Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 esperti sette divisioni su elezioni subito per rilancio pensioni

Esperti divisi su elezioni subito tra vantaggi e rischi anche per l’introduzione di importanti novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

pensioni novità divisioni esperti elezioni subito


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:01): Difficile capire chi ha ragione tra chi sostiene elezioni subito per rilanciare le novità per le pensioni e chi invece preferisce attendere sia per le incertezze delle regole paventate e sia per le scelte delicate nelle ultime notizie e ultimissime che attendono l'esecutivo. .

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 03:01): Si continua a cercare di capire sulla bontà di elezioni subito e di cosa muterebbe per le novità per le pensioni. Non c'è una sola versione nelle ultime notizie e ultimissime tra chi sostiene come sia più opportuno azzerare tutto adesso così da formare un esecutivo legittimato e chi rileva come ricominciare tutto da poco proprio adesso sarebbe un clamoroso errore.

Studiosi ed esperti si dividono sulla prospettiva di elezioni subito tra chi ritiene che possano essere una grande possibilità di rilancio di tutti quei provvedimenti ad oggi bloccati ma che meritano di essere ripresi e chiusi e che potrebbero concorrere al rilancio della crescita economica interna del Paese, profonde novità per le pensioni comprese, e chi ritiene, al contrario, che andare ad elezioni subito possa essere un altro fattore destabilizzante per mercati, economia stabilità interna stessa.

Esperti d’accordo su elezioni subito e impatto su novità per le pensioni  

Mentre ancora si continua a discutere del sistema per elezioni subito, che a breve dovrebbe ricevere il voto finale, e che sta implicando anche decisioni da prendere anche in merito ad eventuali alleanze per raggiungere una maggioranza certa e scongiurare così il rischio di ingovernabilità, alcuni esperti sono decisamente favorevoli ad andare ad elezioni subito, riconoscendo in essere l’occasione ideale per un rinnovamento generale del nostro Paese, la migliore avere la nuova possibilità di portare avanti i provvedimenti strutturali fermi ma importanti per un rilancio della nostra economia. Tra questi provvedimenti, decisamente importanti, ci sarebbero, tra gli altri:

  1. biotestamento;
  2. nuovo Codice anti mafia;
  3. liberalizzazioni;
  4. novità per i processi penali;
  5. reato di tortura;
  6. legalizzazione della cannabis;
  7. novità per le pensioni.

E proprio le novità per le pensioni, come si evince dalle ultime notizie, potrebbero essere uno dei tempi principalmente rilanciate nel caso di elezioni subito. Come spesso spiegato, infatti, si tratta di uno dei temi che starebbe particolarmente a cuore ai cittadini, motivo per il quale tutte le forze certamente vi punteranno, come magari anche su quell’assegno universale che sembra essere prepotentemente tornato in discussione e che la stessa Comunità ci ha invitato ad introdurre, considerando che si tratta di una misura di sostegno già in vigore in quasi tutti gli altri Paesi Comunitari, eccezion fatta per il nostro Paese e la Grecia. Ma le più importanti novità per le pensioni che verrebbero rilanciare in occasione di elezioni subito sarebbero quasi certamente:

  1. novità per le pensioni di quota 100;
  2. novità per le pensioni di quota 41 per tutti senza oneri;
  3. novità per le pensioni di revisione del meccanismo delle probabilità di vita.

Per alcuni esperti, le elezioni subito potrebbero, dunque, essere una svolta per un totale rinnovamento politico e anche per chiudere partite cruciali proprio come le novità per le pensioni come quota 100 o quota 41 per tutti, che, come già ribadito, avrebbero il grande vantaggio di riavviare un ciclo economico positivo attraverso rilancio occupazionale, della produttività e dei consumi.

Ma andare ad elezioni subito per tanti esperti sarebbe positivo anche perché, dopo ben quattro esecutivi non eletti, darebbe ai cittadini la possibilità di scegliere il nuovo esecutivo, che avrebbe piena legittimazione e sarebbe certamente fondamentale non solo per un rilancio degli importanti provvedimenti nel Paese stesso, ma anche a livello comunitario, perché permetterebbe di ristabilire equilibrio e chiarezza.

Esperti contro elezioni subito e impatto su novità per le pensioni  

Ma a fare da contrappasso a tutti gli esperti che vedono nella prospettiva di elezioni subito una grande possibilità di cambiamento, stando a quanto riportano le ultime notizie, vi sarebbero anche altri esperti convinti del fatto che andare ad elezioni subito non sia poi così positivo come si vuol far credere. Elezioni subito potrebbero, infatti, rivelarsi negative per:

  1. perdita di credibilità;
  2. rischio ingovernabilità;
  3. possibile esposizione del nostro Paese alle speculazioni;
  4. nuovo aumento del differenziale;
  5. ulteriori blocco di importanti provvedimenti, tra cui le stesse novità per le pensioni.

In diversi, infatti, hanno spiegato che andare ad elezioni subito, prima di definire in maniera ufficiale la nuova procedura economica potrebbe rivelarsi un errore, con il conseguente rischio di perdere credibilità e questa perdita potrebbe avere solo impatto negativo sull’andamento di ogni altra iniziativa, importanti novità per le pensioni comprese.  Inoltre, alla luce delle ultime notizie ancora molto confuse sul sistema di elezioni subito e di eventuali alleanza per il raggiungimento della maggioranza certa, il timore è quello di andare incontro rischio di ingovernabilità che non porterebbe a nulla di buono per i cittadini né per quelle importanti questioni, novità per le pensioni comprese, che si vorrebbero chiudere.

Inoltre, un sistema proporzionale implicherebbe il rischio di restare per alcuni mesi senza esecutivo, esponendo, di conseguenza, di nuovo il Paese a possibili speculazioni sul nostro deficit, con un conseguente nuovo allargamento del differenziale, il che non gioverebbe assolutamente alla nostra economia. Per alcuni esperti, prima della fine della legislatura in corso, l’attuale esecutivo dovrebbe chiudere cruciali provvedimenti, come liberalizzazioni, biotestamento, norma sulla ius soli, reato di tortura, senza dimenticare le novità per le pensioni, sia in itinere, come quelle approvate di mini pensione con e senza oneri e di quota 41 per cui sono ancora attesi gli atti finali ufficiali, sia ulteriori novità per le pensioni del momento successivo.