Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 necessario e urgente agenda pensioni da ristabilire

Atti finali per mini pensione e quota 41 ancora attesi: nuovi possibili tempi e attese per concreto rilancio di ulteriori novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

pensioni novità necessità nuova agenda rilancio cambiamenti


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:01): Procedendo di questo passo l'appuntamento con le risposte sulle novità per le pensioni arriverà solo il prossimo anno. E si tratta di una brutta prospettiva che fa il paio con le ultime e ultimissime notizie negative sull'interruzione del momento successivo sulle stesse novità per le pensioni che, secondo lo scenario più pessimista, potrebbe non essere più avviato.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:33): Ancora mancate risposte sulle novità per le pensioni che potrebbero arrivare soltanto nel 2018 (!!!) con i passaggi che si devono affrontare nelle ultime notizie e ultimissime agenda alla mano. Stesso destino o forse anche peggiore per il momento successivo di analisi e fattibilità per le pensioni per tutti bruscamente al momento interrotto.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01): Ci si attendeva ora che il quadro delle novità per le pensioni fosse pressoché completo anche per tutte quelle più rilevanti del momento successivo. A dominare sono invece incertezza e confusione. Non solo non ci sono ancora gli atti finali, nelle ultime e ultimissime notizie, ma ancora più allarmante non si capisce quale sarà l'utilità effettiva del percorso del momento successivo per le pensioni stesse.

Il grande ritardo della presentazione degli atti finali relativi alle ultime novità per le pensioni approvate di mini pensione con e senza oneri e di quota 41, fissata per l’inizio di questo mese e chiaramente slittata notevolmente, e il conseguente ritardo dell’avvio del momento successivo di analisi delle ulteriori novità per le pensioni che, come si diceva, avrebbero dovuto essere inserite nelle successive stesure del nuovo documento di programmazione economica, oltre a continuare a non prospettare nulla di buono per quanto riguarda l’attuazione concreta di novità per le pensioni, stanno imponendo, viste le ultime notizie, la necessità di ristabilire un’agenda di lavoro per un reale rilancio delle novità per le pensioni.

Ritardo degli atti finali e nuovi eventuali tempi

Se i tanto attesi atti finali su mini pensione e quota 41 venissero finalmente approvati e presentati in questi giorni o entro la fine di questo mese, si dovrebbe poi aprire la famosa finestra che si potrebbe protrarre anche fino alla fine del mese di luglio, ma che una vola in vigore le novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 considererebbe requisiti e condizioni pensionistiche maturate al primo maggio. Inoltre, se si arrivasse alla presentazione ufficiale degli atti finali per le novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 al 31 maggio, l'atto sulla mini pensione senza oneri dovrebbe solo essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale, considerando che è stato già presentato l'atto, mentre sarebbero più lunghi i tempi per mini pensione con oneri e quota 41. Si potrebbe, dunque, pensare che quanto meno la novità per le pensioni di mini pensione senza oneri potrebbe partire. Ma non è detto che così sia.

Stando alle ultime notizie, infatti, per la mini pensione senza oneri l'iter si prospetta più complicato innanzitutto per la definizione del budget disponibile e quindi per la definizione di criteri prioritari di accesso alla stessa novità per le pensioni e ciò significa che i tempi tra domande di mini pensione senza oneri e con oneri potrebbero coincidere. Se, invece, per gl’ufficialità degli atti finali relativi a mini pensione e quota 41 si arrivasse al 31 luglio, considerando che ad agosto le attività saranno interrotte, significherebbe che le domande potrebbero iniziare ad essere presentate a settembre e se tra settembre e novembre si definiranno le liste per le priorità di accesso, la pensione inizierebbe ad essere erogata a fine anno.

Se, poi, i tempi slittassero ancora fino a settembre per la chiusura degli atti, slitterebbero ancora di conseguenza anche i tempi di erogazione della pensione potrebbe essere rimandata anche al 2018. Ciò che però le ultime notizie sottolineano al momento è la necessità di chiarezza più che sui tempi di uscita degli atti finali su mini pensione e quota 41 sull’iter concreto per arrivare a percepire realmente la pensione.

Atti finali e avvio del momento successivo di ulteriori novità per le pensioni

  1. Una volta definiti finalmente gli atti finali relativi alle novità per le pensioni di mini pensione con e senza oneri e di quota 41, nei confronti delle quali in moltissimi sono ancora piuttosto critici considerando il carattere ristretto e limitato delle stesse novità per le pensioni, che da alcuni sono state considerate misure indennitarie più che vere e proprie novità per le pensioni, considerando che tendono a rivolgersi soprattutto a categorie di persone considerate svantaggiate, come invalidi o chi è rimasto senza occupazione, si dovrebbe finalmente passare al momento successivo di analisi di ulteriori novità per le pensioni. Stando a quanto riportano le ultime notizie, il momento successivo di analisi di ulteriori novità per le pensioni, fino a quando non si decideranno effettivamente i tempi del nuovo voto, non dovrebbe contemplare novità per le pensioni di quota 100 e novità per le pensioni di quota 41 per tutti, ma:
  2. novità per le pensioni di cambiamento del meccanismo delle probabilità di vita;
  3. novità per le pensioni per i più giovani;
  4. novità per le pensioni a seconda delle tipologie di attività che si svolgono