Quota 100, quota 41, opzione donna, novità pensioni con nuovo Governo Pd-M5S

di Marianna Quatraro pubblicato il

Se non ci fosse stata la crisi tra Movimento 5 Stelle e Lega, nella manovra di fine anno ci sarebbe stato un miglioramento di quota 100 e il rilancio di opzione donna.

Quota 100, quota 41, opzione donna, novi

Come potrebbero cambiare le pensioni

Siamo arrivati al primo vero giro di boa di questa legislatura, destinato ad avere immediate ripercussioni nel programma dell'esecutivo sulle pensioni. Gli aggiornamenti a ciclo continuo parlano chiaro: la crisi di governo ha raggiunto dimensioni tale da rendere impossibile un clamoroso passo indietro. Ecco allora che le ultime notizie si sprecano nell'individuare la nuova data delle elezioni o, in alternativa, rilanciano novità sulla possibile formazione di una nuova maggioranza a sostengo di un futuro esecutivo.

Ma qualunque sia lo scenario, nonostante la crisi di governo c'è un punto fermo sulle pensioni ed è il mantenimento di quota 100. Questo strumento per andare in pensione rimane in vigore almeno fino al 2021 perché sono stati stanziati i soldi e trovate tutte le coperture necessarie per i prossimi tre anni.

Pensioni e legge di bilancio attuale se il governo resiste

Se non ci fosse stata la crisi tra Movimento 5 Stelle e Lega, nella manovra di fine anno ci sarebbe stato, conti permettendo, probabilmente un miglioramento di quota 100 con un allagamento dei requisiti per favorire i lavoratori precoci e coloro che svolgono attività prevalentemente usuranti, senza, forse, dimenticare i diosccupati. E ci sarebbe stato sicuramente il rilancio di opzione donna con requisiti ampliati. In fondo sono stati due cavalli di battaglia della Lega rispetto a cui il Movimento 5 Stelle si è allineato rapidamente nell'ambito del patto di governo.

Più difficile la possibilità dell'introduzione di quota 41, nonostante le promesse della Lega, per chi ha iniziato a lavorare in giovane età nonostante la Lega l'abbia rilanciata di recente. In ogni caso, qualunque ipotesi di cambiamento delle pensioni deve tenere conto delle difficoltà economiche, a iniziare dalla necessità di sterilizzare le clausole di salvaguardia che, in caso di attivazione, prevedono l'immediato rialzo dell'Iva.

Come potrebbero cambiare le pensioni con nuovo esecutivo Pd M5S

Cosa può succedere nel caso di formazione di un nuovo governo sostenuto dal Movimento 5 Stelle e dal Partito democratico al posto della Lega? Nonostante le nette posizioni di Nicola Zingaretti sul tema delle pensioni almeno quelle espresse sia nel corso della sua storia politica, sia al momento della presentazione come segretario, per via delle difficoltà economiche non è affatto scontato che possano essere introdotti miglioramenti. Da una parte c'è infatti l'esigenza di individuare le coperture per le spese già programmate e dall'altra c'è la difficoltà a far convergere le posizioni delle due forze politiche.

L'obiettivo minimo, ma anche il più credibile, è il mantenimento di quota 100, per cui come detto sono già stati stanziati i fondi necessari, magari con alcuni aggiustamenti (ma per questi ultimi rimane sempre un grande punto interrogativo) e la proroga di opzione donna nel 2020, considerata una misura poco costosa e in grado di far risparmiare soldi allo Stato nel lungo periodo. Si tratta infatti di permettere alle donne in possesso di ben precisi requisiti anagrafici e contributivi di andare in pensione in anticipo in cambio della rinuncia a calcolare l'assegno con il più vantaggioso sistema retributivo. Difficile comunque, anche nel caso di formazione di un nuovo governo sostenuto dal Movimento 5 Stelle e dal Partito democratico al posto della Lega, il rilancio di quota 41.

Nuove elezioni e pensioni, quale scenario

Se ci fossero nuove elezioni, le pensioni sarebbero certamente una questione centrale della campagna elettorale di tutte le forze politiche, pronte a promettere il superamento definitivo della riforma Fornero nell'arco dei successivi 5 anni di legislatura. Ma i precedenti hanno dimostrato come non sempre alle parole seguano i fatti.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":