Quota 100 confermata da Ministro Economia Gualtieri ma lascia tre dubbi

di Marianna Quatraro pubblicato il

Confermata la quota 100 pensioni seppur con qualche dubbio, confermato reddito di cittadinanza e no alla flat tax: le novità da ministro dell’Economia

Quota 100 confermata da Ministro Economi

Ministro Economia Gualtieri conferma quota 100 dubbi

Confermate per quota 100, modifiche per reddito di cittadinanza, che potrebbe essere migliorato, confermato anche il bonus Renzi da 80 euro ma non solo: il nuovo ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, sembra aver tracciato il percorso di lavoro da compiere nei prossimi mesi. Confermata la quota 100 anche se, stando a quanto emerge dalle ultime notizie, traspaiono dubbi.

Ministro dell’Economia Gualtieri conferma quota 100 ma con qualche dubbio

Il ministro dell’Economia Gualtieri ha confermato che per la quota 100, che attualmente permette di andare in pensione a 62 anni di età e con 38 anni di contributi, come deciso dall’ex governo Lega-M5S, e che ha una durata triennale fino al 2021, l'orientamento è che vada a esaurimento fino alla sua naturale scadenza.

Come chiaramente spiegato dal ministro, sarebbe errato cambiare un provvedimento in corso, anche se le novità per le pensioni da fare probabilmente avrebbero dovuto essere altre, considerando la scarsa disponibilità di risorse economiche del governo.

Al momento, come confermano le sue stesse parole, la posizione del ministro dell’Economia, però, sulla quota 100 è  un ORIENTAMENTO, e questo potrebbe significare (condizionale d'obbligo) che ci sono ancora a dubbi, derivanti soprattutto da una questione di conti.

Tre in particolare i dubbi emersi:

  1. la posizione del ministro Gualtieri è, appunto, un orientamento, per cui sulla quota 100 vi sono ancora tante incertezze derivanti, secondo noi, da un problemi di conti da far quadrare, perché su altri provvedimenti lo stesso ministro è stato molto diretto e preciso sul da farsi, come bocciare assolutamente la flat tax;
  2. l'intenzione è di confermare la quota 100, ma probabilmente quando parla di orientamento si lascia spazio anche alla possibilità di eventuali modifiche che potrebbero essere restrittive stando a quanto detto dal ministro, e anche in questo caso tutto dipende dai conti per la prossima Manovra;
  3. le parole del responsabile dell’Economia sono piuttosto vaghe, perché parlando di orientamento, non parla di modifiche positive e miglioramenti in maniera diretta come invece hanno fatto il nuovo ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, e l’ex ministro dell’Economia, Laura Castelli, che potrebbe diventare ora sottosegretaria, che hanno confermato l’intenzione di voler migliorare la quota 100 soprattutto per categorie di persone come disoccupati, precoci e usuranti.

Detto questo, l'idea di fondo è quello di  mantenere quota 100, così come è, ma l'ultima parola spetterà ai conti. 

Nessun accenno ad opzione donna e quota 41

Nessuna presa di posizione, da parte del Ministro dell'Economia, su opzione donna, relativa alla proroga, ma essendo nei programmi del Governo e da tutte le fonti ed esponenti confermata, non ci sono quasi dubbi che sarà confermata.

Nessuna affermazione neanche per quota 41 o almeno dei miglioramenti rivolti con quota 100 ad usuranti e precoci, come, invece, aveva fatto lo stesos Di Maio ieri e il nuovo Ministro del Lavoro. Silenzio anche su esodati e pensioni di invalidità. 

Altri interventi annunciati da Ministro dell’Economia

Non solo quota 100: stando a quanto riportano le ultime notizie, infatti, il ministro dell’Economia avrebbe le intenzioni decisamente chiare su ulteriori interventi da attuare come:

  1. conferma del reddito di cittadinanza, che sarà migliorato quasi sicuramente.
  2. conferma del bonus di 80 euro, che il precedente governo Conte voleva cancellare del tutto;
  3. riforma fiscale di ampia portata volta a sostenere i redditi medi e bassi;
  4. no assoluto alla flat tax;
  5. blocco dell’aumento dell’Iva.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":