Quota 100 oggi lunedì novità emendamenti alla Camera, calcolo quota 100 e attese settimana

Quali sono gli emendamenti per quota 100 pronti ad essere discussi alla Camera e ulteriori novità attese questa settimana

Quota 100 oggi lunedì novità emendamenti

Quota 100 oggi emendamenti Camera calcolo attese


Si va verso una settimana che sembra prospettarsi piuttosto interessante per quanto riguarda le novità pensioni: oggi lunedì, infatti, inizia la discussione degli emendamenti alla Commissione Lavoro alla Camera e, stando a quanto riportano le ultime notizie, il voto dovrebbe essere in programma il prossimo 18 al massimo 19 marzo. Sono diversi gli emendamenti alle novità pensioni da analizzare, circa 800, molti riguardanti la quota 100 e miglioramenti proposti per questa nuova possibilità di uscita.

Quota 100: emendamenti alla Camera

Gli emendamenti da discutere non sono solo quelli presentati dalla maggioranza, che prima dell’approdo del testo in Aula ha proposto ulteriori emendamenti, ma anche quelli di Pd e proposte di modifiche avanzate dai sindacati nel corso dell’incontro di febbraio con il governo. Partendo dagli emendamenti della maggioranza per la quota 100, riguardano:

  1. riconoscere tre anni di contributivi figurativi ad ogni donna over 50 che abbia almeno 20 anni di contributi o un anticipo dell'età anagrafica di 4 mesi per le donne per ogni figlio avuto, fino ad un massimo di 12 mesi, per la pensione;
  2. abbassare la quota 100 a 97 per permettere alla lavoratrici madri con un figlio disabile di andare in pensione con 35 anni di contributi invece di 38;
  3. agevolazioni per la pensione degli esodati  prima del 2011 e oggi disoccupati con quota 100, e non solo.
  4. riscatto agevolato della laurea anche per chi ha iniziato a lavorare prima del 1996.

I nuovi emendamenti presentati dalla maggioranza riguardano, invece, nuove tutele per i cosiddetti rider; ampliamento delle tutele per i titolari di partita Iva iscritti alla gestione separata dell’Inps in modo da permettere loro di beneficiare di indennità di disoccupazione, malattia, ricovero ospedaliero, maternità e congedi parentali con il versamento anche di un solo mese di contributi nel corso dell’ultimo anno invece dei tre mesi attualmente richiesti; istituzione un fondo per dare agli ex dipendenti di imprese sottoposte a procedure concorsuali che costituiscono cooperative per rilevare le stesse aziende in fallimento diritto di prelazione per l’affitto o l’acquisto di aziende.

Tra gli emendamenti per la novità pensioni di quota 100 del Pd, già bocciati e ripresentati, vi sarebbe la proposta di una quota 92 al posto della quota 100 per disoccupati, disabili, precoci, usuranti. Passando, infine, alle proposte di modifica presentate dai sindacati per la quota 100, riguardano la possibilità di riconoscimento di un anno di contributi in meno per ogni figlio per lavoratrici che vogliono andare in pensione con la novità di quota 100 e agevolazioni per la pensione con quota 100 di disoccupati, precoci e usuranti e cancellazione delle finestre per i lavoratori precoci.

Quota 100 e attese della settimana: appuntamenti in programma

In questa settimana, si attende anche ancora l’aggiornamento del software per il calcolo della quota 100 che, secondo quanto era stato annunciato dall’Inps sarebbe dovuto arrivare entro il 20 febbraio, quindi si attenderebbe a giorni. E sempre questa settimana è in programma, secondo le ultime notizie, un nuovo incontro tra governo e sindacati. L'appuntamento è in programma il 13 marzo e molto probabilmente si tornerà a parlare degli emendamenti e delle proposte di modifica già avanzate dei sindacati non solo per la quota 100, ma anche per opzione donna ed esodati. Ma si tornerà anche a parlare della novità di quota 41 per tutti e di novità pensioni per le donne che superino l’opzione donna.

Puoi Approfondire