Quota 100, legge ufficiale in Gazzetta quando diventa con conversione decreto pensioni 2019 in legge

Mentre continuano alla Camera i lavori su decreto pensioni ci si chiede quando diventerà legge e si potrà andare in pensione con la nuova quota 100

Quota 100, legge ufficiale in Gazzetta q

Quota 100 Gazzetta conversione decreto legge

Quando diventa quota 100 legge ufficiale con la conversione del decreto pensioni 2019 in legge e pubblicazione in Gazzetta ufficiale?

Continuano alla Camera i lavori sugli emendamenti presentati al decreto pensioni (che contiene anche le misure di pensione e reddito di cittadinanza) e il voto finale in Aula sarebbe stato programmato lunedì 18 marzo, al massimo martedì 19, anche se stando alle ultime notizie potrebbe slittare ancora. In ogni caso ci sarebbe tempo ancora per l’approvazione finale del decreto. In quali tempi il decreto pensioni con quota 100 dovrebbe essere convertito in legge e la novità pensione diventare ufficiale?

Quota 100: quando decreto diventa legge ufficiale

Se le discussioni sugli emendamenti ancora in attesa di approvazione o bocciatura alla Camera andranno avanti oltre i tempi previsti, il voto finale in Aula, come sopra anticipato, potrebbe slittare anche al 28 marzo, tempo massimo dei 60 giorni previsti perché il decreto non decada, considerando che il suo iter in Parlamento è iniziato a fine gennaio. Una volta che il decreto sarà votato alla Camera, a meno di un ulteriore passaggio in Senato che, però, al momento non sembra previsto, entro due o tre giorni al massimo sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale e sarà ufficialmente legge e, come stabilito e annunciato dallo stesso Inps, dal primo aprile le prime domande di pensione con quota 100 saranno accolte e chi ha deciso di uscire prima potrà farlo a 62 anni di età e con 38 anni di contributi.

Quota 100 legge ufficiale: tempi domande pensioni

Stando a quanto riportano le ultime notizie, le domande già presentate per la pensione con quota 100 saranno approvate e progressivamente in base al lavoro di elaborazione dell’Inps. Sono tre, in particolare, i passaggi previsti per chi presenta domanda di pensione con quota 100: accoglimento della domanda, elaborazione per verifica requisiti e approvazione finale con relativa liquidazione. E’ bene sapere che tra il momento della maturazione dei requisiti di pensione con quota 100 e decorrenza effettiva della pensione bisognerà aspettare che trascorra il tempo previsto dalle finestre che sono di tre mesi per i lavoratori dipendenti privati e di sei mesi per i lavoratori dipendenti pubblici.

Al momento, come confermano le ultime notizie, le prime domande presentate con quota 100 sono, infatti, già state accolte e lo stesso Inps lo ha comunicato a chi le ha inviate, ma perché le stesse domande siano definitivamente approvate in via ufficiale serve appunto che il decreto pensioni venga convertito in legge e pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: