Pensioni ultime notizie oggi dubbi decreti a Gennaio quota 100, quota 41, opzione donna proroga lunedì 24 Dicembre

di Marianna Quatraro pubblicato il
Pensioni ultime notizie oggi dubbi decre

Pensioni novità questa settimana quota 100 donna

Quali sono le ultime notizie relative alle novità pensioni della Manovra che potrebbero arrivare in collegati: cosa prevedono ed eventuali cambiamenti

Pensioni novità quota 100, proroga opzione donna, quota 41, precoci, usuranti, aspettative di vita, ape social e riduzione assegni pensioni 2019 ultime notizie e ultimissime oggi lunedì 24 Dicembre: Occorre subito sottolineare e spiegare bene la differenza tra decreto legge e collegato e cosa cambia tra una norma per le novità delle pensioni che è stata almeno citata nel testo dalla Manovra e, invece, una che non c'è proprio visto che oggi si parla tanto, nelle ultime notizie e ultimissime per le pensioni, che tutto si farà nei decreti legge a Gennaio e che tutto era già previsto così. Non è la verità, o meglio non era previsto che le novità per le pensioni fossero inserite in decreti legge, ma tutte dovevano essere inserite in manovra con i relativi fondi e risorse finanziarie dipsonibili e poi attraverso i collegati e dopo ancora con i decreti attuativi mettere nero su bianco le condizioni per uscire prima, età, contributi, requisiti, finestre, eventuali penalità per quota 100, proroga opzione donna e tutto il resto.
Si badi bene, infati, che per le misure certe come per gli assegni, ovvero il blocco o il taglio delle indicizzazioni totale o parziale degli importi e assegni per le pensioni nel 2019 in 7 fasce è stato fatto così, mentre per tutto il resto o si è scritto in modo generico o non si è scritto affatto in manovra.
La verità è che, ad esempio, nella Legge di Bilancio 2018-2019 non c'è nessun riferimento a quota 100, ma il testo spiega che saranno apportate delle nvoità per le pensioni per favorire lo scmabio intergenerazionale. E vengono stanziati 4 miliardi.Questi soldi, per logica, dovrebbero andare tutti per quota 100, ma nessuno impedisce in un collegato che vadano anche altre novità per le pensioni come opzione donna o ape social.
In realtà, le spiegazioni della maggioranza ora sono le seguenti. I 4 miliardi sono per quota 100 per cui ci sarà un collegato e decreti attuativi scritti da tecnici del Minsitero dell'Economia e Inps e le domande si potranno fare da Marzo. Noi riteniamo che visti i tempi e visto cosa è successo l'anno scorso, ma non solo,le domande all'INPS, finestre, permettendo si potranno fare ad Aprile o dopo, anche in maniera retroattiva, è bene sottolinearlo.
Per tutto il resto, tranne che per gli assegni che saranno come quota 100, se il Gioverno vorrà, come ha riaffermato prorprio ieri, ci saranno dei decreti legge che potrebbe essere anche più veloci ad entrare in Gazzetta Ufficiale ed essere operativi, ma non è detto, non è sicuro al 100%. E in questi decreti legge ci sarà proroga opzione donna, le aspettative di vita e potenzialmente la proroga di Ape Social. Attenzione, il Governo però deve prima trovare i fondi che non sono stanziati in Legge di Stabilità anche se la dicitura aperta di modifiche alle pensioni per favorire l'interscambio generazionale potrebbe lasciare diposibili qualcosa dei 4 miliardi stanziati anche per queste ovitàper le pensioni e non solo per quota 100. Ma così sarebbe ancora più riduttivo per quota 100.
Detto questo, è bene, dunque, sottolineare che per fare i decreti legge per tutte le nvoità per le pensioni occorre prima troare i soldi e poi che ci sia la volontà del Governo di farli. Se fossero stati inseriti in Manovra, ci sarebbe stata la sicurezza sia dell'uno che dell'altro. Ora occrre attendere e verificre che da Gennaio 2019 le promesse su queste novità per le pensioni diventino realtà. 
SOTTO ABBIAMO SCRITTO le altre novità per le pensioni e alcuni dubbi e precisazioni su quanto isnerito in Manovra e cosa è successo tutta la settimana scorsa

 

Si conclude un'altra settimana ricca di discussioni relative alle novità pensioni (di cui facciamo il punto oggi lunedì 24 Dicembre 2018) che, comunque, continuano ad essere attese. E' vero, infatti, che si parla di novità pensioni di quota 100, proroga opzione donna, ape social nella prossima Manovra, ma è anche vero che manca ancora la piena ufficialità di tali misure o meglio i testi delle novità per le pensioni nei collegati o decreti collegati alla Legge di Bilancio dove sono stati approvati.

