Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 rivedere quattro scelte per rilancio pensioni

Quattro scelte da ripensare per decidere come continuare a lavorare sulle novità per le pensioni: ultime notizie e situazione attuale

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

pensioni novità ripensamento quattro scelte

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:15): Sono almeno quattro le decisioni fondamentali da assumere per le novità per le pensioni, ma occorre fare in fretta. Le idee non sono chiare, le urgenze sono tante come emerge chiaramente nelle ultime notizie e ultimissime e l'assenza di un progetto chiaro non può che essere fonte di preoccupazione.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:01): Si continua a rimanere nell'indeterminatezza delle scelte cruciali sulle novità per le pensioni. Su alcuni punti base non è infatti chiara né la posizione attuale nelle ultime notizie e ultimissime e né quella che si attende assumere. Eppure, fare una scelta ben precisa aiuterebbe a chiarire la visione sulle novità per le pensioni e i cambiamenti da attendersi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:15): Si deve fare un bel respiro e decidere su almeno quattro scelte fondamentali per le novità per le pensioni per iniziare realmente a fare un percorso e non il pasticcio evidente nelle ultime notizie e ultimissime molto preoccupante

Si continua a discutere in maniera molto generica del nuovo iter economico, le cui discussioni vere e proprie inizieranno, come di consueto, dopo l’estate, e chissà quando, ci si chiede, e se, si parlerà effettivamente di novità per le pensioni concrete e profonde. Stando a quanto riportano le ultime notizie, sarebbe interessante ripensare alcune scelte prima di decidere effettivamente che strada di lavoro intraprendere. Quattro, in particolare, le scelte da ripensare inerenti le novità per le pensioni e che dovrebbero partire dall’interrogativo se attuare finalmente profonde novità per le pensioni o continuare a definire misure sociali. Ma andiamo con ordine.

Le quattro scelte da ripensare per le novità per le pensioni

Ma quali sarebbero le quattro scelte da ripensare?

  1. La prima scelta da compiere dovrebbe essere quella di decidere se attuare finalmente e in maniera concreta novità per le pensioni;
  2. la seconda, decidere se continuare a dare aiuti e sostegni sociali senza novità per le pensioni;
  3. la terza, decidere su quale novità per le pensioni orientarsi;
  4. la quarta, decidere se attuare novità per le pensioni di modifica dell’attuale sistema o rivederlo completamente.

Partendo dalla prima scelta, se si opta proprio per questa, sarà necessario decidere se continuare a lavorare ma in maniera concreta per dare risposte certe e chiare a chi da tempo chiede novità per le pensioni, che in tanti casi sarebbero necessarie per risolvere gli errori causati dall’entrata in vigore delle norme pensionistiche attuali, e in tal caso capire quale potrebbe essere la migliore novità per le pensioni da attuare per rispondere alle criticità del nostro Paese, e sarebbe questa la terza scelta. E sarebbe necessario anche decidere se, e questa sarebbe la quarta scelta, attuare novità per le pensioni importanti ma che lascino l’attuale sistema così come, o rivedere del tutto il sistema attuale.

Si tratta, dunque, di scelte correlate che, fondamentalmente, dovrebbero essere valutate non solo nella loro importanza e negli effetti che avrebbero per un concreto rilancio di un ciclo economico generale positivo, ma anche in base alla disponibilità di budget. Alla luce delle ultime notizie sull’andamento dell’economia del nostro Paese e del deficit statale che resta elevato, la scelta più realistica e fattibile potrebbe essere l’attuazione di novità per le pensioni di quota 100 in un sistema che consideri anche le diverse tipologie di attività che si svolgono.

La convenienza della novità per le pensioni di quota 100

Non è la prima volta che la novità per le pensioni di quota 100 viene preferita tra le altre novità per le pensioni, da molti considerata la migliore soluzione pensionistica per tutti perché lascerebbe effettivamente la possibilità al singolo lavoratore di scegliere quando andare in pensione. La convenienza della novità per le pensioni di quota 100, però, dipende da tre elementi essenziali:

  1. prevede bassi oneri rispetto ad altre novità per le pensioni;
  2. permette di rilanciare concretamente l’occupazione di 20enni e 30enni, attraverso i prepensionamenti dei lavoratori più anziani;
  3. permette di dare nuova spinta alla produttività.

Secondo quanto stimato, infatti, la novità per le pensioni di quota 100 prevederebbe penalità comprese dal 2-4% fino all'8-12%, ma lasciando al lavoratore, come detto, la possibilità di andare in pensione quando vuole, purchè la somma di età anagrafica ed età contributiva dia come risultato finale 100, e cioè, per esempio, a 60 anni di età e 40 anni di contributi, o a 61 anni di età e 39 anni di contributi, o ancora a 62 anni di età e 38 anni di contributi e così via. Questo meccanismo, come facilmente comprensibile, consentirebbe ai lavoratori di andare in pensione prima lasciando, di conseguenza, posti liberi in cui impiegare i 20enni e i 30enni che avrebbero, dal canto loro, la possibilità di entrare finalmente nel mondo occupazionale, potendo così crearsi anche futuro, e d’altro canto, l’opportunità anche di dare nuova spinta alla produttività, grazie all’impiego delle loro competenze in campo tecnologico. E tutto questo avvierebbe un nuovo ciclo economico che potrebbe portare alla reale ripresa del nostro Paese, passo dopo passo.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: