Quota 100 oggi mercoledì novità domande accolte, comunicazione INPS, emendamenti, calcolo simulatore importo pensione

Come procedono le domande pensioni con quota 100 all’Inps e atteso ancora simulatore per calcolo importo

Quota 100 oggi mercoledì novità domande

Quota 100 novita domande accolte comunicazione emendamenti


Procede senza alcun intoppo la procedura di presentazione delle domande di pensione con quota 100 mentre continua alla Camera l’analisi sugli emendamenti rimasti in sospeso in Senato e per cui sarebbe atteso il voto la prossima settimana.

Pensioni quota 100: domande e comunicazione Inps

Coloro che hanno presentato domanda per la pensione con la novità di quota 100 hanno ricevuto dall’Inps una lettera con una comunicazione che spiega come la domanda sia stata accolta e in fase di elaborazione. Tuttavia, perché la domanda venga definitivamente approvata bisognerà attendere che il decreto pensioni attualmente alla Camera venga ufficialmente convertito in legge. Se l’iter del decreto dovesse procedere come finora accaduto, senza alcun problema, come annunciato dallo stesso Inps, dal primo aprile le pensioni saranno ufficialmente accolte. Tre i passaggi da conoscere per chi presenta domanda di pensione: ricevere la conferma della domanda inoltrata da parte dell'Inps, domanda in fase di elaborazione con analisi dei requisiti e, ultimo step, approvazione della domanda stessa.

Dopo aver presentato la domanda di pensione con la novità di quota 100 nperchè venga accolta bisogna attendere le cosiddette finestre previste che sono di tre mesi per i lavoratori dipendenti privati e di sei mesi per i dipendenti pubblici; per la pensione anticipata don 42 anni e dieci mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e dieci mesi di contributi per le donne è di tre mesi per tutti. Solo trascorso il tempo delle finestre si potrà ricevere la pensione effettiva ma è bene precisare anche i soldi possono arrivare anche non subito, ma dopo un mese o anche due o tre mesi.

Quota 100: emendamenti ancora in discussione

Nel frattempo, oggi mercoledì continua alla Camera l’analisi degli emendamenti presentati al decreto pensioni e sono diversi quelli presentati per la quota 100 sia dalla maggioranza, sia dal Pd, sia dai sindacati. Tra gli emendamenti alla quota 100 presentati dalla maggioranza vi sono:

  1. ridurre la quota da 100 a 97 permettendo di andare in pensione con 35 anni di contributi invece di 38 alle lavoratrici madri con un figlio disabile;
  2. facilitazioni per la pensione con quota 100 degli esodati  prima del 2011 e oggi disoccupati;
  3. riconoscimento di tre anni di contributivi figurativi per donne over 50 anni e con almeno 20 anni di contributi per la quota 100;
  4. un anticipo dell'età anagrafica di 4 mesi per le donne per ogni figlio avuto, fino ad un massimo di 12 mesi, per la pensione con quota 100.

Passando agli emendamenti presentati dal Pd per la quota 100, vi è la proposta di una quota 92 al posto della quota 100 per specifiche categorie di persone considerate svantaggiate come disoccupati, disabili, precoci, usuranti. I sindacati, invece, per la quota 100 hanno proposto misure per favorire la pensione con quota 100 di disoccupati, precoci e usuranti; cancellazione delle finestre per i lavoratori precoci;  e riconoscimento di un anno di contributi in meno per ogni figlio per lavoratrici che decidono di andare in pensione con la quota 100.

Novità quota 100: simulatore per calcolo importo

Ancora nessuna novità, invece, ad oggi mercoledì per l’atteso aggiornamento del software di calcolo per l’importo della pensione con quota 100 che, si auspica, l’Inps renda disponibile a breve, considerando che avrebbe già dovuto essere arrivato visto che era stato annunciato entro il 20 febbraio.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Puoi Approfondire