Pensioni ultime notizie notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 Def, Ddl Liberalizzazioni, seconda fase pensioni

Gli appuntamenti dei prossimi giorni di Ddl Liberalizzazioni, Def, prima riunione per avvio seconda fase di ulteriori novità per le pensioni: cosa aspettarsi

Pensioni ultime notizie notizie mini pen

pensioni novità Ddl Liberalizzazioni Def riunione seconda fase

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:01): I due momenti nel brevissimo dove si potrebber avere riscontri reali sulle novità per le pensioni sono il Def e il Ddl Liberalizzazioni. Legato al Def vi è anche la seconda fase per le pensioni come per stessa ammissione nelle ultime notizie e ultimissime, di diversi esponenti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): In tre momenti differenti due dei quali a brevissimo e uno in corso proprio ora vi potrebbero essere novità per le pensioni su più livelli nonostante nelle ultime notizie e ultimissime ci sia davvero poca chiarezza sul come, il cosa (sempre che ci sia)

Tre importanti passaggi potrebbero rivelarsi fondamentali per capire quali sono le intenzioni e cosa si farà davvero per ulteriori novità per le pensioni. Anche se da tempo, infatti, si continuano a chiedere modifiche dell’attuale sistema, ogni importante e strutturale novità per le pensioni è sempre stata bloccata per mancanza di budget e si attende, appunto, il nuovo Def per capire che margini di intervento ci sarebbero per quest’anno. E’ bene, dunque, puntare l’attenzione su questi prossimi appuntamenti:

  1. Ddl liberalizzazioni;
  2. prima stesura nuovo Def;
  3. riunione per la seconda fase per ulteriori novità per le pensioni.

Ddl Liberalizzazioni e misura collegata a novità per le pensioni

In questi primi giorni di questo mese torna, finalmente, in Aula il Ddl liberalizzazioni che contiene una norma collegata alle novità per le pensioni e che, se approvata, permetterebbe a tutti i lavoratori iscritti ai fondi delle singole casse di categorie di anticipare l’età pensionabile e varrebbe, stando alle ultime notizie, prima per coloro che sono rimasti senza occupazione da lungo tempo. Ma, tra novità relative a energia, assicurazioni (tra sconti per gli automobilisti più virtuosi e sconti per chi installa la scatola nera sulla propria auto), trasporti, farmacie, sono diversi gli interventi previsti che stanno, però, creando un grande scompiglio politico tra veti e contrarietà forti.

Tra le più discusse, le novità sull’energia che prevedono, dal prossimo primo luglio 2018, la cancellazione del servizio di maggior tutela per gas ed elettricità, che finora ha previsto la possibilità, per i consumatori, di continuare a pagare il servizio con le tariffe fissate dall’Autorità per l’energia. Se la sua liberalizzazione per i fautori della norma rappresenta l’avvio verso un ribasso dei prezzi delle bollette, per gli oppositori, al contrario, sarà occasione di nuovi rialzi. Schierati dalla parte del no nuovo Mdp e pentastellati che se, come trapelato dalle ultime notizie, dovessero unirsi, potrebbero creare una forte alleanza contro l’attuale maggioranza. Di contro, Mdp con l’esecutivo, gli garantirebbe lunga vita e la possibilità di andare avanti con diversi provvedimenti, anche impopolari, se significasse recuperare i soldi necessari per novità per le pensioni importanti e misure per le famiglie, tanto rilanciate da Mdp.

Nuovo Def e cosa aspettarsi per ulteriori novità per le pensioni

Nei prossimi giorni andranno avanti le discussioni sui provvedimenti da inserire nel nuovo Def, contestualmente alle ultime discussioni sulle misure correttive da 3,4 miliardi da presentare alla Comunità per evitare l’apertura di una nuova procedura di infrazione nei nostri confronti. Ancora però regna grande incertezza sulle misure che potrebbe contenere: si parlava di una concreta revisione della spesa da 7 miliardi di euro, con cancellazioni, riduzioni e revisioni di detrazioni fiscali alle famiglie, di bonus, di alcune tipologie di pensioni, e di estensione della fatturazione elettronica a tutti, per un recupero di ben 41 miliardi di euro, ma oggi le ultime notizie parlano di ritrovata strategia di riduzione delle imposte sulle nuove occupazioni, che costerebbe ben 15 miliardi di euro. E poi ci sono i 19,2 miliardi di clausole di salvaguardia da coprire lasciate in eredità dal precedente esecutivo. E non resta che capire quale ulteriore margine di budget rimarrebbe per l’inserimenti, nelle prossime stesure, di ulteriori novità per le pensioni.

Prima riunione per avvio sella seconda fase su ulteriori novità per le pensioni

Chiusa la partita sulle novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, ci si appresta nei prossimi giorni all’avvio delle discussioni relative alla seconda fase di lavoro sulle ulteriori novità per le pensioni. In programma la prossima settimana la prima riunione tra forze sociali ed esecutivo, durante la quale si parlerà di giovani e relative novità, e capiremo se sarà confermata, di nuovo, la strategia di taglio delle imposte sull’occupazione, e possibili ulteriori novità per le pensioni da portare avanti che, stando alle ultime notizie, potrebbero riguardare:

  1. novità per le pensioni per i più giovani;
  2. novità per le pensioni delle casse di settore;
  3. novità per le pensioni di quota 100, con aperture dai tecnici a nuova analisi tecnica di fattibilità;
  4. novità per le pensioni in base al tipo di attività che si svolge.
  5.  

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: