti:

  1. prossime elezioni, e non è detto che le novità per le pensioni spicchino come priorità tra i contenuti dei diversi schieramenti, ma certamente ci saranno considerando che rappresentano un tema particolarmente delicato e troppo sentito dai cittadini;
  2. nuove elezioni dei rappresentanti dei dipendenti della principale associazione,con la possibilità di vittoria di Landini, da sempre forte fautore delle novità per le pensioni e che ha sempre avuto le idee piuttosto chiare in merito.

Tuttavia, ci sono da considerare anche doversi ostacoli che restano da superare, come il problema di avere un nuovo esecutivo in grado di governare, che abbia una maggioranza sicura e una piena governabilità, tale da andare avanti con le importanti iniziative da attuare che siano spinte da una reale volontà di attuazione e non solo dalla ricerca del consenso. Il prossimo anno, inoltre, scatterà il fiscal compact e, stando a quanto riportano le ultime notizie, potrebbe esserci un graduale blocco dell’operazione di QE da parte dell’Istituto economico comunitario, con un generalizzato seppur lento aumento dei tassi, scenario che potrebbe rendere tutto più complesso. Cosa aspettarsi, dunque, per le novità per le pensioni?

Prossime elezioni e attese per novità per le pensioni

La prospettiva di prossime elezioni si pone come decisamente interessante per un concreto rilancio di importanti novità per le pensioni e proprio in tale occasione, secondo le ultime notizie, potrebbero essere rilanciate proprio le novità per le pensioni di quota 100 e di quota 41 per tutti senza oneri al momento messe ancora da parte, considerando che si tratta delle novità per le pensioni più richieste dai cittadini e che permetterebbero ai diversi schieramenti di riconquistare fiducia e consensi e quindi elettori. Pur se non è detto che le novità per le pensioni siano le priorità dei diversi schieramenti, c’è comunque da aspettarsi che arriveranno, considerando che ogni schieramento ha già rilanciato su alcune novità per le pensioni, come:

  1. novità per le pensioni quota 100 e assegno universale per la maggioranza;
  2. novità per le pensioni di aumento delle pensioni inferiori e quota 100 del centrodestra;
  3. novità per le pensioni di quota 41 per tutti, quota 41, cancellazione delle alte pensioni degli esponenti e abbassamento dell’età pensionabile per tutti dei pentastellati.

Nuove elezioni dei rappresentanti dei dipendenti e impatto su novità per le pensioni

Un nuovo processo di cambiamento interesserà la della principale associazione e il prossimo anno sono infatti in programma le nuove elezioni che potrebbero concludersi, stando alle ultime notizie, con l’arrivo di Maurizio Landini come segretario al posto dell’attuale leader. La posizione di Landini di forte contrarietà alle attuali novità per le pensioni approvate di mini pensione con e senza oneri e quota 41 ad essa collegata potrebbe tornare a farsi sentire in maniera prepotente con richieste di ulteriori novità per le pensioni effettivamente positive per gli impiegati e non per quegli istituti che sembrano, al momento, essere gli unici favoriti dalle attuali novità per le pensioni di mini pensione e quota 41.

Landini, dunque, sarebbe il personaggio  giusto per riaprire le discussioni sulle novità per le pensioni, importanti, fondamentali per rilanciare l’occupazione giovanile, attraverso un interscambio che sarebbe certamente garantito dall’approvazione ufficiale di novità per le pensioni come quota 100 e quota 41 per tutti. Landini, in più occasioni, come riportano anche le ultime notizie, avrebbe chiaramente affermato di essere favorevole anche all’introduzione dell’assegno universale, che tra l’altro la stessa Comunità ormai da qualche tempo ci invita ripetutamente ad introdurre nel nostro Paese, soprattutto per un adeguamento al modello comunitario, considerando che si tratta di una misura di sostegno già in vigore in quesi tutti gli altri Paesi comunitari.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: