NovitÓ quota 100 oggi venerdý su soldi mancanti, aspettative di vita, Tfs statali da Ufficio Contabile Senato

di Marianna Quatraro pubblicato il
NovitÓ quota 100 oggi venerdý su soldi m

Quota 100 oggi fondi richieste Ragioneria Stato

Nuovi dubbi sollevati dalla Ragioneria di Stato sulla novitÓ pensioni di quota 100: quali sono e nuove richieste al governo

Quota 100 oggi novità e ultime notizie, ultimissime: Due appunti da parte della Ragiorneria di Stato, sia su critiche sulle aspettative di vita, mancanti, ma soprattutto per le coperture che non appaioni chiare ancora una volta. Tutti i dettagli con le ultime novità li abbiamo visti sotto. 

I conti non tornano e i dubbi sulle ultime novità pensioni sono tanti: il decreto con le ultime novità pensioni in Parlamento sta sollevando non pochi dubbi e critiche e le ultime notizie ad oggi giovedì confermano nuove richieste e chiarimenti da parte Servizio Bilancio del Senato che sarebbe una sorta di Ragioneria del Senato. Nel mirino delle critiche i costi annunciati ma che non risultano corretti e misure poco chiare. Vediamo quali sono le richieste avanzate dalla Ragioneria di Stato.

Pensioni novità da Ragioneria del Senato: cosa è accaduto

Terminate le udienze con le diverse parti economiche e sociali come sindacati e Confindustria, secondo le ultime notizie tra oggi e domani dovrebbe riunirsi la Commissione Lavoro per fare il punto della situazione e per rispondere ai problemi sollevati dal Servizio Bilancio del Senato, situazione che potrebbe rendere i tempi di discussione più lunghi ma soprattutto portare a modifiche delle novità pensioni già approvate, a partire dalla quota 100, anche se, secondo le ultime notizie, si cercherà di far di tutto perché ciò non accada.  

Nel mirino delle critiche del Servizio Bilancio del Senato c’è soprattutto la quota 100, sia a causa di costi che, stando a quanto riportato nella relazione tecnica, non sono conformi a quelli annunciati dal governo; sia a causa della platea di coloro accedervi e della questione blocco delle aspettative di vita che vale anche per la quota 100, come per la pensione anticipata, ma il cui sistema di adeguamento dei requisiti pensionistici viene invece mantenuto per le altre forme di pensione, creando una decisa diseguaglianza. La stessa che crea il divieto di cumulo tra redditi e pensioni per la quota 100 ma che invece vale per l’opzione donna.

Ma i dubbi riguardano soprattutto le coperture per l’erogazione subito del Tfs agli statali che decidono di andare in pensione prima con la quota 100. Stando a quanto annunciato dal governo, infatti, i lavoratori dipendenti statali che decidono di andare in pensione prima con la quota 100 riceveranno subito il Tfs se la cifra è di 50mila euro e questi soldi saranno erogati tramite prestito bancario i cui interessi saranno quasi totalmente a carico dello Stato. Il problema è che per coprire questa misura i soldi dovrebbero essere presi da un fondo destinato in realtà ad altro.

Si tratta, infatti, del fondo per l’integrazione delle risorse per la concessione di garanzie rilasciate dallo Stato che, a sua volta, è coperto dall’emissione di debito pubblico, stando a quanto previsto dalla normativa europea sui bilanci pubblici e, infatti, la decisione di attingere soldi da questo fondo potrebbe creare problemi in sede comunitaria.

Pensioni e nuove richieste da Ragioneria del Senato: cosa prevedono

Considerando i dubbi sollevati, la Ragioneria del Senato ha avanzato nuove richieste per ulteriori chiarimenti relativi a soldi per l’erogazione del Tfs agli statali, se il Tfs sarà erogato in maniera agevolata a tutti i dipendenti pubblici o solo ai contrattualizzati; e sulle effettive platee e sui costi per le uscite anticipate, soprattutto alla luce delle ultime notizie secondo le quali sarebbe già scattata la clausola di salvaguardia per le pensioni con un primo spostamento di soldi dalle risorse destinate al reddito di cittadinanza alle pensioni.