Quota 100 novitÓ oggi lunedý e attese settimana soldi sufficienti, domande INPS, voto camera

di Marianna Quatraro pubblicato il
Quota 100 novitÓ oggi lunedý e attese se

Quota 100 novita attese settimana

Quali sono le novitÓ pensioni per quota 100 attese nei prossimi giorni e aspettative della settimana: al via iter alla Camera

Prosegue la discussione del decretone pensioni con la novità di quota 100 e si attendono ultimi sviluppi relativamente ad emendamenti lasciati in sospeso in Senato e rinviati alla Camera dove nei prossimi giorni inizierà l’iter di discussione. Quali sono le aspettative in merito?

Quota 100: novità approvate in Senato e avvio iter alla Camera

Il decretone pensioni è stato votato in Senato che ha approvato solo pochissime novità. Con particolare riferimento alla quota 100, è stato approvato in Aula a Palazzo Madama l’emendamento che prevede l’aumento della somma da erogare di Tfs ai lavoratori statali che decidono di andare in pensione con quota 100 e che passa da 30mila euro come inizialmente stabilito, a 45mila euro. Per ulteriori novità bisognerà aspettare il voto della Camera: stando a quanto riportano le ultime notizie, i lavori dovrebbero iniziare tra oggi lunedì e martedì, poi, stando alle ultime notizie, il 18 marzo dovrebbe essere in programma la prima convocazione in Aula. Non dovrebbe esserci alcun problema se i tempi dovessero allungarsi entro la fine del mese, considerando che per la conversione del decreto in legge ufficiale ci sarebbe tempo fino al 28 marzo. I problemi potrebbero sorgere solo se i lavori andassero avanti anche oltre tale data in virtù del fatto che che dal primo aprile ci si prepara ad accogliere le prime domande di pensione con le ultime novità di quota 100.

Quota 100: emendamenti ancora possibili

Oltre all’emendamento già approvato in Senato per la quota 100 che aumentala cifra di Tfsa da corrispondere agli statali, ulteriori emendamenti per la quota 100 sono stati proposti sia dalla maggioranza, come possibilità di riconoscere tre anni di contributivi figurativi per ogni donna di età superiore ai 50 anni e con almeno 20 anni di contributi o anticipare l'età anagrafica di 4 mesi per le donne per ogni figlio avuto, fino ad un massimo di 12 mesi, per la pensione finale; o abbassare la quota 100 a quota 97 per le lavoratrici madri con un figlio disabile permettendo di andare in pensione con 35 anni di contributi invece di 38; o, ancora, agevolazioni per la pensione con quota 100 per gli esodati rimasti senza lavoro prima del 2011 e oggi disoccupati con le ultime novità pensioni.

Diversi anche gli emendamenti per la quota 100, già proposti da Pd e opposizione ma bocciati e che potrebbero essere ripresentati, come una quota 92 al posto della quota 100 per disoccupati, disabili, precoci, usuranti; ma anche le proposte di modifica avanzate dai sindacati per la novità di quota 100, come agevolazioni per l’uscita con quota 100 di disoccupati, precoci e usuranti; riconoscimento di un anno di contributi in meno per ogni figlio per lavoratrici che vogliono andare in pensione con quota 100.

Novità quota 100 ancora attese: simulatore dall’Inps

Nell’attesa di capire quale sarà l’esito delle discussioni alla Camera degli emendamenti relativi a novità pensioni di quota 100, e non solo, si attendono in questi giorni ancora novità anche dall’Inps. In particolare, si attende ancora il software aggiornato per il calcolo dell’importo di pensione con quota 100 e dovrebbe arrivare a breve, soprattutto all’indomani dell’annuncio dell’Inps che avrebbe dovuto renderlo disponibile entro il 20 febbraio.