Quota 100 confermata e ufficiale in Legge di Stabilità e Manovra

Quota 100 è stata confermata nel maxiemendamento e approvata nelle Leggedi Stabilità 2018-2019 e Manovra Fiscale votata in Senato. Ora occorrerà aspettare di vedere i collegati per capire i requisiti, età, qando e come si potrà fare domanda all'INPS. 
Stabilito il divieto di cumulo e definiti i requisiti, per quanto riguarda la novità pensioni di quota 100 si attendono le conferme per i tempi effettivi in cui si potrà iniziare a presentare domanda di uscita all’Inps. E in tal senso bisogna considerare, innanzitutto, la pubblicazione della misura in Gazzetta Ufficiale, quindi il tempo di maturazione dei requisiti e finestra mobile. E’ bene sapere che con la quota 100 lavoratori privati e pubblici, come confermano le ultime notizie, andranno in pensione seppur prima in tempi differenti.

In generale, stando a quanto riportano le ultime notizie, le domande Inps per la pensione anticipata con quota 100 si potranno iniziare a presentare dal prossimo mese di marzo per i pensionamenti effettivi ad aprile e questo tempo dipende dalla finestra trimestrale stabilita dal governo. I lavoratori privati potranno andare in pensione dal primo aprile se maturano i requisiti per la quota 100, vale a dire 62 anni di età e 38 anni di contributi, entro il 31 dicembre del 2018. Chi raggiungerà i requisiti richiesti oltre il 31 dicembre 2018 dovrà aspettare ulteriori tre mesi per andare in pensione e così via. La finestra di tre mesi è, infatti, mobile. I lavoratori pubblici, invece, potranno iniziare ad andare in pensione prima con la quota 100 dal prossimo mese di ottobre, perché ai tre mesi di finestra mobile devono aggiungere ulteriori sei mesi, tempo di preavviso deciso dal governo che ogni dipendente statale deve dare per consentire al Ministero della Pubblica Amministrazione di indire nuovi concorsi per assunzioni per occupare i posti di chi va in prepensionamento.

Le ultime notizie della settimana precisano, inoltre, che per coloro, sia lavoratori privati che pubblici, che decideranno di andare in pensione prima con la quota 100 non sarà prevista alcuna penalizzazione sull’assegno finale.

Proroga Opzione Donne, ultime novità

Anche per quanto riguarda la proroga dell’opzione donna, la misura è stata annunciata e più volte ribadita ma in Manovra non c'è. Ma sia Durignon che Di Maio l'ahanno confermata spiegando che sarà contenuta in un decreto legge apposito fatto a Gennaio 2019. Si attendono ultime notizie in questo decreto su eventuale allargamento della platea delle beneficiarie, per cui le domande il prossimo anno potranno essere presentate dalle nate fino al ’59 e su allungamento dei tempi di uscita. Stando, infatti, a quanto anticipato, se fino al 2018 per andare in pensione prima con l’opzione donna i requisiti sono stati di 35 anni di contributi e 57 anni di età per le lavoratrici statali e 58 anni di età per autonome e lavoratrici private, nel 2019 per uscire con l’opzione donna il requisito anagrafico potrebbe aumentare di un anno arrivando a 58 anni per le lavoratrici dipendenti sia statali che private e a 59 anni per le lavoratrici autonome.

Non cambia nulla, per il resto, e cioè su calcolo della pensione finale, che continuerà ad essere effettuato esclusivamente con sistema contributivo, e riduzione del trattamento finale che potrebbe attestarsi fino al 25-30% in meno. Anche per quanto riguarda i tempi di presentazione della domanda Inps per l’uscita con opzione donna, come emerso in questa settimana, bisognerà probabilmente aspettare il prossimo mese di marzo o di aprile, sia considerando i tempi di approvazione e ufficializzazione della Manovra, sia considerando la finestra che anche in questo caso deve essere calcolata per conoscere l’effettivo tempo di uscita con opzione donna.

Anche per l'Ape Social, la proroga per il 2019 non è contenuta nel testo ufficiale della Legge di Bilancio e Manvra Finaziaria approvata ma sarà deciso solo a Gennaio se prolungarla o meno sia in base ai risultati, ai fondi e alle domande e richieste fatte all'INPS.

Nulla per quota 41.

Passando, infine, alla novità pensioni di quota 41, le ultime notizie confermano che per quest’anno non si farà nulla e tutto è stato rimandato al prossimo 2020 o comunque nel prossimo triennio. Essendo esigue le risorse economiche disponibili per l’attuazione di tutte le novità per le pensioni che si sarebbero volute attuare, la scelta è stata quella di privilegiare la novità pensioni di quota 100 tanto attesa e che, secondo tanti, sarebbe la giusta via di mezzo per l’uscita prima facoltativa per tutti.

Aspettative di Vita, età aumenta per quasi tutti

Si prolunga e aumenta l'età per andare in pensione nel 2019 ad accezione di alcuni casi, ma il tutto rischia di essere siminuito con il sistema delle finestre. I dettagli in questo articolo

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: